Aprire un’attività di nicchia. Come trovare business di nicchia di successo.

aprile 12, 2012 | Fare impresa

Torniamo a parlare di business di nicchia.

Si tratta forse di un termine e di un concetto del quale forse si è un po’ abusato eccessivamente negli ultimi due anni ma che in effetti, di fronte ad una stagnazione che coinvolge una buona parte del mercato, proprio la ricerca e l’individuazione di una nicchia, consente ancora oggi di offrire spazi validi a coloro che vogliono mettersi in proprio od intendono diversificare dal proprio core business attuale.

 

Ma è sempre redditizia la nicchia?

Talvolta, ci si convince che sia sufficiente individuare una nicchia di mercato e che basti di conseguenza, avviare un business in quella direzione, per risolvere i propri problemi di fatturato e conseguire così opportunità di guadagno.

Non è proprio così!

Vediamo ora quali sono gli elementi da verificare nella realizzazione di un business di nicchia :

  • provare a quantificare il mercato potenziale di questo business. Questo, è un punto su cui molti imprenditori vanno a ‘sbattere’ perché sottovalutano in molti casi questo aspetto. Se ad esempio abbiamo deciso di avviare una rivendita di prodotti per celiaci, un ristorante di cucina vietnamita, realizzare un corso di Yoga, aprire un negozio di alimenti biologici, ecc., dobbiamo per forza definire il bacino potenziale di utenza del nostro business e questo, varia a seconda della tipologia di attività ed in base alla zona in cui stiamo pensando di ubicare la nostra impresa. Avviare una qualsiasi di questa attività in una città importante (Milano, Roma, Firenze, Napoli, ecc.), consente sicuramente di partire con una base potenziale ampia di clienti. Al contrario, andando ad ubicare il nostro business in un piccolo centro, le cose possono cambiare anche radicalmente. Si potrebbe addirittura arrivare al punto (ed è successo molte volte nella realtà) che l’attività del piccolo centro è meglio gestita, fornisce un migliore servizio, ecc. rispetto a quella che ha la sua sede nella grande città ma dispone purtroppo di un numero di clienti non sufficienti a garantire una sopravvivenza commerciale nel tempo.

  • Identificare i competitor attualmente presenti e quelli potenzialmente in arrivo. Significa cioè che nel momento in cui realizziamo un piano, dobbiamo anche capire chi sono i nostri competitor allo stato attuale e come si sta evolvendo il mercato. Se ad esempio, voglio vendere prodotti biologici e vengo a sapere che nelle settimane successive alcuni centri commerciali si apprestano a dedicare ampi spazi fisici per ospitare questa tipologia di prodotti nei loro scaffali, non posso non prendere in considerazione questa informazione ed anche conseguentemente gli eventuali effetti che l’entrata di un competitor importante può rappresentare nel tempo al fatturato della mia attività.

In questo breve post, abbiamo cercato di schematizzare le criticità e gli aspetti da considerare nell’avvio di un business di nicchia e queste analisi, possono tornare utili anche nel caso si intenda avviare un business on line.

Per quanto riguarda lo sviluppo di un business Web di nicchia, dedicheremo uno spazio apposito in futuro.

Continua.

Articoli correlati:

  • Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte.Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte. Quanti di voi, nel corso della propria vita, hanno pensato di avviare attività di nicchia come : aprire un negozio etnico particolare oppure avviare un ristorante di cucina vietnamita […]
  • Quanto si guadagna con un sito.Quanto si guadagna con un sito. Guadagnare con le nicchie. Ma davvero è possibile? Ogni giorno nascono progetti Web, start up on line, blog dedicati ai più svariati argomenti, forum di settore, social network […]
  • Comprare una trattoria.Comprare una trattoria. Nel corso della prima parte, abbiamo cominciato ad analizzare questo tipo di impresa, i suoi caratteri principali, alcuni dei punti di forza ma anche le possibili criticità connesse alla […]
  • Cosa vendere.Cosa vendere. Siamo arrivati alla quarta parte di questo argomento. Nei post precedenti, abbiamo analizzato il mercato attuale rispetto a soli pochi anni fa, evidenziando come i cambiamenti rapidi […]
  • Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi.Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi. Idee redditizie contro la crisi :aprire una agenzia di divorzi. Torniamo a parlare di quelle attività che vedono crescere il proprio business mese dopo mese in maniera esponenziale: […]
  • Da dove cominciare per aprire un’attività. Quando conviene aprire un’attività.Da dove cominciare per aprire un’attività. Quando conviene aprire un’attività. Nel corso della prima parte, abbiamo cominciato a verificare quali sono i fattori da considerare quando si avvia un'attività o si decide di acquisirne una, anche attraverso una serie di […]

Altri articoli :