Diventare wedding planner : organizzare matrimoni low cost.

aprile 27, 2012 | Fare impresa

 Riprendiamo il tema dell’apertura di un’agenzia di wedding planner che in passato abbiamo già ampiamente trattato.

Oggi, approfondiamo il segmento cosiddetto ‘low cost’, ossia quel mercato rappresentato da milioni di cerimonie nuziali e sposalizi dove il ‘fattore budget’ è diventato fondamentale ed influisce ormai in maniera determinante sulla realizzazione o meno di un matrimonio per milioni di coppie.

In un precedente post, abbiamo accennato al business dei divorzi low cost che stanno diffondendosi in maniera molto ampia anche in Italia.

Infatti, il modello dei servizi a ‘costi contenuti‘, sta interessando un numero sempre maggiore di persone in molti campi ed anche nella programmazione del matrimonio, sempre più coppie cercano di ‘limitare’ i costi, cercando di limare il budget e riuscire così ad ottenere soluzioni di buon compromesso fra i costi e la qualità del servizio.

E’ ormai un dato di fatto che una buona parte dei matrimoni programmati in Italia e non solo, venga rinviato in futuro per motivazioni prettamente economiche. Nella sostanza, moltissime coppie convivono anche per periodi lunghi ma scelgono di spostare in avanti la data della cerimonia per evitare di far fronte a spese legate al matrimonio che non possono gestire.

La soluzione low cost o meglio ancora, una cerimonia nuziale che abbia un costo contenuto e gestibile ma nello stesso tempo, riesca a garantire un livello qualitativo buono, è il compromesso a cui puntano moltissime coppie che desiderano coronare il proprio sogno, stando contemporaneamente attenti anche ai costi.

Inserirsi in questo segmento, diventa importante per quei professionisti del settore che intendono operare in questa area di mercato che in termini quantitativi rappresenta sempre più la maggioranza dei matrimoni realizzati.

 

Diventare wedding planner. Organizzare un matrimonio a costi contenuti.

Un buon wedding planner, è in grado di conciliare queste esigenze (qualità e costi) ed offrire soluzioni in linea con le richieste.

Siamo sempre abituati a seguire esempi di matrimoni ottimamente gestiti ma con budget capienti.

Inserirsi in un contesto ‘medio’ non è così impossibile. Alcuni wedding planner, lo stanno facendo con successo anche se i margini sono sicuramente più bassi ma in ogni caso, permettono indubbiamente l’accesso ad un mercato più ampio.

Si tratta quindi di disporre di soluzioni ‘personalizzabili’ da presentare agli aspiranti coniugi per gestire la cerimonia all’interno di budget definiti.

Riuscire a ‘costruire’ soluzioni interessanti, non è impossibile disponendo delle conoscenze e dell’esperienza maturata in varie occasioni e di questi tempi, anche molti fornitori di servizi, sono disponibili a ‘trattare’ su costi e modalità di offerta del servizio.

Per un wedding planner ovviamente, tutto ciò di tramuta in minori margini e talvolta, anche maggiore lavoro ma pensare di rimanere tagliati fuori da questo segmento, visti anche i tempi di crisi, non è ipotizzabile per tanti professionisti.

Questa, infatti sta diventando la sfida del futuro per molti wedding planner.

Articoli correlati:

Altri articoli :