Comprare un’attività all’estero. Quale attività aprire o comprare all’estero.

maggio 31, 2012 | Fare business all'estero

Torniamo a parlare di aprire un’attività all’estero.

Abbiamo già dedicato alcuni post in merito alle criticità/errori in cui molti aspiranti imprenditori (specie quelle piccoli) cadono quando si approcciano a mercati e paesi nuovi.

Oggi, prendiamo in considerazione l’opportunità di comprare un’attività in vendita che è situata in un paese straniero.

Curiosando fra i numerosi siti che riportano annunci di attività in vendita, incontriamo moltissime aziende in vendita situate all’estero.

Tra queste, le maggiori protagoniste delle inserzioni, sono piccole o micro attività, in prevalenza commerciali che sono vendute da imprenditori, spesso connazionali, dopo un periodo breve (o molto breve, in molti casi) di gestione.

Nei due post dedicati alle problematiche che si incontrano nell’avviare un’attività all’estero, abbiamo evidenziato come in moltissimi casi l’improvvisazione e la scarsa preparazione siano cause della chiusura di molte attività.

Questo, naturalmente si riflette anche nell’elevato turn over a cui molte attività sono sottoposte con gestori che spesso si avvicendano a distanze ravvicinate l’uno dall’altro.

Comprare un’attività all’estero : come scegliere ed individuare un’attività redditizia.

Vediamo ora alcune punti da prendere in considerazione :

  • perché l’attività è stata posta in vendita? Questa, è la prima domanda a cui bisogna cercare di dare una risposta. Sicuramente, ci saranno spiegazioni ufficiali da parte del venditore (motivi familiari, causa di salute, altro) ma come investitori ed imprenditori, bisogna cercare di verificare sin da subito questo primo aspetto;

  • da quanto tempo è operativa l’attività? Questo punto, ci permette di capire un insieme di cose. Innanzi tutto, la storia di questa attività, i suoi gestori passati, le loro storie, individuare i motivi che hanno portato ai vari cambi di gestione (nel limite del possibile ovviamente) e raccogliere un insieme di informazioni provenienti da persone che conoscono il locale e la sua vita;

  • la verifica della contabilità e dei bilanci. Non sempre questo aspetto è fattibile. In molti paesi, purtroppo la contabilità, è un puro aspetto formale e non consente di verificare il vero stato di salute dell’impresa;

  • ascoltare le opinioni dei clienti (o ex clienti), dei fornitori e di altri soggetti che potrebbero fornirci informazioni utili. Anche in questo caso, non conoscendo l’ambiente circostante, non è sempre facile riuscire a raccogliere informazioni utili e chiare circa la storia, la gestione ed il mercato di questa attività. Vale comunque la pena di cercare di fare un tentativo per vedere cosa è possibile ottenere a livello di informazioni utili;

  • l’analisi di mercato. Questo aspetto è fondamentale. Qui, si vede la vera capacità di visione di un imprenditore che sa guardare in direzione di un business e riesce a gestire un investimento (piccolo, medio o grande), predisponendo una piccola analisi di mercato per valutare l’ampiezza e la sostenibilità del business potenziale. Significa anche individuare i potenziali concorrenti e definire il tipo di segmento in cui opera questa attività;

  • il valore delle attrezzature, dei macchinari, ecc.. Bisogna verificare allo stato attuale quanto valgono i beni strumentali dell’attività, tenendo conto dello stato di usura, del loro stato di efficienza, ecc.;

  • il personale e le risorse umane a disposizione. Definire chi sono i collaboratori (se ci sono) che vengono ‘ceduti’ con l’impresa. Capire se si tratta di una risorsa reale, oppure si tratta di personale di bassa qualifica e non può essere ‘conteggiato’ alla voce avviamento;

  • Il reale valore di avviamento (se esiste). Definire se esiste un valore di avviamento reale o se quello che ci viene chiesto di pagare è solo millantato. Anzi, talvolta esiste il problema contrario, nel senso che l’attività ha perso credibilità e per farla ripartire serviranno risorse, impegno costante e molta buona volontà;

Si continua nella prossima parte, andando ad analizzare altri punti fondamentali che devono essere presi in considerazione.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :