Aprire un negozio redditizio : quale negozio aprire?

giugno 7, 2012 | Fare impresa

Aprire un negozio di successo : i settori più interessanti.

In questo post e nella successiva puntata, cercheremo di prendere in considerazione un settore che in questo momento sta fortemente crescendo e che rappresenta ormai una potenziale area di business redditizia che offre ampi spazi di crescita nonostante la crisi generale e le problematiche contingenti che affliggono il nostro mercato.

Aprire un negozio di prodotti per la terza e la quarta età.

Se pensiamo al mercato dei prodotti per l’infanzia, oppure a qualche negozio di intimo, sicuramente, ci verranno in mente alcuni esempi più o meno famosi di franchising e brand conosciuti ma se invece proviamo a pensare ad un negozio (un marchio famoso) specializzato in prodotti e servizi per la terza età, ci rendiamo conto che diventa difficile identificare un brand dedicato a questa enorme fascia di pubblico che oggi, non dimentichiamolo, rappresenta un fatturato considerevole ed in continua crescita.

Anzi, è forse l’unica area di mercato che non conosce crisi.

Proviamo in questo post a cercare di delineare il potenziale mercato, includendo le varie tipologie di prodotti e servizi che gli appartengono.

Avviare un negozio per una clientela costituita da anziani. Il mercato potenziale.

Se partiamo dai prodotti, vediamo ora un elenco potenziale di questi :

  • abbigliamento, scarpe, ciabatte ed accessori legati a questo segmento. Rivolti a coloro che hanno problemi di circolazione, di deambulazione, patologie legate a vari disturbi e sono quindi richiesti da milioni di persone anziane ed invalide che hanno la necessità di indossare indumenti ed accessori che consentono loro una migliore qualità della vita;

  • attrezzature e supporti per invalidi al fine di permettere una maggiore mobilità all’interno dell’abitazione ed anche fuori;

  • protesi, busti, pancere e supporti di vario tipo.

    Esistono già varie tipologie di negozi specializzati in questo campo come in quello relativo al punto precedente;

  • vitamine ed integratori di vario tipo;

  • pannoloni, assorbenti di vario tipo e materiale di consumo;

  • apparecchi di allarme e controllo del paziente a distanza;

  • altro (qui, inseriamo quell’enorme quantità di prodotti e soluzioni che per ovvi motivi di spazio non elenchiamo).

Oltre a questo parziale elenco di prodotti, dobbiamo considerare anche l’enorme numero di servizi collegati con queste necessità che potrebbero essere gestiti da un negozio di questo genere.

Quindi, si tratta di pensare ad un negozio che presenta un’offerta ampia e differenziata di soluzioni, sia a livello di prodotti che di servizi.

Quali sono questi servizi?

  • servizi per il tempo libero;

  • servizi legati alla cura del corpo;

  • viaggi e turismo;

  • assistenza a domicilio;

  • piccolo studio annesso dove è possibile ospitare professionisti della riabilitazione e medici che forniscono consulenze, ecc..

Nel nuovo concetto di distribuzione, in ogni settore, diventa sempre meno assoluta la distinzione fra prodotti e servizi e questi ultimi, possono anche essere offerti con collaborazione con altre realtà

Anche in questo caso, un punto vendita simile, avrebbe la possibilità di promuovere contemporaneamente sia i prodotti che i servizi.

Si prosegue nella seconda parte in cui proveremo a delineare l’immagine di questo ‘ipotetico negozio’ che potrebbe essere avviato.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :