Avviare un’attività low cost : lanciarsi nel business del low cost.

giugno 8, 2012 | Fare impresa

In diversi dei nostri post, abbiamo sottolineato quanto il settore low cost, si sia rafforzato negli ultimi anni a scapito proprio del segmento medio che è stato in realtà, l’area di mercato più colpita dalla crisi e che ha visto restringere il proprio spazio a favore prevalentemente del ‘basso costo’ e di tutte quelle modalità di acquisto che propongono risparmi, promozioni e forme di vendita mirate ad offrire il migliore prezzo al cliente finale.

Risparmiare, è diventato un must per tutti!

Il successo dei discount alimentari, del centri commerciali improntati al risparmio, del last minute o last second nel settore dei viaggi; i siti Web che permettono di comparare i migliori prezzi degli alberghi; le cittadelle outlet che ormai quasi ovunque spuntano come ‘funghi’ alle uscite autostradali e le mille altre forme di promozione al ribasso che si stanno imponendo in ogni area di attività, confermano questo inarrestabile trend.

Quali sono le modalità per far business in questo settore. Come avviare un’attività nel settore low cost?

Il settore dei servizi, è stato sicuramente quello che ha ottenuto la maggiore crescita in questi ultimi anni, anche grazie alla potenzialità della Rete che permette di sviluppare progetti orientati alla promozione di servizi al massimo ribasso.

Se pensiamo ad esempio al successo di Groupon che nonostante le molte critiche che lo hanno interessato ultimamente sull’efficienza dei suoi servizi, ha visto in realtà crescere il proprio giro di affari in maniera veramente forte e dall’altra, l’aumento della vendita di polizze e mutui on line, per non parlare del settore del turismo, per il quale, chiunque è in grado di citare il nome di un portale famoso. Tutti questi esempi, ci obbligano a prendere atto che Internet offre ormai una grande opportunità a tutti coloro che hanno idee brillanti nell’ambito del risparmio e del basso prezzo.

Vediamo ora di segmentare l’offerta di soluzioni Web per la componente low cost.

Tra le aree in cui maggiormente si sono sviluppati i vari progetti, incontriamo :

  • i siti di comparazione prezzi. In questo ambito, abbiamo varie tipologie di siti per ogni settore di attività che permettono di confrontare le diverse proposte commerciali inserendo una determinata richiesta. Il settore è ampio ed incontriamo : sia portali di comparazione dedicati che mettono già in evidenza le singole proposte di differenti compagnie senza necessità di richiesta preventivo ed altri che al contrario, consentono all’utente Web di formulare più richieste di preventivo a differenti soggetti commerciali presenti sul portale. In questo ultimo esempio, troviamo i portali di mutui ed assicurazione on line, dove è possibile ottenere preventivi da diversi operatori contemporaneamente e metterli quindi a confronto fra loro;

  • i portali di vendita on line servizi di una specifica compagnia che vende direttamente sul Web i suoi servizi, facendo concorrenza anche a se stessa oltre che ad altri competitor, in particolare verso gli stessi suoi uffici che vendono in maniera tradizionale i medesimi servizi. Pensate ad esempio alla vendita di polizze on line, quando le stesse aziende distribuiscono il solito prodotto sia on line che attraverso la rete di vendita tradizionale;

  • i siti last minute o last second. Questi portali hanno prevalentemente sviluppato il proprio business nel settore legato ai viaggi ed al turismo in genere;

  • portali che seguono la logica del gruppo di acquisto. Questi siti che hanno ottenuto un successo straordinario (Groupon, Groupalia, ecc.), offrono ad imprese la possibilità di veicolare le proprie vendite verso un pubblico potenzialmente enorme con risultati per le stesse imprese che potremmo definire ‘altalenanti’;

  • siti di sconti e promozioni. Ne esistono di differente tipologia e dimensione;
  • altri;

In questo breve elenco, abbiamo cercato di schematizzare le principali aree in cui questo tipo di business si è sviluppato in Rete, accorpando anche settori e modalità che non sempre sono omogenei.

Nella prossima parte invece, prenderemo in considerazione alcuni casi specifici per verificare la fattibilità di avviare un’attività on line nel settore del risparmio e del low cost, andando ad analizzare i vantaggi e le criticità di alcuni di questi business.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :