Sopravvivere alle tasse. Sopravvivere alla crisi.

giugno 3, 2012 | Redazionale

Buon lunedì,

non è ancora chiaro se sia più prioritario cercare di sopravvivere alla crisi oppure, sopravvivere alle tasse ed ai nuovi balzelli che ogni giorno vengono ‘inventati’ per sopperire ai ‘buchi’ od alle voragini che mano a mano escono fuori.

Sono entrambi due avversari temibili che settimana dopo settimana, diventano sempre più aggressivi.

 

Sopravvivere in Italia alla crisi ed alle sue conseguenze.

Sopravvivere in questa corsa ad ostacoli, superando barriere e muri, evitando colpi alti e colpi bassi, paludi dove si rischia di impantanarsi definitivamente ed avversità di ogni genere, sta diventando la quotidianità per un numero sempre maggiore di cittadini di ogni provenienza, età e professione.

Fare impresa ed investire in tempi di crisi.

Non ci piace nascondere la realtà dei fatti estraniandoci da ciò che accade tutti i giorni ma nemmeno, amiamo ridurre tutto a polemica sterile ed agire come ‘cassandre’ in attesa di dire : l’avevamo detto.

Più volte nei nostri post, abbiamo affrontato l’argomento di dove e come gestire un business in tempi di crisi ed anche nel portale mandilo.it, ci siamo comportati nella stessa maniera, evidenziando sempre gli aspetti positivi da cogliere ma mettendo sempre in guardia anche dalle criticità che ogni azione come del resto, un qualsiasi investimento comportano.

Ogni mese, un insieme di aziende italiane lascia il l’Italia per cercare spazi ed opportunità altrove. Il nostro Portale, ha sempre dedicato ampio spazio alle iniziative ed alle possibilità offerte da altri paesi e per questo, da tempo, pubblichiamo interviste con imprenditori ed investitori che portano la loro voce e le esperienze per mettere a disposizione del pubblico che ci segue il maggior numero di informazioni.

Noi crediamo nella libera concorrenza e non siamo spaventati a priori se un paese qualunque offre migliori condizioni di trattamento ad imprese ed investitori perché comunque tutti i player (paesi, regioni, imprese, ecc.), devono essere capaci di competere e migliorare conseguentemente la propria offerta come ‘territorio’, per richiamare investimenti.

Purtroppo, sembra che il nostro Paese(e non solo), abbia difficoltà a rendersi veramente competitivo sul piano internazionale e questo, ci sottrae spazi ed opportunità giorno per giorno.

Ci piacerebbe affermare che l’attuale crisi è solo in fase di passaggio ed a breve, tutto tornerà a posto.

Purtroppo, le cose non stanno così.

Abbiamo cominciato questo post con la parola sopravvivere e non a caso.

La crisi che attraversa il nostro sistema è strutturale e se non verranno approntate le opportune azioni nel breve termine, tutto diventerà sempre più difficile. Non è bello vedere sempre più numerosi : imprenditori, professionisti, lavoratori e cittadini qualunque, ‘abituarsi’ alla logica della sopravvivenza.

Buon lavoro.

Andrea Figoli.

Articoli correlati:

Altri articoli :