Aprire un call center in Tunisia. Dove vanno i call center.

luglio 29, 2012 | Redazionale

Buon lunedì,

chi ci segue da tempo, ha potuto prendere atto di quanto spazio affaripropri.com riserva ai contenuti informativi relativi alle aperture di attività all’estero e questo, per alcune ragioni :

  • la necessità sempre maggiore per gli imprenditori italiani di ‘internazionalizzare’ le proprie produzioni per poter rafforzarsi su quei mercati che sono in rapida crescita;

  • la fuga crescente di imprenditori ed investitori all’estero. Questo, non è certamente un fatto positivo ma è una realtà che purtroppo non cambierà sino a quando il contesto italiano non sarà in grado di offrire condizioni favorevoli per operare in ogni settore;

  • le delocalizzazioni di imprese italiane per risparmiare sui costi di produzione. A questo proposito, abbiamo già in passato evidenziato come il settore manifatturiero per la produzione di prodotti e servizi da molti anni, sia alla ricerca esasperata di aree dove insediarsi con lo scopo di produrre ‘al minor costo’ possibile. Abbiamo in passato parlato di aperture di call center in Romania e Moldavia ed anche dedicato ampio spazio all’India.

    I paesi oggetto di questi insediamenti produttivi, cambiano a seconda delle migliori condizioni (cioè dei più bassi costi) offerti sul mercato.

 

Perché si investe in Tunisia?

La Tunisia, è un paese che presenta alcuni vantaggi :

  • elevata scolarizzazione dei suoi abitanti;

  • presenza di buone strutture tecnologiche;

  • è collegata al Continente Italiano addirittura meglio rispetto alle principali isole del nostro Paese (Sardegna e Sicilia);

  • bassi costi della manodopera;

  • discreta/buona produttività dei lavoratori locali;

  • sistema fiscale del Paese vantaggioso per gli investitori esteri;

  • sicurezza del Paese diffusa;

  • Paese in crescita e che permette ad un imprenditore che già opera sul territorio di guardare ad altre aree per il futuro;

  • ecc..

Sul fronte italiano, la situazione per i call center presenta purtroppo molte criticità:

  • contratti di appalto e commessa che sono sempre più improntati al massimo ribasso, sul fronte dei prezzi;

  • pagamento di questi lavori che tendono a ‘slittare’ progressivamente in avanti;

  • crisi generale;

  • concorrenti che da tempo utilizzano strutture (call center) situati sempre di più all’estero e quindi, possono offrire prezzi più competitivi.

Tutto questo, nonostante i bassi compensi pagati agli operatori di call center italiani (anche meno di 5 euro lordi l’ora) e della loro bravura, la ricerca del risparmio con la delocalizzazione di strutture sembra continuare senza sosta.

Buon lavoro

Andrea Figoli

Articoli correlati:

  • Dove aprire un call center? Aprire un call center all’estero.Dove aprire un call center? Aprire un call center all’estero. Ritorniamo a parlare di call center e dell'apertura all'estero di una di queste strutture. Abbiamo già dedicato un redazionale a questo argomento. Il settore dei call center, rientra nel […]
  • Professione call centerProfessione call center Alzi la mano chi non è mai stato contattato al telefono da signorine che proponevano una nuova linea telefonica od un sondaggio commerciale? Praticamente noi tutti, siamo continuamente […]
  • Imprenditoria femminile :Scheda apertura piccolo centro servizi/call center. Prima parteImprenditoria femminile :Scheda apertura piccolo centro servizi/call center. Prima parte Premessa : Aprire un'impresa per gestire in outsourcing servizi di telemarketing per conto di piccole e medie aziende puo' essere un'idea per mettersi in proprio, sulla base di […]
  • Lavorare nel recupero crediti.Lavorare nel recupero crediti. Il settore della gestione del credito, è in forte crescita ovunque in Italia ed all'estero. Tutti i dati pubblicati in questi ultimi 3 anni, lo confermano senza alcun dubbio. Lo sviluppo […]
  • Aprire un call center. Quarta parte.Aprire un call center. Quarta parte. Si conclude con questo post lo spazio dedicato all'avvio di un call center. In fondo a questo articolo, troverete una serie di link utili per approfondire le tematiche che abbiamo trattato […]
  • Come aprire un call center. Seconda parte..Come aprire un call center. Seconda parte..   Nella prima puntata, abbiamo visto come cominciare ad avviare questa iniziativa imprenditoriale, valutando alcune tipologie di clienti e dotandosi di una struttura iniziale per […]

Altri articoli :