Diventare geologo. Aprire uno studio di geologo. Seconda parte.

luglio 9, 2012 | Libera professione

In questo articolo torniamo a parlare del geologo, professionista che, come visto nella scorsa puntata, ha varie prospettive di mercato, ma al tempo stesso dei limiti da superare durante il suo percorso lavorativo, limiti provocati da resistenze culturali nei confronti di questo operatore che non serve solo per prevedere i terremoti, ma anche per svolgere mansioni in qualche modo legate a tutte le attività del territorio, dell’ambiente e della loro sicurezza. DIVENTARE GEOLOGO : LA FORMAZIONE.   Il percorso di studi da intraprendere per diventare geologo parte fin dall’adolescenza con studi prevalentemente tecnici o scientifici ( istituto tecnico o liceo scientifico) e prosegue con la laurea triennale in Scienze Geologiche a cui si può abbinare un ulteriore percorso di specializzazione, come Master o la laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Geologiche o in Scienze Geofisiche. Il percorso quinquennale o la specializzazione non sono obbligatorie al fine di accedere alla professione, ma possono consentire di ampliare ulteriormente le proprie competenze. Per poter essere ammessi all’esame di abilitazione professionale è però obbligatoria la laurea triennale, mentre l’aggiornamento professionale dovrà divenire un impegno concreto da parte del geologo dopo che si sarà abilitato. Le facoltà di Scienze Geologiche sono attive presso la maggior parte delle università italiane e non sono a numero chiuso. Prima dell’iscrizione, però, sarà necessario sottoporsi a un test di verifica delle conoscenze di base, in modo da permettere, all’ateneo scelto, di predisporre dei piani di studio integrativi che colmino le lacune riscontrate durante lo stesso test. Durante il corso di laurea triennale si studieranno materie quali Mineralogia, Fisica, Chimica, Cartografia, Geologia generale ed applicata, Inglese, Geomorfologia, Matematica, Paleontologia, Sedimentologia, Rilevamento geologico e simili. Completato il percorso di studi triennali si consegue la laurea di geologo junior che dà diritto a sostenere l’Esame di Stato per iscriversi all’Ordine omonimo e alla sezione B, dell’Albo professionale dei Geologi, riservata ai laureati triennali.   L’Albo dei geologi comprende anche la sezione A dove si iscrivono i laureati quinquennali. Con la Riforma delle professioni regolamentate, per alcune di esse non è più obbligatorio sostenere il periodo di praticantato o tirocinio obbligatorio per accedere all’Esame di Stato, poiché lo stesso praticantato viene sostituito con le attività di stage e tirocinio all’interno del percorso universitario. Gli esami di Stato per l’accesso alle libere professioni vengono definiti ogni anno attraverso un’ordinanza del Ministero dell’Istruzione , dell’Università e della Ricerca, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Nell’Ordinanza vengono indicati i requisiti per l’accesso all’Esame, le date e la sede dove si svolgeranno. L’ordinanza per gli esami di abilitazione professionale dell’anno 2012 è consultabile al link: http://attiministeriali.miur.it/anno-2012/marzo/dm-30032012-%282%29.aspx. Il laureato in Scienze Geologiche, per riuscire a diventare un vero e proprio geologo professionista e per superare con successo l’esame di abilitazione, deve impegnarsi ad acquisire, durante il percorso accademico e come detto sul sito della facoltà di Scienze Geologiche dell’Università di Pavia, “un preciso modo di ragionare e affrontare i problemi che gli consenta in particolare di: avere una visione globale della dinamica del nostro pianeta, avendo la capacità di inserire i processi geologici nella loro corretta dimensione spazio-temporale; avere la capacità di integrare osservazioni di campo e laboratorio con conoscenze teoriche, seguendo un percorso logico che parte dall’osservazione diretta, prosegue con l’analisi dei dati, la loro sintesi, la costruzione di modelli del fenomeno e il controllo diretto dell’esattezza del modello; essere cosciente del fatto che i processi naturali spesso avvengono su tempi più lunghi della vita umana e che per comprenderli appieno è necessario studiarli nella loro corretta scala temporale; avere profonda consapevolezza del fatto che le risorse naturali in generale, e geologiche in particolare, devono essere utilizzate e conservate al meglio poiché sono in gran parte risorse non rinnovabili”. Questa capacità e pazienza a valutare con estrema attenzione tutti i delicati processi della Terra è, probabilmente, uno dei requisiti fondamentali da possedere per esercitare la professione di geologo. Requisito che può essere frutto di un talento innato, ma che va giustamente approfondito con l’impegno e lo studio. Non esistono segreti, infatti, per superare l’esame che abilita alla professione di geologo, perché l’unico segreto sta nel voler fare davvero questo lavoro e nell’aver studiato con costanza, impegno e passione. Superato lo step del superamento dell’Esame di Stato, il percorso potrà diventare in salita o in discesa, tutto dipenderà dalle esperienze professionali che si deciderà di intraprendere ( dipendente o libero professionista). Nella prossima puntata approfondiremo meglio le modalità di svolgimento degli esami di Stato per abilitarsi alla professione di geologo. Continuate a seguirci…

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

Parks.it

Gemmologiaitaliana.it

Articoli correlati:

  • Diventare geologo. Quarta parte.Diventare geologo. Quarta parte. Dopo aver parlato dell’iter formativo per diventare geologo, passiamo a trattare di come poter svolgere l’attività libero professionale avviando uno studio in proprio. Come già detto nelle […]
  • Diventare geologo. Terza parte.Diventare geologo. Terza parte. In questo articolo, come promesso alla fine della scorsa puntata, esamineremo nel dettaglio le modalità di svolgimento dell’esame di Stato per abilitarsi alla professione di geologo. Con […]
  • Diventare geologo.Diventare geologo. Il recente e tragico terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna ha riportato all’attenzione di tutti noi il ruolo del geologo. Spesso, infatti, ci si ricorda di questo professionista solo […]
  • Come diventare geologo.Come diventare geologo.   Nella scorsa puntata abbiamo parlato di come avviare uno studio di geologia e ci siamo accorti che lo stesso si può anche aprire all’interno della propria abitazione, se la si […]
  • La carriera di psicologo. Diventare psicologo.La carriera di psicologo. Diventare psicologo. Dopo aver appurato che l’avvio di uno studio privato può rappresentare una valida alternativa per lavorare come psicologo, viene anche da chiedersi quali siano le reali opportunità di […]
  • Diventare uno psicologo. Aprire uno studio da psicologo.Diventare uno psicologo. Aprire uno studio da psicologo. Torniamo a parlare della professione dello psicologo esaminando ulteriori aspetti che possono essere utili ad avviare al meglio uno studio di consulenza psicologica. Nella scorsa puntata […]

Altri articoli :