Aprire un ristorante all’estero. In quale paese aprire un ristorante.

agosto 6, 2012 | Fare business all'estero

Nella prima parte, abbiamo introdotto questo tema che appassiona moltissimi italiani e non solo coloro che provengono dal settore culinario ma anche i numerosi connazionali che sognano di andare all’estero avviando attività di ristorazione pur provenendo da altri settori.

Nel corso della puntata precedente abbiamo evidenziato alcune delle criticità a cui si può andare incontro con questo tipo di attività.

Dove aprire un ristorante italiano.

In termini assoluti, non esistono luoghi/località da consigliare o sconsigliare in merito all’apertura di un ristorante italiano all’estero.

Si deve invece far riferimento ad altri fattori che influenzano in misura maggiore o minore il raggiungimento degli obiettivi.

Tra questi :

  • qual è il budget disponibile. Come abbiamo già ricordato nella puntata scorsa, la somma disponibile per l’investimento, ci permette di capire da subito, se possiamo aprire l’attività in determinate aree, oppure no.

    Infatti, i costi in alcune capitali mondiali ed in talune località fra le più rinomate, sono elevati e per aprire un ristorante ottimamente posizionato e dotato di servizi/dotazioni di elevata qualità, sono necessari talvolta capitali che partono da alcune centinaia di migliaia di euro a salire. Al contrario, con una disponibilità di poche decine di migliaia di euro, si deve per forza optare per altre mete, certamente meno prestigiose ma questo, non esclude la redditività di queste soluzioni alternative.

  • Qual è la competenza di cui si dispone. Questo fattore influisce notevolmente sul successo o meno dell’iniziativa.

    Sono molti gli esempi di attività di ristorazione falliti dopo che imprenditori con poca o nessuna esperienza si sono illusi di avviare dei business senza un’approfondita analisi, forse convinti che essendo all’estero, fosse addirittura più semplice aprire ed avviare un’attività di questo tipo. In realtà, aprire un’attività di ristorazione italiana all’estero, oltre alle normali problematiche connesse con il tipo di attività che si riscontrano anche in Italia, occorre tenere in considerazione la necessità di rifornirsi delle materie prime che non ovunque sono facilmente reperibili ed ai prezzi italiani. Inoltre, la formazione del personale locale, rappresenta talvolta, un’altra criticità contro la quale in molti ‘vanno sbattere’, in particolare, in alcuni paesi dove l’organizzazione e la formazione dei lavoratori non sempre è semplice;

  • qual è la situazione del mercato? Cioè, quanti concorrenti ci sono e come essi lavorano e che tipo di cliente siamo in grado di raggiungere con l’impostazione e la localizzazione scelta. Inoltre, nel segmento prescelto, che spazi ci sono?

    Accade talvolta che pensando (illudendosi) di risparmiare sui costi di apertura, si opti per l’avvio in un determinato quartiere o città rispetto ad un’altra, con il risultato di trovarsi in concorrenza con un numero maggiore di competitor e talvolta, con un potenziale mercato (i clienti) meno numeroso e qualitativamente più basso e che alla fine, compromette l’esito di tutto l’investimento.

 

E’ meglio aprire ex novo un ristorante o prendere la gestione di uno già avviato?

Sono moltissimi i ristoranti italiani in vendita o disponibili per essere presi in gestione ovunque.

I costi, naturalmente variano da paese a paese ed in base ad una serie di parametri.

Come del resto accade anche in Italia, alcuni di questi ristoranti potrebbero rappresentare un buon inizio per coloro che non sono in possesso di grosse cifre e dall’altra, dispongono delle competenze e delle idee per rilanciare queste attività

In ogni caso, è sempre bene evitare di lanciarsi in avventure senza aver prima visitato e conosciuto abbastanza bene il paese in cui si intende operare.

Non è sempre facile comprendere le singole scelte ed i gusto di un popolo e neppure, analizzare le opportunità offerte da una determinata località solo dopo una breve vacanza o sosta.

L’entusiasmo, deve sempre accompagnarsi alla razionalità ed alla conoscenza.

Articoli correlati:

Altri articoli :