Quali sono le attività del futuro. Quali sono i bisogni da soddisfare?

agosto 26, 2012 | Redazionale

Buon lunedì,

in Italia il reddito reale disponibile medio per i privati (famiglie e single), è in fase calante già da qualche anno.

Non stiamo parlando di dati numerici generici, quanto piuttosto della capacità da parte degli individui e delle famiglie di poter ‘spendere’. Quindi, parliamo della capacità reale di spesa, cioè, le potenzialità del reddito posseduto.

Questo aspetto, ormai coinvolge sia i privati che le imprese.

In pratica, milioni di persone ed attività sono alla spasmodica ricerca del risparmio, della migliore offerta e dello sconto ad ogni costo.

 

Questo cosa significa :

  • una sempre maggiore corsa da parte di ogni soggetto a ricercare soluzioni di risparmio;

  • una compressione di determinati acquisti e consumi;

  • un cambiamento nelle scelte e nelle abitudini dei consumatori e delle imprese che inevitabilmente, si ripercuote nella tipologia di attività che riescono a rimanere redditizie mentre altre, entreranno in una spirale negativa che le porterà sempre di più a marginalizzarsi;

  • la nascita di nuove forme di risparmio, la maggior selezione delle offerte e le opportunità legate allo sviluppo di attività e soluzioni che mirano a razionalizzare i consumi e le uscite di denaro.

Infatti, le famiglie e le imprese, cercano di resistere e continuare a mantenere sin dove è loro possibile, il proprio trend abitudinario, garantendosi quei privilegi e prerogative che per anni hanno mantenuto e che ora rischiano in parte di svanire di fronte a budget (redditi) sempre più ridotti e dall’altra, l’aumento di molte voci di costo che tendono a lievitare.

Per fare questo, tutti questi soggetti colpiti da questi cambiamenti, attuano una maggiore selezione negli acquisti anche con l’impiego di strumenti Web come :

  • siti che raffrontano tariffe;

  • portali dove ottenere preventivi e sconti;

  • comunità di acquisto on line;

  • portali con offerte in vari settori (turismo in particolare) di last minute o last second;

  • forum e gruppi di discussione dedicati al risparmio ed alle offerte;

  • siti di baratto;

  • piattaforme Web per la compravendita di prodotto usati;

  • ecc..

Settori redditizi. Creare siti in grado di far risparmiare i consumatori e gli acquirenti

Quindi, stanno nascendo una serie di nuovi operatori economici o meglio ancora, delle piattaforme Web che offrono la possibilità di ottenere risparmi e migliorare la propria capacità di acquisto a parità di condizioni reddituali.

Le prospettive future e la sempre maggiore abitudine delle persone a consultare la Rete per cercare opportunità di risparmio, rafforzeranno questa tendenza e chi saprà inventarsi ed offrire sempre nuove soluzioni utili in questo ambito, troverà una massa di potenziale pubblico molto ampia e disponibile ad ascoltare.

Buon lavoro.

Andrea Figoli

Articoli correlati:

Altri articoli :