Fare la scelta giusta. La ricerca del successo.

novembre 15, 2012 | Formazione personale

Fare le scelte vincenti nella vita. Terza parte.

La differenza fra una vita di successo ed una fallimentare, molte volte, è legata ad una serie di scelte più o meno azzeccate ed anche alla capacità di gestire con successo, i vari passaggi legati a queste decisioni importanti.

Nella puntata scorsa, abbiamo analizzato come il risultato di un’azione e più nel complesso, della vita di un individuo, sia influenzato da una serie importante di varianti e quindi, come sia fondamentale gestire ogni scelta con attenzione.

La scaletta delle priorità, la tempistica, la modalità con cui si attuano le scelte e si danno delle risposte ai singoli eventi e situazioni, ecc., rappresentano un insieme di fattori che influiscono nel risultato finale e che determinano il successo od il fallimento di un’azione (nell’ambito privato o del business) e molto spesso, caratterizzano la vita dei singoli individui, portandoli in direzione del successo personale o purtroppo, verso una serie di errori e cadute costanti che fanno da appendice ad un’esistenza infelice e vissuta male.

La differenza fra vivere con successo e ‘trascinarsi’ fra una delusione ed un’altra sconfitta, spesso, è legata a come si gestisce la propria esistenza, a come le scelte che ci riguardano vengono attuate, programmate nel tempo.

In questo post, daremo spazio ad un ospite che ci porterà la sua esperienza fatta anche di scelte vincenti effettuate nella seconda parte della sua vita.

Questi risultati positivi, sono giunti però dopo una serie di errori importanti che gli hanno in ogni caso permesso di maturare con gli anni una ‘strategia, un ‘metodo’, con cui ha potuto ribaltare le antiche sconfitte, riportando in positivo i risultati della propria vita.

 

Lasciamo la parola all’ospite.

Mi chiamo Mario, sino all’età di quarant’anni, ho condotto una vita fatta di alti bassi, dove i ‘Bassi’ purtroppo, prevalevano sicuramente rispetto alle soddisfazioni ed ai successi, i quali, erano molto limitati e rari.

I momenti di vera soddisfazione e felicità, erano veramente pochi!

Tra le molte sconfitte che con il passare degli anni avevo accumulato, posso citare : un divorzio, un’attività avviata e dopo 2 anni chiusa e con un socio che tra l’altro aveva sottratto i soldi dalla cassa per uso personale; un grave incidente in auto che mi costrinse per un periodo importante all’inabilità, ecc..

Non scendo nei particolari di questo lungo elenco perché non voglio annoiare nessuno e non sarebbe neppure utile.

Mi sono addirittura rivolto ad una maga credendo di avere il malocchio, tanto ero disperato.

Insomma, ho evitato solo di buttarmi su alcol e farmaci ma giusto per un pelo.

Alla soglia dei quaranta anni, mi sentivo un fallito.

I miei amici erano in parte realizzati e con famiglie e figli.

Io invece ero solo, senza soldi e con prospettive future pari a zero.

Quando il tempo passa e ti guardi allo specchio e ti rendi conto che non hai combinato proprio nulla della tua vita, si accumulano un insieme di pensieri negativi e la paura assieme alla rabbia ti spingono verso atteggiamenti sempre più negativi.

Nonostante il momento no, presi alcuni giorni di relax su suggerimento di un amico, per staccare dai soliti pensieri e dal medesimo ambiente ed andai a trovare questo amico in montagna nel mese di agosto che mi ospitò.

Furono giorni dedicati al sano relax, non pensai ai problemi e negli ultimi due giorni, ebbi l’occasione di parlare con una persona in vacanza.

Un signore anziano ma molto lucido ed intelligente.

Essendo un tipo introverso, sono sempre stato restio a parlare dei mie problemi con altre persone ma dopo poco, mi sfogai e raccontai le mie vicende e per la prima volta, provai anche un senso di ‘liberazione’.

Non conoscevo questa persona ma si diceva che fosse stato un personaggio importante nel corso della sua vita.

La persona mi ascoltò e mi lasciò parlare, intervenendo solo in alcuni periodi.

Alla fine, dopo due giorni, cominciò a darmi delle dritte.’

Si continua con l’ascolto della testimonianza nella seconda parte.

Continua.

Articoli correlati:

  • Fare la scelta giusta. Preparare un business di successo.Fare la scelta giusta. Preparare un business di successo. Nel corso della prima parte, abbiamo cominciato a comprendere come la differenza fra un'esistenza di successo ed un'altra fallimentare, sia molte volte connessa ad un insieme di scelte […]
  • Cambiare vita : migliorare la propria vita! Terza parte.Cambiare vita : migliorare la propria vita! Terza parte. Nella seconda parte, abbiamo cominciato a definire cosa significa preparare un nuovo progetto di vita.   Cioè, pianificare il nostro futuro ed organizzare le nostre future […]
  • La ricerca del successo.La ricerca del successo. Buon lunedì, 'io sono la pace, io vi do la mia pace...' una frase, un concetto potente che esprime nella sua semplicità(e brevità) l'importanza per un individuo (qualsiasi) di vivere […]
  • Le cattive ‘compagnie’.Le cattive ‘compagnie’. Vi ricordate quando eravamo ancora dei bambini ed i 'grandi', si raccomandavano sempre di non frequentare 'le cattive compagnie' che possono deviare. Un consiglio che oggi sembra un po […]
  • L’ora delle scelte. Quando arriva il momento di agire.L’ora delle scelte. Quando arriva il momento di agire. Buon lunedì, Nella vita di ciascun individuo, come del resto all'interno di ogni contesto organizzato (un'impresa, un Paese, un'associazione, ecc.), arriva il momento di prendere quelle […]
  • Saper scegliere. Fare la scelta giusta.Saper scegliere. Fare la scelta giusta. Buon lunedì, il successo, nella maggior parte dei casi, è la conseguenza di una serie di scelte giuste (azzeccate) che sono state fatte relativamente ad un certo 'percorso' (di vita, di […]

Altri articoli :