Aprire un’agenzia di baby sitter. Aprire un’agenzia di tate.

Diventare una tata.

January 25, 2013 | Fare impresa

Una delle professioni tradizionali che da anni trova un proprio spazio all’interno di tante abitazioni e famiglie di molti paesi del mondo, è la tata.

La tata, definita anche baby sitter, è la persona (generalmente una donna) che accudisce i bambini all’interno delle famiglie.

Si diventa tata per molte ragioni; alcune baby sitter sono studenti o lavoratrici precarie, altre, hanno fatto di questo lavoro la propria professione e sono disponibili ad accettare incarichi anche presso località lontane dal domicilio di provenienza.

 index

Aprire un’agenzia di baby sitter : i servizi offerti.

Si tratta in concreto di un’agenzia di servizi in grado di segnalare personale con determinate competenze e disponibilità.

Le richieste che giungono all’agenzia possono riguardare una persona in grado di ‘coprire’ solo determinati orari e giorni della settimana, oppure, la presenza di una persona full time all’interno di un nucleo familiare ed in grado di garantire continuità di servizio nel corso degli anni.

Quindi, le esigenze possono essere diverse ed in alcuni casi, specifiche.

Ad esempio, la conoscenza di lingue straniere, essere in possesso di curriculum particolari o la disponibilità a viaggi e soste all’estero.

Come opera un’agenzia di baby sitter.

Come ogni agenzia di questo tipo, il primo compito è quello di raccogliere un insieme di candidati all’interno di un database con lo scopo di creare una buona offerta potenziale in grado di rispondere alle varie richieste dei clienti.

Nei confronti del mercato, l’agenzia deve riuscire a promuoversi attraverso i canali giusti, riuscendo ad utilizzare varie modalità, compreso il Web (attraverso il proprio sito ed i social network) anche se in ogni caso, il passaparola rimane ancor oggi uno dei migliori strumenti per farsi conoscere ed ottenere consenso.

In merito a questo, l’agenzia di tate deve cercare di acquisire con il tempo un’elevata credibilità per inserirsi anche in quei ‘mercati’ considerati maggiormente redditizi e nei quali non è facile accedere, in particolare nei primi tempi di attività.

Per fare questo, l’agenzia deve acquisire candidati di elevata competenza e serietà attraverso una seria e lunga selezione.

Come si struttura l’azienda.

Dal punto di vista strutturale, questa impresa di servizi non richiede particolari investimenti.

Un ufficio dove poter incontrare i clienti ed i candidati e la disponibilità di una sala d’attesa, sono più che sufficienti per coprire le varie esigenze, specie all’inizio.

Un computer collegato ad internet con un piccolo software installato per gestire i candidati e le richieste, è lo strumento base del lavoro.

La reperibilità mediante telefono, sms, email, ecc., è fondamentale.

Possono sorgere richieste anche improvvise ed occorre disporre di flessibilità e capacità comunicativa per poter trovare i candidati necessari per far fronte a queste richieste e confrontarsi con le specifiche necessità dei clienti.

Articoli correlati:

Altri articoli :

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.