Diventare uno psicologo. Aprire uno studio di psicologo.

gennaio 24, 2013 | Libera professione

Nella scorsa puntata abbiamo esaminato il percorso formativo dello psicologo, percorso che comprende anche la possibilità di diventare psicoterapeuta. In sintesi, un laureato in psicologia, per poter diventare anche psicoterapeuta deve: possedere una laurea in psicologia, superare l’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di psicologo, frequentare una scuola privata quadriennale di specializzazione in psicoterapia, oppure una scuola universitaria di specializzazione, e seguire un tirocinio pratico di psicoterapia presso strutture convenzionate.

Lettino-dello-psicologo

Diventare uno psicologo : l’Albo degli Psicologi.

 

Superato questo percorso , la qualifica di psicoterapeuta andrà segnalata nell’Albo professionale tenuto dall’Ordine degli Psicologici. Il dato non è di poco conto, perché rappresenta un valore aggiunto per lo psicologo, oltre alla possibilità di intervenire in ambiti e situazioni di disagio comportamentale altrimenti preclusi alla sua attività. Gli allievi delle scuole di psicoterapia vengono invitati a sottoporsi a un esame personale per testare su sé stessi le varie tecniche di psicoterapia che dovranno applicare ai pazienti. Psicologi e psichiatri non sono obbligati ad effettuare questo percorso di autoanalisi e, pertanto, la loro professionalità in campo psicoterapeutico può sempre essere messa in discussione da professionisti specializzati che hanno, invece, seguito un iter formativo prettamente indirizzato alla psicoterapia. La formazione dello psicologo, dunque, per una maggiore completezza e competitività sul mercato, necessita senz’altro della formazione in psicoterapia. Il percorso formativo è arduo, lungo e impegna diversi anni, tra laurea specialistica, esame di Stato, scuola quadriennale e tirocinio formativo. In genere, uno psicologo psicoterapeuta completa il suo percorso professionale in un arco di tempo superiore ai dieci anni. Dopo questa lunga “gavetta” formativa si può pensare di fatto ad esercitare la professione di psicoterapeuta. Ma quali sbocchi offre questo ruolo così delicato?

psicologi

Lo psicoterapeuta in genere lavora presso un proprio studio privato, mentre lo psicologo, come già detto all’inizio del nostro reportage, può trovare sbocchi sia nel pubblico che nel privato. Anche lo psicologo/ psicoterapeuta, al pari del solo psicologo, può partecipare a selezioni di personale, sia pubbliche che private. Lo psicologo, sia specialistico che junior, può lavorare presso consultori pubblici; Sert, ovvero i servizi per le tossicodipendenze gestiti dal Servizio sanitario nazionale; ospedali, cooperative sociali e di assistenza e case di cura convenzionate con il SSN o private. Ulteriori sbocchi sono possibili anche nel settore privato, cioè presso aziende e società in cerca di esperti nella selezione del personale. La figura dello psicologo è molto richiesta dalle aziende del settore GDO, ma anche da gruppi industriali che si trovano a gestire migliaia di dipendenti e dove gli uffici per le risorse umane devono essere in grado di testare le abilità del capitale umano e di valutarle con il supporto degli psicologi. L’accesso a queste realtà avviene con metodi diversi: nel primo caso bisogna partecipare a dei concorsi pubblici, nel secondo bisogna rispondere agli annunci che frequentemente vengono pubblicati su siti e riviste dedicati alla ricerca di lavoro. Il lavoro di psicologo presso le aziende è spesso subordinato al possesso del requisito dell’esperienza, anche breve, nello stesso ruolo. Chi cerca psicologi da adibire all’ufficio risorse umane, può chiedere, infatti, che lo psicologo da assumere abbia un’esperienza anche breve nel ruolo richiesto. Collezionare esperienze di lavoro significative può rappresentare uno scoglio difficile da superare per lo psicologo appena abilitato, specie oggi, in tempi di perdurante crisi economica e finanziaria. L’esperienza si può sempre conquistare offrendo la propria collaborazione ad associazioni che operano nel campo del volontariato. A volte si tratta di un impegno volontario, appunto, e non retribuito, ma utile a sperimentare sul concreto la propria capacità professionale. L’avvio di uno studio privato è un’alternativa che va presa in considerazione quando non vi è possibilità di trovare posti disponibili nel settore pubblico o nelle aziende private. La richiesta di psicologi, da parte dell’utenza, proprio in questo particolare momento storico, è molto alta, ma non è supportata dallo stesso livello di opportunità di lavoro. I concorsi pubblici riservati agli psicologi offrono spesso solo un posto alla volta ed anche le offerte di lavoro delle aziende private si fermano alla ricerca di uno o al massimo due profili. Come si può notare, il numero delle offerte supera di gran lunga la domanda. L’avvio dello studio privato può quindi rappresentare una valida soluzione per inserirsi nel mercato del lavoro e per offrire consulenze ( a pagamento) ai privati cittadini, ma anche alle aziende.

 

Fonte di alcuni dati:

http://www.solaris.it/indexprima.asp?Articolo=1211

 

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

Donna.tuttogratis.it

Ecologiae.com

Articoli correlati:

  • Diventare psicologo. Aprire uno studio di psicologo.Diventare psicologo. Aprire uno studio di psicologo.    La recente situazione di crisi economica sta provocando gravissime conseguenze sociali e psicologiche, come l’aumento della disoccupazione e la crescita dei suicidi. I dati allarmanti […]
  • Aprire uno studio di psicologo. Diventare uno psicologo.Aprire uno studio di psicologo. Diventare uno psicologo. Dopo aver parlato del ruolo e dell’attività dello psicologo, vogliamo soffermarci sul percorso formativo che porta ad intraprendere questa professione. Il primo passo per diventare […]
  • La carriera di psicologo. Diventare psicologo.La carriera di psicologo. Diventare psicologo. Dopo aver appurato che l’avvio di uno studio privato può rappresentare una valida alternativa per lavorare come psicologo, viene anche da chiedersi quali siano le reali opportunità di […]
  • Diventare psicologo. Le tariffe applicate.Diventare psicologo. Le tariffe applicate. Con questo articolo si conclude la nostra lunga disamina dedicata alla professione dello psicologo. Per rendere maggiormente esaustivo questo tema vogliamo aggiungere altri dettagli che […]
  • Diventare uno psicologo. Aprire uno studio da psicologo.Diventare uno psicologo. Aprire uno studio da psicologo. Torniamo a parlare della professione dello psicologo esaminando ulteriori aspetti che possono essere utili ad avviare al meglio uno studio di consulenza psicologica. Nella scorsa puntata […]
  • Diventare agronomo. Terza parte.Diventare agronomo. Terza parte. Dopo aver dato uno sguardo alle caratteristiche generali delle professioni di agronomo e perito agrario, alle normative di accesso all’esercizio dell’attività, ai passaggi formativi da […]

Altri articoli :