Prendere decisioni.

febbraio 15, 2013 | Formazione personale

Una delle caratteristiche che contraddistingue le persone di successo da tutte le altre, è quella di saper prendere delle decisioni, in particolare, nei momenti di maggior tensione e difficoltà, quando l’ansia e la paura la fanno da padrone e talvolta, ‘gelano’ il protagonista impedendogli di vedere le cose come realmente stanno, presentandogli un quadro più fosco di quanto a volte possa essere nella realtà e questo, va ad influire sull’emotività dello stesso soggetto.

Il termine ‘decisionista’ non sempre si coniuga con il concetto di successo ma il ‘non prendere alcuna decisione’, il ‘continuo rinvio’ di ogni scelta, non consente il raggiungimento dei propri obiettivi (se mai esistono) e la conseguente possibilità di vivere una vita pienamente positiva.

Non basta rinviare ogni decisione per garantirsi un presente più tranquillo, sperando che poi tutto vada a posto da solo!

 1index

Cosa significa prendere decisioni negli affari.

Ogni imprenditore ed investitore deve continuamente affrontare una serie di situazioni piccole e grandi che richiedono quotidianamente delle scelte.

Posticipare certe azioni od illudersi che non approfondire determinati aspetti (problemi, decisioni da prendere, iniziative da portare avanti, ecc.) permetta di ‘fuggire’ dalla realtà, è pura fantasia.

Fuggire non serve nulla, peggiora solo le cose!

In teoria, tutti sono al corrente di questo principio ma in pochi poi, riescono a comportarsi in maniera coerente con questi concetti, affrontando giorno per giorno le priorità che devono essere gestite e sapendo dare una risposta a tutto.

Il tentativo di fuga dalle proprie responsabilità.

Quando pensiamo ad una persona che cerca di fuggire dalle proprie responsabilità, ci vengono in mente molti esempi:

il pirata della strada, l’uomo che mette in cinta la sua compagna e poi scappa, la madre che abbandona i propri figli, il comandante della nave che abbandona l’imbarcazione al suo destino mentre a bordo ci sono ancora i passeggeri, ecc..

In realtà, con questo comportamento si rischia solo di peggiorare le cose rendendo più precarie determinati equilibri/situazioni.

Come cercare di migliorarsi.

‘Se uno non ha coraggio non se lo può dare’. Con questa frase, Alessandro Manzoni nei Promessi Sposi ci ricordava una realtà che molte volte interessa tanti individui : la ricerca del coraggio.

Fare impresa significa disporre o ‘procurarsi’ ed anche ‘costruirsi’ quelle doti necessarie a gestire ogni situazione ordinaria e straordinaria che l’attività imprenditoriale impone di affrontare nel corso del tempo, anche in situazioni di emergenza e per nulla prevedibili.

Proprio in questi momenti diventa ancor più importante questa dote.

La vita tutti i giorni (e dall’altra, l’attività di imprenditori) rappresenta ‘una palestra’ continua che consente alle persone di ‘allenarsi’ attraverso un rafforzamento dell’atteggiamento positivo che è : il prendere decisioni assumendosi le responsabilità ed il saper anche gestire la scaletta delle priorità.

L’abitudine alla ‘responsabilità’, con il tempo si trasforma anche in attitudine alla capacità di prendere decisioni sviluppando ‘un metodo’ di azione e comportamento.

Se abituiamo la mente a gestire determinate situazioni di ‘crisi’, quando essa poi si troverà di fronte a contesti difficili, riuscirà meglio a gestire quelle criticità.

Prendere decisioni corrette, ponderate e sopratutto nei tempi giusti.

Non basta limitarsi a prendere decisioni.

Occorre maturare e sviluppare una capacità di analisi, fare la verifica della situazione e poi : agire!

L’azione finale, è la conseguenza di un insieme di iniziative che l’imprenditore ha messo in campo.

Vincere la pigrizia e la paura, passa anche attraverso un ‘metodo’ ed ‘una pratica’ che ogni persona ‘può rafforzare nel tempo.

Articoli correlati:

Altri articoli :