Vendere abiti di lusso usati. Usato griffato. Vendere accessori di lusso usati.

febbraio 13, 2013 | Fare impresa

Il business dell’usato griffato.

Il settore degli abiti e degli accessori di lusso pare non conoscere crisi.

Da una parte, i paesi considerati emergenti che stanno acquistando quantità crescenti di questi prodotti e che tendono a diventare sempre più l’obiettivo dei principali marchi della moda internazionale con l’apertura di migliaia di punti vendita e dall’altra, il segmento dell’usato che nei paesi occidentali tra cui l’Italia sta riscontrando un certo successo negli ultimi anni.

Il business dell’usato griffato ha due canali importanti :

  • la compra/vendita;

  • il noleggio.

Relativamente al primo caso, sono sorti negozi e boutique specializzati sia in capi di abbigliamento che di accessori ed anche fra i grossisti ed i distributori, è nato un importante giro di affari che deve rispondere alle richieste crescenti che giungono dai consumatori.

Nel campo del noleggio, in particolare per l’area accessori, la ricerca del prodotto ‘nuovo’ da sfoggiare (la borsa ad esempio) ha generato un importante giro di affari che si evidenzia sia attraverso i numerosi punti vendita tradizionali che mediante la Rete con la nascita di siti che offrono soluzioni per tutte le esigenze (sia come prodotti che per i prezzi).

Sono sorti numerosi siti Internet specializzati in beni ed accessori di lusso sia nel nuovo che nell’usato e questa tendenza, va a coprire ogni tipologia di bene.

 images

Esportare beni di lusso usati.

Se da una parte esistono importanti spazi per sviluppare questo di business in Italia e nei paesi di vecchia industrializzazione sia attraverso negozi che il Web, appare sempre più evidente come i mercati esteri, in particolare di alcuni paesi emergenti, possano rappresentare un vero eldorado anche nel settore dell’usato griffato.

Sviluppare un business in questo ambito, può significare :

  • avviare attività di vendita direttamente nei paesi dove si intende ‘vendere’ materialmente i prodotti;

  • sviluppare un’attività di esportazione di questi prodotti.

Riuscire a far coesistere la formula di vendita tradizionale che opera con negozi, magazzini, ecc. e l’impiego del Web con l’utilizzo di portali specializzati, anche a supporto della vendita tradizionale, dovrebbe rappresentare un modello di business vincente.

Creare una fiera dell’usato griffato.

Trovandoci di fronte ad una domanda elevata di ‘usato griffato’ ma anche dinanzi alla presenza di moltissimi utilizzatori che vogliono ‘cambiare e/o vendere questi prodotti/accessori, non sarebbe male creare delle fiere permanenti od itineranti dedicate a questo settore.

Attualmente, è possibile trovare nei mercati (mercatini rionali od altri che si tengono in particolari occasioni) moltissimo materiale presso alcuni commercianti.

La creazione di una vera e propria fiera(periodica od itinerante), un mercato specializzato che offra questi prodotti potrebbe essere un’idea da sviluppare con l’obiettivo di creare un punto di riferimento per tutti gli amanti di questo settore ed in cui concentrare anche i commercianti di questi prodotti.

In tempi di crisi del commercio, trovare idee innovative che vadano incontro alle vere esigenze del mercato è una necessità.

Articoli correlati:

Altri articoli :