Diventare mediatore. La mediazione nell’era di Internet.

marzo 31, 2013 | Redazionale

Buon lunedì,

l’economia, la politica, i rapporti sociali fra le persone ed i gruppi, ecc., tutto, senza eccezione di sorta, è influenzato dall’arrivo del Web che sta mutando e ridisegnando una serie di rapporti e regole che erano in essere sino a pochi anni fa.

Agenti immobiliari, partiti politici, assicuratori, grossisti, agenti di commercio, promotori finanziari, organizzazioni imprenditoriali, sindacati di varia natura, l’editoria tradizionale (giornali, televisioni, ecc.) ecc., giusto per fare qualche limitato esempio, da qualche anno, stanno subendo un’enorme trasformazione e per molti di loro, la crisi è diventata irreversibile.

Il crollo del fatturato per molte attività e la marginalizzazione di alcune professioni ed imprese, non è solo la conseguenza della crisi generale. Questo, è bene capirlo sin da subito!

In molti casi, stiamo assistendo ad un passaggio di fatturato, di pubblico e di consenso da alcune ‘vecchie aree’ in direzione di nuovi ‘modelli vincenti’.

Molte figure professionali (ed anche imprese e modalità di business di conseguenza) che per anni hanno rappresentato l’eccellenza, il modello ‘di riferimento’, stanno per giungere al capolinea, perlomeno, così come per decenni hanno operato e si sono imposti sul mercato.

Gli equilibri si sono profondamente modificati e NULLA, è più come prima!

 figoli-2-CIMG00733

La fine della mediazione tradizionale. Che cosa sta accadendo?

In un nostro precedente redazionale risalente ad ottobre del 2010, affrontavamo già il problema della crisi dell’intermediazione ad ogni livello e prendevamo atto che ogni operatore economico (e non solo) in maniera diretta od indiretta avrebbe dovuto adeguarsi ai nuovi mutamenti in corso d’opera ma anche fortunatamente ad una serie di vantaggi disponibili che avrebbero beneficiato tutti quei soggetti più attenti a cogliere le nuove opportunità derivanti da questi cambiamenti.

La crisi di istituzioni storiche come :

sindacati, partititi politici, forme di rappresentanza organizzata, giornali tradizionali, associazioni professionali, ecc., come del resto è testimoniato dal recente contesto che si è creato in Italia, è solo la conseguenza di un processo di cambiamento irreversibile e rapido che sta attraversando la nostra società in maniera orizzontale, andando ad influenzare ogni comparto della vita economica e sociale.

Non è una fase transitoria fine a se stessa!

Stiamo vivendo un periodo di grandi cambiamenti che andranno a delineare nuovi equilibri economici e sociali.

Rimanere alla ‘finestra’ può solo significare : essere tagliati fuori dalle nuove e crescenti opportunità.

Volendo semplificare, è un po come l’arrivo dell’autostrada negli anni passati quando le nuove rotte, hanno rimesso in discussione una serie di equilibri mettendo in crisi una serie di attività commerciali situate lungo le strade tradizionali e spostando il business (anche incrementandolo in termini complessivi) verso altre vie di comunicazione.

Come trarre vantaggio da tutto ciò?

Questa forse è la domanda più appropriata.

Chi si illude di ‘resistere’ ai mutamenti, senza fare un tentativo di adeguarsi alle nuove esigenze, alle nuove modalità di consumo di qualunque genere(di alimenti, dell’informazione, relativamente ai rapporti ed alle relazioni umane, ecc.), verrà travolto in tempi rapidi.

Si aprono quindi ampie prospettive per coloro che sapranno cogliere questi cambiamenti in maniera ottimistica, agendo con modalità del tutto nuove.

Non si ferma il cambiamento!

Questo, si può gestire e se ne può trarre vantaggio, oppure, si viene emarginati.

Buon lavoro.

Andrea Figoli

Articoli correlati:

  • I cambiamenti : opportunita’ e paure dietro la crescita di Internet.I cambiamenti : opportunita’ e paure dietro la crescita di Internet. Internet e' la protagonista di molti dei cambiamenti che l'economia sta vivendo in ogni settore anche se il Web viene ancora troppo ricordato quando si parla dei soliti pochi argomenti […]
  • Cogliere ora le opportunità : ‘tempus fugit.’Cogliere ora le opportunità : ‘tempus fugit.’ Buon lunedì,   ascoltando involontariamente i discorsi di due signore sedute ad un tavolino di un bar accanto al mio, mi sono reso conto di quanto siamo bravi a raccontarle […]
  • Il mediatore.Il mediatore. Provate a guardarvi intorno e rendetevi conto che cosa è cambiato per chi opera nel campo dell'erogazione di molti servizi, oltre che nel campo della pura mediazione. Negli ultimi dieci […]
  • Uscire dagli schemi.Uscire dagli schemi. Buon lunedì, guardatevi intorno, quante sono le persone meritevoli di successo tra quelle che conoscete? Parecchie? Magari, si tratta di donne e uomini che avete avuto modo di […]
  • Cogliere le opportunità.Cogliere le opportunità. Cambiare In quanti sanno o vogliono davvero farlo? E' sufficiente ascoltare ciò che la gente, di ogni età, estrazione e sesso esprime, per capire come il lamento sia ormai sempre più […]
  • Che attività aprire.Che attività aprire. Periodicamente, nascono delle attività (in genere commerciali) che 'esplodono' (nel senso del numero massiccio di aperture in pochissimo tempo) portando all'avvio di migliaia di punti […]

Altri articoli :