Non pagare i debiti. Uscire dai debiti.

marzo 26, 2013 | Fare impresa

Nel corso della prima parte abbiamo visto come il contesto economico (e sociale) stia mutando e lo stesso sta accadendo anche per quanto riguarda l’atteggiamento degli imprenditori e professionisti di fronte alla gestione dei debiti e crediti aziendali.

Le difficoltà ed in cambiamenti che sono avvenuti( e tra l’altro si sono ampliati) in questi anni, hanno profondamente modificato certi ‘meccanismi’ ed anche conseguentemente, gli stessi modi di agire di molti soggetti imprenditoriali.

Accade sempre più che onesti ed integerrimi imprenditori per ‘sopravvivere’ siano obbligati a proporre accordi e trattative ai propri creditori per raggiungere un compromesso a ‘stralcio’ della situazione debitoria pagando solo una parte del dovuto.

Per alcuni imprenditori, questo sarebbe stato impensabile solo 4 o 5 anni prima ma la situazione che si è aggravata ha stravolto molte consuetudini e certezze del passato.

Lasciamo la parola ad un imprenditore che ci porterà la sua testimonianza sul problema dei debiti e sulla difficoltà a riscuotere i credito.

‘Salve a tutti, sono Giovanni e faccio l’imprenditore nel settore artigianale da oltre 25 anni.

Non ho mai avuto grossi problemi sino a circa 5/6 anni fa.

La mia posizione debitoria era sino ad allora costituita da mutui e leasing che pagavo regolarmente grazie ad un fatturato che nel tempo è andato rafforzandosi ed anche ad un flusso di cassa costante che mi consentiva di ottemperare ai miei impegni.

Tutto è cambiato nel giro di solo un anno.

L’esposizione debitoria si è accresciuta, i crediti sono aumentati a seguito della difficoltà dei clienti a pagarmi e dall’altra, le banche hanno tagliato il credito che concedevano ai loro correntisti, compreso il sottoscritto..

A questo, aggiungiamo il crollo del fatturato della mia attività.

Un insieme di fattori che hanno fatto ‘esplodere’ quelle sicurezze in cui per anni abbiamo lavorato e gestito le nostre imprese.

 index

Per sopravvivere io come altri, ho dovuto tagliare e tagliare molti costi e dall’altra, rivedere molti di quelli che nel corso di anni hanno rappresentato i fondamenti della mia attività di imprenditore.

Lasciare a casa un dipendente perché manca lavoro, non era mia accaduto ne a me e neanche a mio padre che aveva fondato l’impresa.

Cercare un accordo per pagare solo una parte del mio debito con un fornitore, lo avrei considerato offensivo della mia dignità di persona onesta (come si fa a non pagare il dovuto?), eppure, ho trattato con due creditori per saldare a stralcio due importanti debiti che non riuscivo a pagare, arrivando a risparmiare un terzo di quanto dovevo.

Ho venduto uno degli appartamenti intestati alla ditta per evitare che fosse pignorato da Equitalia e riuscire così a recuperare denaro e garantirmi della liquidità.

Mai avrei pensato di ridurmi a certi comportarmi che seppur non NON SONO ILLEGALI, neanche sono troppo signorili.

Ho anche ritardato i miei pagamenti con fornitori, pur sapendo che li avrei messi nei guai ma non avevo scelta!

Se avessi pagato loro non avrei potuto saldare i dipendenti e quindi, a malincuore ho dovuto fare delle scelte.

Sopravvivere ai debiti è diventata un’esigenza e con il tempo (e lo vedo anche dai miei colleghi), impari a gestire giorno dopo giorno la tua impresa, muovendoti quotidianamente in base alle situazioni contingenti.

Mi sento a volte un po’ un vu cumprà che vive alla giornata ma se non avessi ‘cambiato’ atteggiamento, oggi sarei fallito, invece nonostante mille difficoltà, continuo a garantire lavoro ad un certo numero di dipendenti e mantengo attiva la mia impresa.’

Ringraziamo il nostro ospite e la sua ‘franchezza espositiva’ che rappresenta lo specchio di tante realtà che in questa fase stanno ‘resistendo’ ad oltranza in alcuni settori molto colpiti dalla crisi.

Articoli correlati:

  • Uscire dai debiti. Pagare a stralcioUscire dai debiti. Pagare a stralcio Il livello di indebitamento delle imprese, dei professionisti e di ogni operatore economico ha raggiunto quote eccezionali in questi ultimi tempi in concomitanza con l'acuirsi della crisi […]
  • Errori imprenditoriali : indebitarsi troppo.Errori imprenditoriali : indebitarsi troppo. Nelle prime due puntate, abbiamo evidenziato quanto sia deleterio accedere in maniera sconsiderata al credito bancario in alcune fasi della gestione dell'impresa, in particolare, per […]
  • Non pagare i debiti.Non pagare i debiti. Buon lunedì, c'era una volta un Paese dove i debiti erano di regola onorati e chi non lo faceva, 'finiva alla gogna', considerato di conseguenza, una persona poco seria e 'tenuta pertanto […]
  • Uscire dai debiti. Evitare i debiti fiscali.Uscire dai debiti. Evitare i debiti fiscali. Nelle tre puntate precedenti, abbiamo ampiamente descritto nelle varie componenti come nel business che si porta avanti, perché occorre imparare a gestire il proprio bilancio attentamente […]
  • Mettersi in proprio con successo : evitare l’indebitamento eccessivo!Mettersi in proprio con successo : evitare l’indebitamento eccessivo!   Uno dei problemi principali delle aziende italiane ad ogni livello : piccole, medie e grandi è il continuo e massiccio utilizzo (e talvolta errato) accesso al […]
  •  Uscire dai debiti! Uscire dai debiti! 'Non tutte le ciambelle riescono con il buco'! E non tutte le imprese hanno successo ed anche quando lo ottengono, non è per sempre! Queste enunciazioni semplici e 'popolari', ci aiutano […]

Altri articoli :