Aprire una palestra.

aprile 12, 2013 | Fare impresa

La cura del corpo rientra fra le priorità che le persone pongono nella lista dei bisogni personali.

Il budget destinato a questo tipo di servizi, nonostante i tagli ed i risparmi che molti hanno attuato a causa della crisi, continua ad essere una cifra importante.

Anche in tempi di ‘tagli’, la palestra ed altre tipologie di attività similari, riescono a ‘resistere’ mantenendo un giro di affari importante.

Certamente, in questi anni si sono evolute alcune abitudini, sono state adottate nuove forme di marketing e di promozione per attirare sempre nuovi clienti, ecc. ma l’impianto generale di questo business rimane sostanzialmente invariato.

Aprire una palestra. Da dove cominciare.

La scelta della localizzazione dell’attività rappresenta un elemento base per ogni tipo di business ed anche la palestra segue queste regole.

Diventa quindi importante riuscire ad individuare un’area (un quartiere, una via, un comune, ecc.) che presenti ancora spazi di mercato validi e nello stesso tempo, risponda ad una serie di criteri :

la dimensione dell’immobile e la fattezza. Cioè, individuare uno spazio che permetta di esercitare le attività previste e che disponga già di una serie di servizi (area bagni, zona spogliatoi, alcune aree logisticamente organizzate per svolgere certe attività, ecc.) o comunque, possa essere adattabile facilmente senza grandi investimenti;

costi di locazione e di gestione connessi (spese condominiali, costi di riscaldamento, eventuali lavori di manutenzione per riadattarlo, ecc.). E’ bene definire sin da subito, anche attraverso un piano, i costi di gestione ordinari fissi legati a queste voci;

disponibilità di un’area per il parcheggio. Poter accogliere centinaia di persone fra clienti, collaboratori, visitatori, richiede anche questo tipo di utilità.

accessibilità della palestra da vari punti vista (collegamenti alle vie di comunicazione, distanza da altre zone da cui potrebbero giungere dei clienti, spazi per l’entrata e l’uscita dalla stessa palestra autonomi e gestibili in maniera indipendente da altri, ecc.);

ecc..

 3index

Aprire un centro fitness . La definizione del target.

Con questo termine si indica :

la tipologia di clienti dal punto di vista della capacità socio economica. Esistono sul mercato una serie di offerte da palestre che presentano alcune differenti soluzioni in base al prezzo ed alla qualità dei servizi offerti.

Una cosa è offrire pacchetti all incluse a 35 euro al mese, altro, è presentare proposte di abbonamenti che ruotano intorno ai 100, 150 euro al mese.

gli obiettivi (le aspettative) che questa clientela si pone.

Il segmento di clientela identificato per età, abitudini, ecc..

In pratica, esistono clienti (o meglio, gruppi di clienti) che puntano all’agonismo, al raggiungimento di determinati livelli di preparazione mentre altri, frequentano la palestra per socializzare, passare del tempo libero in compagnia, effettuare alcuni esercizi di mantenimento, ecc..

Le strategie di marketing. Come trovare nuovi clienti.

Le palestre in questi anni hanno puntato molto su una strategia di sconti, promozioni, abbonamenti all incluse, unite anche ad alcune modalità di ‘fidelizzazione’ del proprio parco clienti, con l’obiettivo di rispondere ad una concorrenza che nel tempo si è fatta sempre più ‘battagliera’.

Accanto ai depliant, manifesti ed altre forme di promozione tradizionale, i centri fitness hanno messo in campo sinergie con altre attività, aumentato le collaborazioni di vario tipo e molte di queste imprese, hanno sempre più puntato su forme di marketing personalizzato, offrendo ai singoli clienti delle soluzioni mirate ad hoc.

Si continua nella seconda parte.

Articoli correlati:

Altri articoli :