Come aprire un salone di parrucchiere.

Diventare parrucchiere. Quarta parte.

May 23, 2013 | Fare impresa

Dopo aver completato il percorso formativo, il parrucchiere si trova di fronte a un bivio: mettersi in proprio o lavorare come dipendente presso un salone. La scelta tra le due opzioni lavorative solitamente dipende dal contesto in cui il parrucchiere si trova a vivere, dal budget disponibile per l’investimento di impresa e dalla distribuzione della concorrenza. In un piccolo paese dove è più difficile lavorare come dipendente di un salone, conviene scegliere la via del lavoro in proprio; in una grande città con un elevato numero di saloni, conviene mettersi alle dipendenze di altri parrucchieri. Le scelte appena descritte si possono tranquillamente ribaltare anche perché tutto dipenderà dagli obiettivi professionali del parrucchiere, dalle sue aspirazioni e dalla sua bravura. Quest’ultima, poi, è fondamentale per battere la concorrenza e per avviare un’attività in proprio.

shampoo

APRIRE UN SALONE DI PARRUCCHIERE.

La creazione di un salone di parrucchiere richiede anche un forte spirito imprenditoriale, una grande ambizione e la volontà di sacrificare molte ore di lavoro all’interno del negozio. Il parrucchiere, infatti, non guadagna solo sulla qualità dei suoi lavori, ma anche sulla quantità. Quando si decide di avviare un negozio di parrucchiere bisogna avere presente proprio questo aspetto del lavoro. A confermare le nostre affermazioni, anche il fatto che molti saloni di parrucchiere lavorano ad orario continuato effettuando turni con altri soci, colleghi o collaboratori. Nel lavoro del parrucchiere conta moltissimo il gioco di squadra, specie se si lavora con un notevole bacino di clienti. Ecco perché nella scelta della forma giuridica del negozio di parrucchiere molti preferiscono la società. Persiste anche la ditta individuale, ma questa forma giuridica è maggiormente diffusa nei piccoli centri, mentre nelle città non è raro vedere saloni di acconciatura in forma di Srl. Tra i parrucchieri sono molto diffuse anche le società di fatto, cioè create senza atto costitutivo, ma tramite un accordo verbale tra due parrucchieri che decidono di lavorare assieme. Talvolta il negozio di parrucchiere può essere anche a gestione familiare, dove fratelli o sorelle debitamente formati, esercitano l’attività dividendosi precisi ruoli e mansioni, come parrucchiere, sciampista ed estetista. Un salone in grado di offrire servizi aggiuntivi, ma pur sempre legati alla bellezza ed all’aspetto fisico, può incrementare notevolmente il suo business rispetto a uno che si dedica solo al taglio ed alla piega. Le possibilità di fatturato crescono per gli acconciatori per donna, dove le prestazioni da offrire sono molto più numerose ( trucco, manicure, piega, shampoo e taglio). Nella scelta delle dimensioni del negozio peseranno anche tutti i fattori che abbiamo appena indicato, ovvero bacino di clienti, localizzazione e servizi offerti. L’avvio del negozio in proprio rappresenta per il parrucchiere il passo fondamentale verso una professione creativa che ha molti risvolti imprenditoriali ed artigianali.

salone_acconciature

COME APRIRE UN SALONE DI PARRUCCHIERE.

Le formalità per avviare un negozio di parrucchiere sono tante e tutte regolate dalle norme comunali. Il parrucchiere, infatti, è sottoposto alle stesse norme igieniche a cui sono sottoposti gli estetisti. L’iter burocratico di avvio del negozio comprende dunque, il rilascio della partita Iva, l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane tenuto dalla Camera di Commercio e l’ apertura della posizione Inps ed Inail. Tutte queste procedure sono ormai estremamente semplificate grazie alla Comunicazione Unica, cioè grazie all’invio telematico di un’unica documentazione al sito della Camera di Commercio, tramite il quale si otterranno anche numero di Partita Iva e posizione Inps ed Inail. Presso il comune dove ha sede l’attività si deve invece presentare la Scia, Segnalazione certificata di inizio attività. I moduli vanno scaricati dai siti del Comune o della Regione e vanno consegnati allo Sportello Unico per le Attività Produttive. Per l’apertura del negozio è indispensabile essere in possesso dell’attestato di qualifica professionale rilasciato dalla Commissione Provinciale per l’Artigianato. Il possesso dell’attestato è richiesto per il titolare della ditta individuale, per il socio unico della Srl, per la maggioranza dei soci della Snc e per i soci accomandatari della Sas. Per le Srl non artigiane, la qualifica deve essere posseduta dal direttore d’azienda appositamente nominato dal titolare. L’apertura di un salone di parrucchiere richiede anche il possesso dei requisiti morali richiesti anche per la partecipazione ai pubblici concorsi. In caso di società bisogna anche presentare la certificazione antimafia, obbligatoria per tutti i soci delle Snc, per tutti i soci accomandatari delle Sas e per l’amministratore unico di Srl o presidente e consiglieri di Srl ed Spa.

 

Fonte di alcuni dati:

 

http://www.sportellounico-destrasecchia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=52:aprire-un-negozio-di-barbiere-parrucchiere&catid=64:attivita-artigianali&Itemid=64

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

Tigulliovino.it

Unideaperlatesta.it

Articoli correlati:

  • Aprire un negozio di parrucchiere.Aprire un negozio di parrucchiere.
    Nella scorsa puntata abbiamo sinteticamente analizzato il percorso burocratico che porta all’avvio di un negozio di parrucchiere. Per ulteriori informazioni su questo aspetto, si consiglia di consu...
  • Aprire un salone di parrucchiere. Diventare parrucchiere.Aprire un salone di parrucchiere. Diventare parrucchiere.
    Bentornati al secondo appuntamento con il reportage dedicato a diventare parrucchiere o parrucchiera. Nella prima parte, abbiamo esaminato le peculiarità e le caratteristiche generali di questo pro...
  • Come diventare parrucchiere.Come diventare parrucchiere.
    Dopo aver ampiamente parlato del ruolo e delle caratteristiche del parrucchiere, passiamo ad occuparci nel dettaglio del suo percorso formativo. Nella scorsa puntata avevamo, infatti, promesso che ...
  • Come aprire un negozio di parrucchiere.Come aprire un negozio di parrucchiere.
    Con questo articolo si conclude il nostro lungo excursus sulla professione di parrucchiere. Come già accennato a conclusione della scorsa puntata, vogliamo soffermarci sulle opportunità di finanzia...
  • Diventare parrucchiere. Aprire un salone di parrucchiere.Diventare parrucchiere. Aprire un salone di parrucchiere.
    Il mondo dell’estetica e della bellezza è fonte di business per moltissime professioni. Mai come in questi ultimi anni si è prestata così tanta attenzione all’aspetto fisico ed estetico. Un’attenzi...
  • Aprire un’attività. Come aprire un negozio.Aprire un’attività. Come aprire un negozio.
    Aprire un negozio, un'impresa artigianale, ecc., è un sogno che si desidera vivere ma rappresenta anche un importante e certosino lavoro di preparazione a cui l'imprenditore si deve sottoporre per ...

Altri articoli :

Comments (1)

 

  1. [...] scorsa puntata abbiamo sinteticamente analizzato il percorso burocratico che porta all’avvio di un negozio di [...]

Leave a Reply

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.