Allevare conigli da carne.

luglio 17, 2013 | Fare impresa

L’allevamento dei conigli è un’attività agricola che da sempre ha trovato spazio nell’ambito delle piccole e medie realtà.

Il coniglio, è stato spesso concepito in passato come una macchina da carne in grado di riprodursi rapidamente, nutrendosi di alimenti vari di natura vegetale che sono disponibili facilmente all’interno di una qualsiasi impresa agricola tradizionale : foraggio, cereali, ecc..

Nel corso della prima puntata, abbiamo analizzato una serie di questioni legate all’allevamento di animali da carne e da compagnia, due campi alquanto differenti, sia per la formula di business che per le criticità ed opportunità che contraddistinguono le due anime.

Ora, proseguiamo con gli altri punti.

Allevare conigli da carne. La gestione del business.

Il punto chiave di ogni tipologia di business (tutti), è sempre quello connesso al raggiungimento di un buon livello di redditività, creando quindi un’impresa che sia capace di fornire dei risultati positivi e nel contempo, anche consentire all’allevatore di gestire con continuità il proprio business.

 index

Il punto debole di un allevamento di conigli da carne cosiddetto ‘biologico’, è dato dalla maggior difficoltà (in taluni casi) a commercializzare un prodotto certamente superiore dal punto di vista qualitativo ma non sempre facile da far riconoscere al consumatore finale.

Raggiungere infatti il consumatore finale, saltando alcuni passaggi intermedi, è l’obiettivo di tantissime imprese agricole che devono confrontarsi con i grandi impianti di produzione che sono organizzati quasi a livello industriale, dove tutto è standardizzato e l’imprenditore a volte corre il rischio di appiattirsi al ruolo di semplice gestore.

Allevamento coniglio nano.

Mentre nell’allevamento del coniglio nano, l’imprenditore punta a crearsi una rete ampia e diffusa di contatti per garantirsi il maggior numero di potenziali acquirenti, anche con l’uso del Web e dei social network, nel caso di allevamenti di conigli da carne, alcuni piccoli allevatori prendono contatto con i vari punti vendita dove distribuire la propria produzione per ottenere margini migliori.

 Allevare conigli da carne. Le criticità.

Tra gli aspetti critici di un allevamento di conigli, vi è certamente quello legato alla ‘delicatezza’ dell’animale.

Infatti, se da una parte il coniglio è famoso per la sua prolificità, dall’altra, si tratta anche di una bestiola vulnerabile da parte di malattie che arrivano anche a sterminare interi allevamenti.

Alcuni allevatori di vecchia data, raccontano spesso di quando hanno perso moltissimi capi nel giro di poco tempo a cause delle malattie degli animali.

Quindi, se da una parte è facile aumentare e far crescere il numero delle fattrici e dei capi allevati, dall’altra, i rischi di veder decimare il proprio allevamento, è sempre presente.

 Come allevare conigli. Gli investimenti ed i costi di gestione.

Anche in questo tipo di impresa occorre prevedere un piano per gestire la fase di progettazione ed avvio dell’attività.

E’ possibile avviare l’impresa (anche per l’allevamento dei conigli nani) in modo graduale, investendo delle cifre contenuti e far crescere l’attività in un determinato tempo, in modo da imparare ‘la professione’ ed evitare errori dettati dall’inesperienza.

Trattandosi di un’attività agricola, è bene sempre rivolgersi alle associazioni di categoria (Coldiretti, Cia, Confagricoltura, ecc.) che aiuteranno il neo imprenditore ad avviare la propria impresa dal punto di vista fiscale ed amministrativo.

Per quanto riguarda le risorse, occorre disporre di un’area con del terreno e sopratutto un edifico in cui ospitare gli animali.

L’acquisto delle gabbie e di una serie di strumenti per la pulizia e consentire l’alimentazione degli animali, rappresentano le cose basilari per iniziare, oltre naturalmente a dover disporre delle fattrici e dei capi necessari per sviluppare numericamente il proprio allevamento.

Tra i costi di gestione, in particolare, ricordiamo quelli relativi ai costi dei mangimi e alle cure mediche/veterinarie.

Si consiglia in ogni caso la visita a qualche allevamento che opera da anni per raccogliere idee, suggerimenti utili in particolare durante la prima fase.

Articoli correlati:

  • Come allevare conigli.Come allevare conigli. Torniamo a parlare di business agricoli, in particolare nel settore dell'allevamento. Un tipo di allevamento 'molto diffuso' in Italia fra i piccoli imprenditori agricoli nei decenni […]
  • Selezionare.Selezionare. buon lunedì, arriva il momento per molte imprese e professionisti (in particolare, durante i momenti di crisi e di forte ristrutturazione) di effettuare una selezione della loro […]
  • Riposizionare un’attività.Riposizionare un’attività. Rilanciare un business, richiede la messa in atto di una serie di azioni/elementi : la capacità di analisi; il coraggio di rimettere in discussione anche tutta una serie di certezze […]
  • Aprire un allevamento di lumache.Aprire un allevamento di lumache. Torniamo sulla 'terra'(in tutti i sensi), dopo esserci occupati per molto tempo di business tecnologici e di settori innovativi. Parliamo di agricoltura ed in particolare, di uno […]
  • Aprire un allevamento di pesci.Aprire un allevamento di pesci. Parlare di tutti quei business che in futuro occuperanno uno spazio maggiore non è sempre semplice, anche se in alcuni casi è abbastanza facile individuare determinati settori o segmenti, […]
  • Idee per mettersi in proprio.Idee per mettersi in proprio. E' meglio trovare delle idee nuove per mettersi in proprio, oppure, provare ad inventarsi delle modalità innovative nell'ambito della gestione anche in direzione di alcuni settori che […]

Altri articoli :