Dove aprire un’attività all’estero.

agosto 30, 2013 | Fare business all'estero

Sono in crescita gli imprenditori e quegli investitori che guardano all’estero con sempre maggior interesse.

Si tratta di una moltitudine di soggetti ampia e variegata che non è facile schematizzare e ridurre ad alcune categorie standard.

Le motivazioni e le condizioni di partenza di questi soggetti, talvolta, sono molto differenti e così, diventa importante provare a definire una serie di linee guida che andranno poi personalizzate per le rispettive necessità dei singoli.

Nel corso della prima puntata, abbiamo cominciato a considerare la questione legata al trasferimento all’estero di capitali ed imprese e quindi, a tutte quelle valutazioni che occorre considerare in questo tipo di iniziative.

Pertanto, si è stilato un elenco di punti che ora andremo a verificare singolarmente.

Dove aprire un’attività all’estero. Le risposte che occorre darsi.

Ci capita sempre più spesso di ascoltare un insieme di soggetti che hanno deciso di trasferirsi in Brasile o altri che al contrario che puntano alla Romania oppure, guardano alla Tunisia, ecc., ma quali sono in realtà le motivazioni che spingono (o diciamo meglio : dovrebbero spingere le persone a prendere una decisione in una direzione o nell’altra?).

Proviamo ora ad approfondire le linee guida indicate nel corso della puntata scorsa.

images

 

Aprire un’impresa all’estero :

 

quali sono gli obiettivi che un imprenditore/investitore si pone?

 In sostanza, perché si desidera andare via?

Questo, è il primo punto a cui un soggetto dovrebbe rispondere.

Talvolta, le ragioni di un cambiamento di vita non sono sempre chiare, in alcuni casi invece, ci sono eccome ma non tutti gli obiettivi sono in realtà esposti.

La scelta di cambiare radicalmente vita o di impegnare una quota consistente dei propri capitali in un’impresa(investimento) che talvolta è ad alto rischio, deve essere combinata con delle vere motivazioni le quali, non possono essere mai sottintese.

Quando ad esempio si decide di spostare un’intera azienda all’estero dopo decenni di presenza in Italia e quindi : dover ripartire da zero con un insieme di aspetti e questioni legate alla produzione ma anche al mercato, bisogna avere in mente che nasceranno una serie di aspetti non sempre facile da gestire che potrebbero influire sul business stesso (ad esempio : che impatto potrebbe avere lo spostamento sulla logistica e sulla distribuzione dei prodotti e servizi?).

Insomma, prima di mettere in atto delle decisioni definitive che certamente andranno a cambiare la propria vita (si spera in meglio ovviamente), serve essere chiari e sinceri con se stessi e rispondere ad una domanda concreta, cioè :

perché si effettua una determinata scelta?

Come poi vederemo successivamente ascoltando una testimonianza, questo aspetto(cioè : rispondere a questo quesito) è basilare se si vuole intraprendere un cammino vincente.

Nel corso della terza parte, andremo a verificare gli altri punti.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :