Sopravvivere alla crisi. Aziende che resistono.

agosto 4, 2013 | Redazionale

Buon lunedì,

cosa stanno facendo le imprese italiane per sopravvivere?

Proviamo in questo post a cominciare ad osservare ed analizzare i comportamenti che in questi anni sono stati maggiormente adottati da molti imprenditori ed amministratori di imprese per sopravvivere in una fase di difficoltà generale.

E’ bene subito dire che la maggior parte delle azioni portate avanti in tante imprese sono perfettamente legittime ed in linea con la correttezza ‘formale’ e ‘sostanziale’.

Altre linee di condotta invece, tra l’altro anche crescenti (in termini numerici e quantitativi), tendono a ‘salvaguardare’ gli interessi dell’impresa e dell’imprenditore ‘ad ogni costo’, anche adottando sempre di più alcuni comportamenti (strategie) al limite del ‘corretto’, sia dal punto di vista ‘normativo'(legale) che della cosiddetta ‘morale/etica’.

images

 

La sopravvivenza(di un’impresa, di un imprenditore come persona), passa purtroppo talvolta ‘sopra’ a molte regole ed al lato pratico, stiamo sempre di più assistendo a determinati comportamenti che alcuni di questi imprenditori (per loro stessa ammissione) sino a 4 o 5 anni prima, mai si sarebbero sognati di intraprendere.

Sopravvivere alla crisi. Che cosa sta accadendo.

E’ bene parlarci chiaro, molti imprenditori ‘schiacciati’ dagli effetti della crisi e da tutta una serie di conseguenze collaterali, stanno ‘inventandosi’ soluzioni di ogni tipo per riuscire a sopravvivere in un ‘ambiente’ sempre più accidentato.

Vediamo ora di elencare un insieme di ‘strumenti’ adottati da moltissimi imprenditori in questo periodo.

Tra i cosiddetti metodi ‘corretti’ (se possiamo usare questo termine) :

rinvio degli investimenti a data da definire;

rinvio dei pagamenti verso fornitori;

esternalizzazione di alcune funzioni od all’opposto, per far lavorare i propri dipendenti, riportare all’interno dell’azienda una serie di competenze e lavorazioni;

ricontrattare tutta una serie di accordi con fornitori di vario tipo con l’obiettivo di abbassare i costi di una serie di acquisti;

ridurre il personale allo stretto necessario;

delocalizzazioni produttive. Quando l’impresa per sopravvivere è costretta a spostare parte o totalmente la produzione in un altro paese;

ecc..

 

Aziende che resistono. I metodi al limite del corretto.

Sono purtroppo anche in aumento quegli imprenditori che adottano in misura crescente strategie mirate a ‘ridurre costi’ in maniera però non sempre corretta. Tra questi :

proporre a fornitori il saldo di una sola parte del dovuto, facendo capire che in caso contrario, ci potrebbe essere un insoluto(quasi un ricatto studiato a priori);

la gestione di fallimenti pilotati;

il ritorno al ‘nero’, cioè, a creare un giro di lavoro ‘non fatturato’ per garantirsi un utile ‘vero’ a scopo di sopravvivenza;

utilizzare contratti di assunzione non sempre in ‘regola’, mascherandosi dietro formule tipo : stage, collaborazioni, partite iva, ecc.;

ecc..

Nei prossimi giorni, ascolteremo in alcuni post dedicati, la testimonianza di vari imprenditori(che ovviamente non hanno voluto comparire con il proprio nome) che in questo momento stanno ‘barcamenandosi’ in tutti i modi per ‘tirare avanti’, inventandosi talvolta delle soluzioni ‘tampone’, talvolta, al limite della correttezza.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • Resistere alla crisi. Imprenditori che resistono.Resistere alla crisi. Imprenditori che resistono. Le imprese che 'resistono' sono veramente tante ogni giorno e questo aspetto, è diventato anche il nome di un'associazione di imprenditori ma nella realtà di tutti i giorni, la […]
  • Sopravvivere alle tasse. Sopravvivere alla crisi.Sopravvivere alle tasse. Sopravvivere alla crisi. Buon lunedì, non è ancora chiaro se sia più prioritario cercare di sopravvivere alla crisi oppure, sopravvivere alle tasse ed ai nuovi balzelli che ogni giorno vengono 'inventati' per […]
  • Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi.Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi. Idee redditizie contro la crisi :aprire una agenzia di divorzi. Torniamo a parlare di quelle attività che vedono crescere il proprio business mese dopo mese in maniera esponenziale: […]
  • Mollare o tenere duro?Mollare o tenere duro? Buon lunedì, proviamo oggi ad andare un po controcorrente rispetto ai luoghi comuni assai diffusi, tra i quali, c'è anche quello che prevede che nei casi in cui i nostri sforzi in […]
  • Idee per aprire un’attività : osservare la pubblicità.Idee per aprire un’attività : osservare la pubblicità. Buon lunedì, Ci sono momenti, in cui i programmi televisivi, sono di un tale basso livello di interesse che l'unica cosa si riesce guardare, è giusto la pubblicità (un […]
  • Professione call centerProfessione call center Alzi la mano chi non è mai stato contattato al telefono da signorine che proponevano una nuova linea telefonica od un sondaggio commerciale? Praticamente noi tutti, siamo continuamente […]

Altri articoli :