Allevare tacchini.

settembre 3, 2013 | Fare impresa

Il tacchino è un animale di allevamento molto apprezzato per la sua carne ed in Italia, nel corso degli anni, ha ‘guadagnato’ un proprio spazio crescente all’interno del segmento appartenente alle cosiddette ‘carni bianche’ accanto ai tradizionali : polli, galline, ecc..

Sono nati di conseguenza moltissimi allevamenti di tacchino in tutta Italia di differente dimensione e gestiti in base a due modalità principali :

gli allevamenti di tipo ‘industriale’ o comunque, quelli organizzati per massimizzare gli utili e razionalizzare al massimo ogni funzione organizzativa e gestionale;

i piccoli allevamenti di tacchini che rientrano nella categoria ‘amatoriali’, ‘biologici’ o ‘micro allevamenti’.

2index

 

Allevare tacchini. Aprire un allevamento industriale.

Gli allevamenti principali, sono gestiti direttamente da imprenditori agricoli o ‘gerenti’ che operano per conto di imprese industriali del settore della carne e di fatto, funzionano secondo una ‘formula’ standard che prevede tempi e modalità collaudate in tutte le fasi della crescita, alimentazione, cura ed infine vendita del prodotto.

Dalla riproduzione alla distribuzione, in questi allevamenti, tutto è standardizzato e così, i costi di produzione sono abbastanza prevedibili (a parte alcune voci : energie e mangimi che possono variare per cause ‘esterne’).

Un altro fattore straordinario che incide negativamente in questo tipo di impresa, è quello legato alla moria/epidemie improvvise di questi animali che vivendo a stretto contatto, provoca (quando raramente accade) gravi ripercussioni sul fronte economico.

In questo tipo di allevamento quindi, incontriamo due tipologie di gestori :

l’allevatore indipendente che è il proprietario della struttura (terreno, capannone, impianti vari, ecc.) e che vende i prodotti in esclusiva ad un distributore importante;

il gestore dell’impianto.

Si tratta di una figura a metà fra l’operaio agricolo ed il gestore indipendente.

In pratica, accade che molte imprese alimentari investano nella realizzazione di questi impianti e diano successivamente in affidamento la gestione di queste strutture a ‘conduttori indipendenti’ che operano direttamente per conto dell’impresa titolare dell’impianto anche se poi, sul piano amministrativo e fiscale risultano come dei professionisti/gestori esterni.

Per l’industria/il distributore alimentare, si tratta di una formula che consente l’approvvigionamento continuo e con costi certi.

Per il gerente dell’allevamento, consiste nel ‘ritagliarsi’ uno spazio di autonomia (nei limiti del possibile).

 

Aprire un allevamento di tacchini. Le risorse umane.

 

Per gestire un allevamento di medie dimensioni, è sufficiente una persona, tranne in casi eccezionali.

Nei piccoli allevamenti amatoriali, poi, l’impegno è relativo a poche ore alla settimana.

Come allevare tacchini. La distinzione fra allevamento industriale e quello tradizionale.

Come abbiamo sopra ricordato, la distinzione fra una modalità di allevamento ed un’altra è ampia e non riguarda solo le dimensioni dell’impianto in termini quantitativi ma influisce su altre dinamiche, ad esempio :

i tempi e la modalità di crescita degli animali e quindi i costi di produzione;

le attrezzature da impiegare;

il tipo di alimentazione (e conseguentemente anche gli oneri connessi);

il mercato di vendita (l’allevamento industriale si rivolge ad un tipo di canale ben preciso);

i margini sul fatturato;

ecc..

Si continua nella seconda parte con l’approfondimento degli altri punti legati a questo tipo di impresa agricola.

 

 

Continua.

 

 

Articoli correlati:

  • Aprire un allevamento di tacchini.Aprire un allevamento di tacchini. Nel corso della prima parte, abbiamo introdotto l'argomento relativo all'avvio ed alla gestione di un allevamento di questi animali, in particolare, soffermandoci sulle differenze fra […]
  • Aprire un allevamento di polli.Aprire un allevamento di polli. Allevare polli e galline, è un'attività tradizionale che ancor oggi impiega moltissimi imprenditori agricoli in tutto il mondo. In molti, disponendo di terreno e di buona volontà, […]
  • Come allevare polli.Come allevare polli. Nel corso delle precedenti puntate, abbiamo verificato una serie di aspetti legati all'allevamento dei polli e delle galline, in particolare, la scelta del tipo di allevamento da portare […]
  • Aprire un allevamento di trote.Aprire un allevamento di trote. Nel corso della prima parte, abbiamo introdotto l'argomento inerente l'allevamento dei pesci come attività imprenditoriale redditizia che nel corso degli anni si è evoluta, acquisendo […]
  • Aprire un allevamento di orate.Aprire un allevamento di orate. Allevare pesci, come del resto abbiamo evidenziato nel corso delle prime due puntate, rappresenta un business crescente che sta coinvolgendo sia parecchi ex pescatori ed operatori […]
  • Aprire un allevamento di cani.Aprire un allevamento di cani. La passione per gli animali, l'amore per i cani, la voglia di avviare un'attività in proprio nel settore degli animali, possono rappresentare degli stimoli per lanciarsi in questo […]

Altri articoli :