Italia in vendita.

settembre 8, 2013 | Redazionale

Buon lunedì,

da un po di tempo a questa parte, quasi ogni settimana, accanto alle notizie devastanti della crisi, apprendiamo dai media (giornali, tv, Web, ecc.) che un altro simbolo del Made in Italy è stato comprato da qualche colosso straniero, oppure, è diventato oggetto dell’attenzione di alcuni gruppi di investimento internazionali.

Dalla moda, all’alimentare, sino allo sport, passando per altri settori industriali ‘di punta’, tutto ciò che rappresenta un valore, un brand di successo, sta trasformandosi nell’oggetto del desiderio di grossi investitori provenienti da tutto il mondo.

 index

Italia in vendita. Il valore del Made in Italy.

Se da un certo punto di vista tutto questo interesse da parte di gruppi finanziari stranieri ci preoccupa a causa del rischio di fuga di imprese ed indotto dal nostro Paese(posti di lavoro, investimenti, ecc.), dall’altra, questo fenomeno, ci porta conseguentemente a riflettere su alcuni punti importanti, molti dei quali sono apparentemente in contraddizione fra loro :

 il brand ‘Made in Italy’, è ancora molto importante e rappresenta un richiamo per investitori di ogni tipologia e provenienza;

 in Italia ci sono ancora molte imprese di successo e tanti imprenditori che hanno notevoli capacità;

nel nostro Paese, c’è il rischio che la mancanza di un ‘ricambio generazionale’ in molti business, porti conseguentemente alla fine di questi progetti per ‘mancanza di validi eredi’ (manager, imprenditori capaci), in grado di traghettare verso il futuro questi brand;

fra molte ombre presenti (la crisi economica, l’immobilismo politico, le difficoltà sociali, ecc.), l’Italia è ancora in grado di esprimere molto;

non riusciamo a ‘tenerci’ i nostri gioielli;

ecc..

Italia in vendita. Quali prospettive sono presenti per le imprese e gli imprenditori oggi?

Questi dati, ci aiutano a capire che nonostante il contesto attuale sia difficile, nel nostro Paese esistono potenzialità incredibili ed il brand ‘Made in Italy’, mantiene ancora saldo un elevato appeal.

In questi recenti anni, in particolare nel settore alimentare, alcuni imprenditori e creativi appassionati, hanno lanciato molti brand di successo che rappresentano modelli di business intorno ai quali (ed anche sulla base di questi esempi) si possono sviluppare dei progetti interessanti che partono appunto dalle peculiarità del ‘Modello Italia’, dalle ricchezze vere del Paese, dalla sua creatività e flessibilità che nel corso dei secoli, ci hanno permesso di sviluppare dei modelli alternativi e fortemente vincenti.

Gli spazi per creare business di successo connessi al ‘Made in Italy’, pare proprio che ci siano.

Si tratta però di creare dei modelli ‘vincenti’ che tengano conto del mercato globale attuale e dei nuovi sistemi distributivi esistenti.

Il futuro del Made in Italy.

Gli ultimi esempi di successo legati al Made in Italy (vedi ad esempio Eataly, giusto per ricordarne uno), hanno saputo coniugare un insieme di elementi vincenti (prodotto, marketing e comunicazione, distribuzione, scelta del segmento vincente, ecc.), quindi : nulla di improvvisato!

Il futuro del Made in Italy passa per forza attraverso progetti ‘ben confezionati’ e gestiti da imprenditori preparati.

Non c’è più spazio per l’improvvisazione ‘terra terra’.

Buon lavoro.

 

Articoli correlati:

  • Il futuro del Made in Italy. Il valore del ‘Modello Italia’ Il futuro del Made in Italy. Il valore del ‘Modello Italia’   Buon lunedì, Guardando ai business che riescono a reggere il confronto internazionale ed Interno ed  alla ragione per cui il nostro Paese riscuote ancora molto successo in alcuni […]
  • Produrre in Italia.Produrre in Italia. Buon lunedì, da decenni, stiamo assistendo ad una vera e propria deindustrializzazione che sta interessando (ed ha coinvolto) ogni settore produttivo ed area del nostro Paese. E' un […]
  • Innovare.Innovare. Nulla è per sempre. Tutto si evolve. Buon lunedì, parlare di innovazione, ormai è diventata una moda, una consuetudine che coinvolge ogni tipo di soggetto : dai cuochi della tv con i […]
  • Aprire una atelier. Prima parte.Aprire una atelier. Prima parte. Siete estrosi, creativi e sognate di avviare un ‘attività artigianale? Allora questo è il reportage che fa per voi, perché stiamo per parlare e raccontare di come è possibile aprire un […]
  • Le opportunità future. Saper cogliere le opportunità.Le opportunità future. Saper cogliere le opportunità. Quando i cambiamenti portano con sé molte opportunità Buon lunedì, se ascoltiamo/leggiamo i dati complessivi relativi all'andamento economico del turismo sui vari media (tv, Web, […]
  • Aprire un’impresa all’estero. Trasferire l’attività all’estero.Aprire un’impresa all’estero. Trasferire l’attività all’estero. Buon lunedì, nel silenzio 'tombale' dei media (tv, radio, giornali, ecc.), centinaia di miliardi di euro stanno fuggendo dall'Italia verso moltissime altre direzioni. Accade una cosa […]

Altri articoli :