Come diventare geologo.

ottobre 3, 2013 | Libera professione

 

Nella scorsa puntata abbiamo parlato di come avviare uno studio di geologia e ci siamo accorti che lo stesso si può anche aprire all’interno della propria abitazione, se la si possiede. L’unica procedura da attivare,per gestire lo studio all’interno delle mura di casa, è il cambio di destinazione d’uso della parte di immobile ad adibire ad ufficio. Con questa soluzione, i costi di avvio dell’attività possono essere abbastanza sostenuti e comprendere solo quelle dei software e degli arredi.

geologo3

Diventare geologo. L’attività di geologo.

La vita professionale del geologo si svolge prevalentemente all’aperto; lo studio può rappresentare solo un punto di riferimento per i clienti e un luogo dove redigere tutte le analisi e le consulenze ambientali che attengono specificatamente al ruolo del geologo. Come esperto della Terra, il geologo trova la sua naturale collocazione nel lavoro esterno, a contatto con i vari elementi della natura e dell’ambiente, infatti viene anche definito “geologo di campo”. Il termine è di derivazione anglosassone e proviene da “field geologist”, riferito a un operatore che opera all’esterno, all’aperto, a contatto con i vari elementi della Terra, per visionare, analizzare, valutare e raccogliere campioni di roccia o di altro materiale terrestre. La vera attività del geologo si svolgerà, dunque, “outdoor”, mentre lo studio farà da complemento alle analisi dei campioni esterni raccolti.

Certificazione-energetica

Come diventare geologo. Le varie branchie dell’attività.

Come accennato nella scorsa puntata, il geologo può effettuare anche esami geotecnici finalizzati ad analizzare e testare materiali usati nelle costruzioni. La geotecnica è un ambito di attività che apre diverse prospettive di business per il geologo, perché la legge impone l’analisi e la certificazione di parecchi materiali usati per le costruzioni. Le geotecnica, infatti, abbraccia diversi settori: la prova delle terre ( granulometria, prove di permeabilità, ecc.); prove per opere stradali ( carico su piastra); miscele plastiche; esame dei conglomerati bituminosi, delle rocce, degli aggregati, dei cementi, prove di carico per pali di fondazione. Gli ambiti di attività geotecnica sono molto più numerosi e noi li abbiamo sintetizzati per pure esigenze di spazio. Tutti questi esami e prove si svolgono all’interno di laboratori chiamati proprio “geotecnici”. Questi laboratori, attraverso una strumentazione tecnica d’avanguardia, eseguono prove e certificazioni di qualità su vari materiali usati dall’industria privata e da quelli pubblici, nel rispetto delle norme di sicurezza fissate dalle direttive europee. L’apertura di un laboratorio geotecnico richiede però degli investimenti economici molto elevati per via dei costi dei macchinari da usare per le prove. Un laboratorio geotecnico può operare nei diversi settori che abbiamo indicato se possiede apposite certificazioni ed autorizzazioni ministeriali che lo autorizzano e lo accreditano a diventare ente tecnico per la certificazione di qualità e il controllo dei processi di produzione previsti dalle leggi europee e nazionali. Altro ambito di attività libero professionale del geologo potrebbe essere il campo delle energie rinnovabili. In questo settore è previsto l’obbligo della certificazione energetica degli edifici, procedura effettuabile solo da certificatori iscritti in appositi elenchi e da cui, in un primo momento, i geologi erano stati esclusi. Il Consiglio Nazionale dei Geologi, nella Circolare 3245 del 17 novembre 2012, ha, invece, ribadito che anche questi professionisti possono iscriversi all’elenco dei certificatori se hanno frequentato e superato l’apposito corso regionale. La certificazione energetica degli edifici può consentire al geologo di ampliare il suo business, perché questa procedura è obbligatoria dal primo luglio 2009 per le nuove costruzioni, per quelle che subiscono ristrutturazioni importanti o per gli immobili in vendita. Il geologo, come già saprete, può intervenire nella valutazione della sicurezza sismica degli edifici. Di questo aspetto si occupano anche gli architetti e gli ingegneri che costituiscono i maggiori competitor per un geologo. All’inizio dell’attività libero professionale è consigliabile muoversi aprendo uno studio associato che comprenda anche queste figure. L’associazionismo nel campo della libera professione permette di gettare fin da subito le basi per realizzare dei guadagni. Non è detto che un neogeologo venga accettato all’interno di uno studio di ingegneria già avviato, ma se si conoscono dei neolaureati in ingegneria è sempre consigliabile usare la strategia dello studio associato per lavorare. Gli aspiranti geologi che leggeranno questo consiglio storceranno un po’ il naso e vi assicuriamo che lo stiamo storcendo anche noi mentre scriviamo, ma questo consiglio nasce dalle difficoltà che i neoprofessionisti incontrano in Italia per riuscire a lavorare, difficoltà che lo abbiamo già detto, nascono da un ritardo culturale e da una scarsa conoscenza dell’importante ruolo del geologo. E se in Italia non fosse possibile avviare un’attività libero professionale di geologo? L’alternativa resterebbe quella di andare all’estero. Ma di questo parleremo nella prossima puntata, in cui ci occuperemo anche dei possibili guadagni realizzabili da questo più che mai “prezioso” operatore.

Fonti di alcuni dati:

http://www.giordano.it/3c-90-geotecnica.php

http://www.geologicampania.it/news.asp?id=321

http://www.professionisti24.ilsole24ore.com/art/Professionisti24/Edilizia/2009/06/Certi.%20energetico.shtml

Rosalba Mancuso

Fonti immagini:

Gazzettadellavoro.com

Softwareimmobiliare.biz

Articoli correlati:

  • Diventare geologo.Diventare geologo. Il recente e tragico terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna ha riportato all’attenzione di tutti noi il ruolo del geologo. Spesso, infatti, ci si ricorda di questo professionista solo […]
  • Diventare geologo. Terza parte.Diventare geologo. Terza parte. In questo articolo, come promesso alla fine della scorsa puntata, esamineremo nel dettaglio le modalità di svolgimento dell’esame di Stato per abilitarsi alla professione di geologo. Con […]
  • Diventare geologo. Quarta parte.Diventare geologo. Quarta parte. Dopo aver parlato dell’iter formativo per diventare geologo, passiamo a trattare di come poter svolgere l’attività libero professionale avviando uno studio in proprio. Come già detto nelle […]
  • Diventare geologo. Aprire uno studio di geologo. Seconda parte.Diventare geologo. Aprire uno studio di geologo. Seconda parte. In questo articolo torniamo a parlare del geologo, professionista che, come visto nella scorsa puntata, ha varie prospettive di mercato, ma al tempo stesso dei limiti da superare durante […]
  • Diventare commercialista. Quarta parte.Diventare commercialista. Quarta parte. Continua il nostro reportage sulla professione di commercialista. Dopo aver descritto il ruolo di questo professionista, il percorso di studi e di formazione ed i criteri di accesso per […]
  • Diventare notaio. Quarta parteDiventare notaio. Quarta parte Per vincere il concorso di notaio bisogna studiare molto e seriamente. In questo articolo, infatti, indicheremo delle risorse utili alla preparazione dell’aspirante notaio. Ma intanto […]

Altri articoli :