Rilanciare un’impresa.

ottobre 26, 2013 | Fare impresa

Con questo post, diamo inizio ad una serie di temi che riguardano le strategie e le azioni che gli imprenditori devono mettere in campo di fronte a situazioni di crisi e difficoltà che tra l’altro, in questi tempi, si sono in generale accentuate.

Partiamo dall’aspetto inerente la necessaria riorganizzazione di un business in base alle necessità del mercato ed ai mutamenti dei ‘processi lavorativi’.

5indexRiposizionare un’attività.

Siamo oggi talmente abituati a sentir costantemente parlare di crisi che ci dimentichiamo (sin troppo spesso) che che le imprese (ed i business in generale, tutti, senza distinzione) come qualunque ‘cosa terrena’, sono in continua evoluzione e cambiamento e quindi, bisogna prendere atto che : nulla è immobile ed esente da correzioni e mutamenti.

Accade così che anche per alcune tipologie di attività o segmenti specifici che per anni(nella maggior parte dei casi decenni) hanno garantito delle sicurezze, una serie di rendimenti ed anche una crescita costante agli imprenditori ed investitori, ad un certo punto, entrino in crisi.

Questa fase critica, si manifesta in differenti maniere (rapidamente o lentamente, colpendo alcune aree del business o più in generale tutta l’attività, ecc.) ma in ogni caso : le problematiche vanno affrontate ed amministrate senza ‘scuse’.

 

Ristrutturare un’impresa. Quando riorganizzare un’impresa.

Senza dubbio, è più facile ‘trovare il colpevole’ di quello che sta accadendo (cioè : il calo dei guadagni, le difficoltà generali, i soldi che mancano, le tensioni fra i lavoratori, i clienti che non pagano, ecc.) in una serie di ‘nemici ideali’ : nella banca, nel commercialista, nella burocrazia inconcludente, nei collaboratori, nella concorrenza sleale, ecc. (in concreto : tutti fattori ‘negativi’ che nella realtà hanno e stanno creando problemi enormi alle imprese).

Ci si dimentica però che anche l’imprenditore ha senza dubbio le sue responsabilità sui risultati aziendali e non si può certo appiattire solo alla ricerca di capi espiatori (i ‘nemici’ comodi e perfetti su cui ‘scaricare’ ogni colpa).

Se prendiamo a ‘caso’ una serie di business appartenenti a vari segmenti e li analizziamo ‘come si deve’, ci accorgiamo già in fase iniziale che ‘le falle’ presenti, sono molto numerose e riguardano vari aspetti ed ambiti della gestione di queste attività.

In effetti, quando i ‘soldi girano’ e l’economia ‘tira’ (durante i cosiddetti ‘tempi buoni’), determinati difetti appaiono meno visibili (a tutti ed anche all’imprenditore) ma quando la crisi ed una serie di fattori ‘esterni’ vanno ad influire pesantemente sul risultato aziendale, allora, giunge il momento di fare una serie di verifiche e considerazioni, anche ‘rimettendo in discussione’ tante di quelle certezze e ‘punti fermi’ che nel corso degli anni si erano venuti a determinare e parevano inamovibili.

Insomma : occorre ‘prendere’ in mano la situazione e rivedere ogni aspetto del business, senza escludere alcunché.

Riorganizzare un’attività. Le cose da fare.

 

Limitarsi a dire che bisogna riorganizzare un’impresa, vuol dire ‘tutto’ e contemporaneamente, significa dire ‘nulla’.

I casi concreti di imprese da ‘riqualificare’ sono numerosissimi e solo una parte (un’esigua minoranza) vengono ‘gestite’ per essere riorganizzate come si deve.

Nella maggior parte dei casi, gli interventi sono ‘parziali’, insufficienti e talvolta : in ritardo.

Infatti, presi dal ‘panico’, alcuni imprenditori si limitano ad effettuare alcuni tagli che gli permettono di sopravvivere qualche mese in più (o semplicemente, disporre di ‘ossigeno’ per due o tre anni ancora).

Riorganizzare attraverso un processo di ristrutturazione e ‘riposizionamento’ del business in ogni aspetto (tutti!), è un’altra cosa.

Sarà appunto questo, l’argomento oggetto del prossimo post.

Nella prossima parte, affronteremo i temi legati alle decisioni (azioni) che l’imprenditore deve attuare per ‘rimettere in moto’ l’attività.

Continua.

Articoli correlati:

  • Riposizionare un’attività.Riposizionare un’attività. Rilanciare un business, richiede la messa in atto di una serie di azioni/elementi : la capacità di analisi; il coraggio di rimettere in discussione anche tutta una serie di certezze […]
  • Ristrutturare un’azienda.Ristrutturare un’azienda. Arriva per quasi tutte le imprese il momento di una necessaria riorganizzazione con lo scopo di rendere l'attività più efficiente ed operativa, anche con l'obiettivo di aumentare la […]
  • Ristrutturazione aziendale.Ristrutturazione aziendale. Ristrutturare un'azienda. Quando arriva il momento di procedere ad una ristrutturazione. Il numero di aziende in difficoltà (spesso da anni), è elevato e le cause di questo, sono […]
  • Cos’è la crisi? Esiste la crisi?Cos’è la crisi? Esiste la crisi? Proviamo a riprendere il redazione di lunedì scorso in cui abbiamo voluto aprire una riflessione sul mondo dell'impresa e su alcuni problemi che in questi tempi si sono accentuati rispetto […]
  • Il mestiere dell’imprenditore : adattamento ai cambiamenti e creatività.Il mestiere dell’imprenditore : adattamento ai cambiamenti e creatività. Sono giunte nelle ultime 2 settimane alcune mail di lettori che ci chiedevano ulteriori approfondimenti su come avviare un call center, un business center ed anche richieste per il […]
  • Che attività conviene aprire?Che attività conviene aprire? Torniamo a discutere di un argomento che sta a cuore a tantissimi imprenditori ed aspiranti tali. La crisi che da qualche anno ha ristretto i 'margini di manovra' di molti imprenditori ed […]

Altri articoli :