Attività che fanno guadagnare.

novembre 3, 2013 | Redazionale

Buon lunedì,

in tempi di crisi, la stragrande maggioranza delle persone, per sopperire alla riduzione di denaro, tende a spendere molto meno per ogni cosa(non in maniera identica in ogni campo di attività ovviamente), compreso i pranzi e le cene fuori casa.

Tenendo conto che la capacità di spesa si è ridotta notevolmente per buona parte dei consumatori e che le persone comunque vogliono poter continuare a ‘cenare e pranzare’ fuori casa, seppur con meno frequenza che in passato, molti imprenditori/ristoratori, si sono focalizzati su un’offerta cosiddetta low cost, cioè, costituita da tariffe a ‘basso costo’ che comprendono anche un insieme di soluzioni pacchettizzate del tipo : ‘menù a prezzo fisso’ con sconti, offerte, ‘serate a tema’, ecc. per attirare pubblico durante tutto l’arco la settimana.index

 

Attività sicure. Esistono ancora?

 

Affrontare il tema di aprire un’attività sicura, può far correre il rischio di cadere in banalità e semplificazioni che non aiutano certo un aspirante imprenditore.

In assoluto, non esistono attività sicure o redditizie.

Questo, è bene sempre premetterlo!

Periodicamente, riceviamo email con richieste su consigli relativi ‘alle attività sicure’ da aprire.

Non è possibile poter dire : ‘è meglio aprire questa impresa oppure, lascia perdere in assoluto quella’…..

Ci sono imprese che in un determinato periodo storico e per certe aree (geografiche o di mercato) si prestano meglio di altre ad offrire soddisfazioni e rendimenti maggiori però, nulla è scontato!

La differenza la fa anche (e sopratutto) l’imprenditore con la sua esperienza, preparazione e strategia.

Già in passato abbiamo dedicato spazio alle attività low cost ed avevamo evidenziato in quei post che la gestione di un’impresa low cost (vendita di prodotti, servizi, ecc.) richiede l’utilizzo di una ‘formula’ diversa da quella per le attività tradizionali.

Gli esempi ‘negativi’ legati a fallimenti e perdite di attività low cost sono innumerevoli, talvolta anche relativi a progetti di grossa portata.

 

Attività che fanno guadagnare. Attenzione ai costi fissi.

Sembra apparentemente facile parlare di attività che fanno guadagnare o di attività sicure, in realtà, la gestione di queste tipologie business (il settore low cost), è tutt’altro che banale.

Sulla redditività delle imprese che lavorano con i bassi prezzi, influisce molto la presenza dei costi fissi e di una serie di situazioni ‘specifiche’ che vanno ben amministrate.

Se si abbassano i margini di guadagno, occorre per forza aumentare di molto il fatturato complessivo e riuscire (come nel caso specifico del ristorante low cost) a richiamare un numero considerevole di clienti in maniera continuativa.

Inoltre, per gestire un flusso di clienti maggiori, occorre disporre di un numero maggiore di personale ed utilizzare anche una quantità superiore di beni di consumo (cibi e bevande in particolare).

Attività redditizie. Aprire un ristorante a prezzi bassi.

In concreto, può essere una buona idea quella di inserirsi in questo segmento però, occorre poi anche gestire le cose in maniera diversa.

Altri fattori importante, sono quelli legati alla promozione ed alla concorrenza.

L’offerta nel settore della ristorazione low cost è certamente elevata e quindi, ci si va a scontrare con molti competitor che da tempo, hanno fiutato questo trend.

La promozione in questo campo la fa molto il ‘passaparola’.

Ultimamente, si sono aggiunte varie forme di pubblicità legate al Web ed ai siti di ‘sconti’ come ad esempio Groupon.

Torneremo presto sull’argomento low cost e sui business connessi a questa formula.

Andremo pertanto ad analizzare alcuni esempi specifici per capire meglio come ‘gestire’ questa tipologia di formula imprenditoriale.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

Altri articoli :