Aprire un ristorante giapponese.

gennaio 22, 2014 | Fare impresa

Nel campo della ristorazione, anche sul mercato italiano, si sono diffusi velocemente i sushi bar ed i locali che si ispirano alla cucina nipponica.

Inizialmente, questo tipo di attività, si sono sviluppate solo o prevalentemente nelle grandi città ed all’interno delle aree metropolitane.

Successivamente, anche nei piccoli centri periferici (piccoli e medi comuni), sono stati avviati moltissimi locali di questo tipo, attraendo una clientela variegata, sia giovani che adulti/maturi.

index

Aprire un sushi bar. Il mercato.

All’inizio, si trattava di ristoranti e luoghi di incontro frequentati solo da una ristretta cerchia di persone che apprezzavano la cucina nipponica o sceglievano questa tipologia di locali prevalentemente per lo stile ‘particolare’.

Con il passare del tempo, milioni di clienti in Italia, hanno apprezzato questo tipo di cucina, creando così i presupposti per la nascita di moltissimi di questi locali un po ovunque.

Attualmente, la diffusione di sushi bar e ristoranti giapponesi è presente ovunque e quindi, non è facile incontrare aree completamente scoperte.

Questo non significa che si siano esauriti gli spazi disponibili, anzi : occorre ricordare che il numero dei frequentatori della ristorazione nipponica è andato crescendo e quindi, anche il giro di affari legato a questo settore è progressivamente aumentato.

Come aprire un sushi bar.

Le autorizzazioni necessarie all’apertura sono identiche a quelle necessarie per avviare un’attività di ristorazione tradizionale (ufficio attività produttive del comune, Asl, ecc.).

Per quanto riguarda l’arredamento, esistono degli importatori di soluzioni di arredamento per questo genere di locali.

I prodotti che si consumano all’interno di un sushi bar, sono per il 90% provenienti dal mercato interno ( i pesci) e solo una minima parte viene importata (alcune salse ad esempio).

Una figura fondamentale di queste aziende, è costituita dal cuoco.

Disporre di un cuoco giapponese non è così facile.

Alcuni ristoranti hanno a disposizione un cuoco nipponico ma altri, utilizzano cuochi che si sono specializzati nella cucina giapponese.

Tra le varie attività che si presentano ‘come giapponesi’, ne incontriamo anche molte gestire da cinesi, i quali, tendono (talvolta) a ‘spacciarsi per nipponici in questi casi, visto l’ignoranza degli avventori a distinguere i vari tratti orientali.

Aprire un sushi bar. La promozione.

La promozione di questo tipo di attività segue varie strade :

giornali, elenchi del telefono, depliant e spazi su manifesti, ecc., rappresentano una delle forme tradizionali di marketing.

La Rete, sta acquisendo una forza sempre maggiore ed anche gli imprenditori, la stanno utilizzando per promuoversi a costi tutto sommato non eccessivi attraverso varie forme e pacchettizzazioni offerte da agenzie pubblicitarie ed esperti Seo.

Aprire un ristorante giapponese. I costi di gestione.

I costi ordinari di questa attività fanno riferimento alla gestione del personale, le utenze, i prodotti di consumo (il cibo in particolare), la promozione, ecc..

Il costo del cuoco può incidere o meno in maniera primaria a seconda della professionalità vantata dal dipendente.

Come aprire un sushi bar. La localizzazione.

Come abbiamo più sopra ricordato, esistono attualmente molti locali in stile ‘giapponese’ che sono stati avviati in tempi recenti su tutto il territorio nazionale.

Prima di decidere la localizzazione, è opportuno effettuare uno studio sulla concorrenza e capire quali sono i locali avviati, come lavorano, che tipo di clientela attraggono, i prezzi praticati e le offerte presenti, ecc..

In pratica, occorre partire da ciò che al momento è presente!

Alcuni locali ad esempio, sono ben apprezzati, altri meno!

In determinate zone, esiste una base di clienti molto più vasta rispetto alle altre (anche perché si tratta di un’area più densamente popolata).

Influisce anche la capacità di spesa delle persone e la voglia/abitudine ad uscire, ecc..

Articoli correlati:

  • Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte.Aprire un business di nicchia : dove e come aprirlo. Prima parte. Quanti di voi, nel corso della propria vita, hanno pensato di avviare attività di nicchia come : aprire un negozio etnico particolare oppure avviare un ristorante di cucina vietnamita […]
  • Diventare parrucchiera.Diventare parrucchiera. In questo articolo dedicato all’attività di parrucchiere vogliamo proporre un’intervista realizzata con una figlia “d’arte”, cioè figlia di un parrucchiere e quindi esperta conoscitrice […]
  • Aprire un’enoteca.Aprire un’enoteca. Superata la fase della formazione, analizzata nella prima parte del nostro reportage, bisogna occuparsi di dove e come avviare l’attività di impresa denominata “enoteca”. E’ quello che […]
  • Aprire un negozio di articoli militari.Aprire un negozio di articoli militari. Uno dei settori di nicchia che nel corso degli anni ha retto maggiormente sul mercato, è quello connesso alla vendita di prodotti, abbigliamento e gadget di tipo militare. Parliamo di […]
  • Comprare un’attività.Comprare un’attività. Comprare un'attività con l'obiettivo di attuare una forma di investimento o semplicemente per 'trovare' un'occupazione oppure, per entrambi i casi, è molto diffusa, sia in Italia che […]
  • Aprire un bar.Aprire un bar. Il bar rimane ancor oggi una delle attività commerciali più diffuse che nonostante la crisi ed i molti cambiamenti avvenuti in questi anni sul fronte del commercio e delle piccole attività […]

Altri articoli :