Il futuro dei giornali on line.

febbraio 13, 2014 | Finestra sulla Rete

Il tema inerente lo sviluppo di un business editoriale, è stato oggetto di approfondimento più volte in passato su affaripropri.com.

Aprire un giornale on line, in termini tecnici non è poi complesso più di tanto, visto che ormai ci sono soluzioni ‘open source’ che permettono la realizzazione di soluzioni interessanti con pochi investimenti e tra l’altro, facili da gestire nel corso del tempo, anche da parte di piccole organizzazioni prive di esperti ‘tecnici’ al loro interno.

Gli elementi critici di questo tipo di iniziativa, sono prevalentemente connessi a :

la modalità di ‘monetizzazione’, cioè, a come incassare i soldi da questo tipo di progetto imprenditoriale e garantirsi quindi un flusso di entrate costanti e crescenti negli anni, sia in grado di coprire i costi che gli investimenti nel tempo;

la formula ed il settore in cui muoversi con questo tipo di prodotto editoriale.

Cioè : che tipo di giornale on line avviare (locale, economico, sportivo, ecc.). La concorrenza infatti, non è per nulla assente da questo settore.

Per quanto riguarda, l’analisi di questo fattore, dedicheremo un apposito post prossimamente;

la visibilità. Ossia, riuscire ad ottenere un numero di visitatori elevato nel tempo.

Come in ogni impresa, i ‘clienti’ che in questo caso sono indirettamente i lettori sono basilari per ‘andare avanti’.

Questo elemento (il numero dei visitatori), è strettamente connesso con il primo punto. Infatti, molti visitatori, rappresentano un bacino elevato potenziale di business;

ecc..

Il futuro dei giornali on line. Guadagnare con un giornale on line.

In questo post, ci occuperemo del tema connesso alle strategie (tecniche) per aumentare gli introiti con questo tipo di iniziativa editoriale.

Già nel corso dei post passati dedicati a questo argomento, avevano preso atto che la pubblicità raccolta da questi giornali non era sufficiente nella maggior parte dei casi per sostenere ‘pienamente’ le iniziative di business e quindi, nel business plan, occorreva prevedere in molti casi una serie diversificata di fonti di entrata su cui poter contare nel corso del tempo.

I canali di monetizzazione che i numerosi giornali in line (di differente dimensione e settore) impiegano, sono da ricondurre schematicamente a queste linee :

pubblicità con banner posizionati sulle varie pagine del giornale (all’interno degli articoli, sulla home page, all’interno dei video che oggi costituiscono un nuovo canale di comunicazione e ‘produzione editoriale’ di successo, ecc.).

Questo tipo di ‘raccolta’, è spesso gestita da agenzie esterne che vendono gli spazi dei questi giornali on line.

Quindi, il giornale si concentra sul core business (la produzione dei contenuti editoriali) e delega all’esterno la raccolta delle risorse finanziarie.

Talvolta, sia nelle piccole iniziative (i siti con poche migliaia di visitatori), oppure, alcuni famosi giornali che dispongono di una propria impresa per l’approviggionamento della pubblicità, l’editore intende gestire in prima persona la raccolta di questi introiti, sia perché non è soddisfatto dei risultati ottenuti dalle agenzie esterne, oppure, perché ha in mente una strategie alternativa.

Diciamo pure che non è facile occuparsi in maniera diretta di questo impegno in quanto richiede tempo, competenze e risorse;

la vendita di abbonamenti.

Sono pochi gli editori che hanno fatto questa scelta e tra l’altro, i risultati concreti, sono sempre stati inferiori alle aspettative.

L’abitudine al ‘modello free’ non facile da intaccare e l’offerta libera in Rete è enorme, di conseguenza, ‘blindare’ i contenuti, non sempre rappresenta una soluzione fattibile, anche per alcune testate prestigiose e famose;

index

la vendita di servizi e prodotti direttamente sul sito.

Osservando le iniziative che alcuni giornali famosi a livello globale stanno portando avanti, si evidenzia una ‘fiorire’ di numerose proposte e soluzioni che hanno per oggetto l’utilizzo della piattaforma on line (il giornale) per la vendita di una serie di servizi e prodotti :

dai gadget, ai servizi che sono in ‘linea’ con l’argomento ed il pubblico del giornale.

Dalle vendita di servizi scommesse, ai prodotti per la casa, dalla vendita di assicurazioni, sino ai viaggi/vacanze, ecc..

I giornali on line, stanno adottando sempre più nuove strategie per trovare risorse che sia in grado di ‘coprire’ i mancati introiti pubblicitari sperati e l’impossibilità (nella maggior parte dei casi) di vendere abbonamenti anche agli utenti maggiormente fidelizzati.

La creatività e le strategie messe in campo sono davvero tante ed anche un piccolo giornale on line, è costretto ad ‘inventarsi (al pari di una prestigiosa testata) delle soluzioni migliori per ‘far cassa’ in maniera rapida e continuativa.

 

Articoli correlati:

Altri articoli :