Noleggiare box.

febbraio 20, 2014 | Fare impresa

In tutte le grandi aree metropolitane del mondo (in Italia vedi ad esempio a Milano), si è evidenziata con il passare degli anni la necessità da parte di un numero crescente di individui ed imprese di disporre di spazi fisici temporanei (per brevi o talvolta medi periodi) in cui depositare oggetti, mobilia, materiale di vario tipo, ecc., in particolare, durante i traslochi, i lavori di ristrutturazione, ecc..

index

Noleggiare box. Chi sono i clienti.

Esiste una varietà abbastanza ampia di clienti che richiedono questi servizi a partire certamente dai privati, sia le famiglie tradizionali che i single, in particolare, in alcuni fasi della loro vita.

Pensiamo ad esempio ad uno sfratto, ad un divorzio, per un periodo in cui un’abitazione è sottoposta ad importanti lavori di ristrutturazione oppure, nei casi in cui si deve conservare del materiale in attesa di selezionare le cose da tenere e quelle da buttare.

Non parliamo poi delle imprese che per motivazioni diverse, si ritrovano anche loro a richiedere spazi temporanei di differente dimensione.

Questi ‘bisogni’, diventano particolarmente elevati nelle grandi città in quanto il numero dei potenziali clienti è sicuramente superiore ed anche perché all’interno di grandi aree, gli spazi disponibili tendono a ridursi (oltre che a costare maggiormente).

Quindi, si crea una domanda più o meno elevata che non sempre trova una risposta concreta.

Negli Usa, questo tipo di servizio è presente un po ovunque ed ha riscontrato un notevole successo nel corso dei decenni.

Aprire un’impresa di logistica. Cosa offrire.

Solitamente, queste aziende di servizi, realizzano le loro strutture all’interno delle in aree cittadine, per lo più collocandosi nelle periferie, in zone facilmente raggiungibili a piedi (con i mezzi pubblici) ma anche con ogni altro mezzo di trasporto (auto, camion, ecc.).

I box che vengono resi disponibili al pubblico, hanno delle misure differenti e quindi, l’azienda offre solitamente dei ‘pacchetti’ di vario tipo che comprendono anche un’assicurazione, un sistema di vigilanza, ecc..

Noleggiare box. Le criticità.

Una delle prime problematiche che vanno subito affrontate quando si intende avviare questo tipo di business, è quella relativa al bacino di mercato, ossia, la valutazione dell’area in cui insediare l’azienda.

Quindi, occorre assicurarsi che il numero dei potenziali clienti sia elevato!

Sarebbe rischioso infatti avviare questo tipo di imprese in una zona scarsamente popolata, dotata di poche imprese, ecc..

Un altro elemento che va affrontato sin da subito, è quello dei rischi di insoluti che in questo settore sono sempre elevati.

Vanno quindi predisposti una serie di contratti che consentono una tutela dell’azienda nei confronti di chi non paga e deve quindi ‘liberare’ lo spazio occupato in tempi certi(e rapidi).

Un altro fattore da tenere in considerazione, riguarda la sicurezza da garantire contro furti ed incendi nelle varie aree dei magazzini.

In effetti, queste imprese dispongono di un sistema di vigilanza continuo effettuato con custodi ed impianti di videosorveglianza, nonché, con la presenza di allarmi contro fumi ed incendi.

Aprire un’impresa di noleggio box. Sviluppare il business.

Realizzare un business plan di questo tipo, significa analizzare innanzi tutto il tipo di offerta già presente sul territorio, in particolare :

le soluzioni proposte;

i prezzi;

il tipo di clientela di riferimento;

il livello di domanda di questi servizi;

ecc..

Noleggiare box e depositi. La promozione.

Il tipo di pubblicità seguita da queste imprese è varia :

il passaparola;

la promozione con cartelli stradali, in particolare, nelle zona di maggior traffico;

la pubblicità su elenchi telefonici e guide di vario tipo;

volantini distribuiti in varie aree;

un sito Web ed un account su Facebook;

una pubblicità mirata ad alcune tipologie di clienti potenziali;

ecc..

 

Articoli correlati:

Altri articoli :