Come mettersi in proprio.

marzo 3, 2014 | Fare impresa

Da qualche anno senza tregua ormai, presentiamo su questo sito centinaia di idee, progetti, formule, ecc. per mettersi in proprio in numerosi settori e segmenti.

Esistono certamente alcune aree più profittevoli di altre, in base ai momenti storici, alla zona in cui si opera(in senso ampio del termine) e ad una serie elevata di elementi però, alla base di tutto, c’è sempre la persona, l’imprenditore con la sua capacità e la preparazione a gestire i singoli progetti in tutte le fasi, a partire dall’idea sino all’avvio, per poi continuare nel futuro con la gestione e lo sviluppo successivo del business.

Nel corso della prima parte, abbiamo cominciato ad analizzare i fattori che influiscono nel successo di un’iniziativa a cominciare dalla fase di start up in cui è necessario verificare la situazione personale dell’imprenditore (le risorse disponibili, le sue relazioni, gli obiettivi, il contesto in cui vive, ecc.) in rapporto al business che si intende avviare e portare avanti.

images

Come mettersi in proprio. Che attività apro.

In questa seconda puntata, valuteremo il progetto, cioè : che cosa si intende avviare.

Individuare un progetto(un’idea) interessante è molto importante perché costituisce uno dei fattori primari per ottenere il successo!

Al di là delle chiacchiere e dei luoghi comuni, le idee valide per poter avviare un’attività potenzialmente redditizia sono tante.

A volte, si tende a focalizzarci eccessivamente su una serie di aspetti prettamente formali, appassionandosi solo su alcuni elementi superficiali per convenienza, per la paura di affrontare un’analisi approfondita, per incompetenza, per i consigli sbagliati che troppe volte vengono ‘assorbiti’, per inesperienza, per ingenuità, ecc..

Proveremo qui ad approfondire un insieme di elementi, anche con l’ausilio di semplici esempi che ci consentiranno una più facile ‘visione’.

Mettersi in proprio. Quali sono i settori migliori.

Aprire una pizzeria è ancora un’idea valida?

Avviare un’impresa di recupero crediti può essere un business interessante?

Aprire un’impresa di idraulica consente di guadagnare?

Diventare un consulente di impresa offre ancora spazi possibili?

Sviluppare un business on line è un’idea di successo?

Si guadagna aprendo un’agenzia matrimoniale?

Ecc..

Queste sono solo alcune delle possibili domande che un aspirante imprenditore si pone (o che dovrebbe ‘farsi’) durante la fase dell’idea o del sogno!

Ma tutto ciò è sufficiente?

Credete che basti solo rispondere a queste domande (relativamente al proprio settore)?

NO!

Sapete quante : pizzerie, imprese Web, ditte di idraulica, società di consulenza, aziende di recupero crediti, agenzie matrimoniali, ecc., vengono aperte ogni anno (solo in Italia) e quante di quelle aperte (magari da poco tempo), chiudono i battenti?

Che cosa significa?

Vuol dire che alcuni imprenditori all’interno del proprio settore, segmento o nicchia riescono a sviluppare un business e portarlo avanti nel tempo mentre altri, sono destinati nel breve o medio termine a chiudere i battenti.

Qualcuno, sosterrà (ed i dati lo confermano) che alcuni settori sono più difficili di altri in quanto c’è maggiore concorrenza oppure, ci sono dei problemi connessi al campo di attività per una serie di ragioni, ecc..

In ogni caso, se ci sono delle pizzerie aperte che dopo decenni continuano a ‘lavorare’ ed altre che dopo 5 mesi chiudono, oppure, vi sono delle ditte di idraulica che vanno a gonfie vele ed altre che sono ‘sommerse di debiti e problemi’, qualche differenza fra le varie imprese che operano all’interno del solito settore ci sarà o no?

In quale settore aprire un’attività.

Quando ci giungono domande in merito al tipo di attività di aprire, capite bene che è difficile poter dire :

aprire questo tipo di impresa od investi in quel settore, ecc..

Alla base, c’è sempre l’imprenditore che fa la differenza!

Nella prossima puntata, continueremo questa analisi per approfondire gli elementi che differenziano un’attività di successo rispetto ad un’altra nel medesimo settore e cioè :

perché ci sono imprenditori che vincono ed altri che devono arrendersi?

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :