Cominciare una nuova avventura.

marzo 2, 2014 | Redazionale

Buon lunedì,

ogni storia (sentimentale, di business, di vita associativa, di passione per un’attività qualsiasi, ecc.) vive un momento di inizio, una crescita successiva e poi, nel tempo, tende (nella maggior parte dei casi) a perdere slancio progressivamente, sino a veder scemare ogni aspetto ‘passionale’, ecc..

Non esistono regole assolute o meccanismi similari per tutte queste ‘esperienze’ ma in ogni caso, è importante per un imprenditore capace, saper gestire anche la fine di un business(che in un passato non lontano, ha offerto magari anche soddisfazioni interessanti), programmando la fase finale di questa ‘storia’ e predisponendosi e riposizionarsi in nuove e più appaganti iniziative.

indexRipartire con una nuova iniziativa. Trovare gli stimoli.

Nella realtà, assistiamo invece ad atteggiamenti che non sono sempre (anzi lo sono raramente) in linea con questa ‘formula’ positiva.

Accade infatti che gli individui(nella maggior parte dei casi), tendano ad abituarsi, a sedersi sugli allori e che anche in presenza di problemi e situazioni in cui è necessario intervenire (in tempi rapidi), ci sia il tentativo di rinviare a data futura, di vivere di un ‘passato’ (magari glorioso)che non c’è più, rinviando ogni iniziativa per prendere tempo (o meglio : perdere tempo), bruciando così importanti risorse ed opportunità che talvolta non si ripresenteranno!

Si tratta infatti di una fase delicata della vita di un business ed in particolare di un individuo che deve riuscire a prendere atto che :

un certo tipo di esperienza è definitivamente terminata(in una maniera o nell’altra) ed occorre pertanto impegnarsi a chiudere la ‘vecchia situazione’ per avviarsi verso una nuova storia imprenditoriale (e sopratutto di vita) che potrebbe portare nuovi ed appaganti vantaggi.

Cominciare una nuova avventura. Quando bisogna ‘alzarsi e partire’.

E’ un po come certe mattine quando si vorrebbe rimanere a letto e continuare a stare sotto le coperte!

Serve effettuare un piccolo sforzo e far passare il messaggio che :

‘non si può perdere altro tempo ed occorre pertanto alzarsi e ripartire’.

Non tutte le situazioni personali sono ovviamente simili!

Chi ad esempio non è più tanto giovane, spesso con una vita passata a gestire un certo tipo di lavoro per parecchi anni, potrebbe incontrare qualche ostacolo mentale in più rispetto ad un soggetto giovane con un orizzonte di vita ipotetico davanti a se molto più vasto.

Da una parte, ci sono sempre le scuse per non fare(e queste, non mancano mai), per rinviare a data da definire, dall’altra, c’è la vita con le sue responsabilità da una parte (la famiglia, i propri collaboratori, se stessi, ecc.) ma anche le opportunità che si possono aprire e che consentirebbero magari un miglioramento della propria qualità della vita.

Ripartire. Bisogna trovare gli stimoli!

Quanti sono quegli imprenditori o professionisti che dopo magari anni di attività si ritrovano davanti ad un bivio (o meglio ancora : ad una strada chiusa) e devono pertanto prendere una decisione in tempi rapidi sul loro futuro?

Sicuramente tanti!

La maggior parte tende a non prender decisioni, a sperare che qualcosa cambi e che si aggiusti tutto da solo!

In questa fase di crisi e cambiamenti, è molto importante avere la consapevolezza di quando un business, un’esperienza professionale, ecc., è giunta al capolinea(o sta per arrivarvi a breve) e quindi, prima di rimanere a ‘terra’, bisogna organizzarsi per ripartire con slancio verso una nuova esperienza senza perdere tempo inutilmente in artificiosi rinvii che vadano a compromettere risparmi, risorse e salute.

Per molte persone che nel corso di anni anni hanno vissuto secondo un certo ‘ritmo’ con sicurezze che derivavano da quella esperienza, il fatto di rimettersi in discussione, può anche rappresentare un momento di incertezza ed anche di paura ma senza dubbio :

bisogna affrontare la nuova sfida nei tempi e modi giusti per evitare di arrivare troppo tardi e poi dover prendere delle decisioni all’ultimo momento.

Una nuova avventura. Guardare con ottimismo al futuro.

Se rimanere immobili significa venire comunque travolti dagli eventi, vuol dire quindi che è necessario pianificare il ‘passaggio’ e organizzarsi nella maniera opportuna.

Il passato non ritorna ed il futuro, se si sapranno giocare le carte nella maniera giusta (prendendosi i tempi necessari), può essere anche migliore sia del presente che del passato.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • Cambiare.Cambiare. Buon lunedì, prendiamo spunto da un paio di email ricevute nei recenti 4 mesi, inviate da piccoli imprenditori (uno dei due, operante nel campo dei servizi e l'altro, un artigiano) che […]
  • Rialzarsi e ripartire.Rialzarsi e ripartire. Buon lunedì, le fasi di crisi e dei grandi cambiamenti nella vita delle persone, stravolgono molte rendite di posizione ed anche tanti professionisti, imprenditori e persone comuni […]
  • Rialzarsi sempre.Rialzarsi sempre. Rialzarsi ogni giorno. Un gesto che tutti i giorni ripetiamo nel corso della nostra vita e che indica l'inizio di una nuova giornata, esprime anche un 'valore' più ampio, maggiormente […]
  • Cosa vendere.Cosa vendere. Buon lunedì, le persone sono spesso insoddisfatte di come il 'mercato' risponde alla loro offerta :  di amicizia, di affetto, di rapporti di affari, di relazione in generale, […]
  • La formula del successo.La formula del successo. Buon lunedì, che cosa è il successo? Come di costruisce un progetto di successo? Come si gestiscono tutte le fasi che portano verso la realizzazione di un progetto vincente? Quali […]
  • Che attività apro.Che attività apro. Buon lunedì, in Italia, similarmente a molti altri paesi europei di vecchia industrializzazione (Francia, Spagna, Grecia, Irlanda, Gran Bretagna, ecc.), sta accadendo una cosa […]

Altri articoli :