Cosa vendere.

marzo 30, 2014 | Redazionale

Buon lunedì,

le persone sono spesso insoddisfatte di come il ‘mercato’ risponde alla loro offerta :

 di amicizia, di affetto, di rapporti di affari, di relazione in generale, ecc..

 Tutti, senza distinzione alcuna, ogni giorno ‘vendono’!

Esiste quindi un ‘mercato’ che è rappresentato da un bacino differenziato di soggetti che in base al settore (gli amici, i parenti e familiari, i colleghi, i commilitoni, i soci di un circolo, i soci di un’impresa, il proprio partner, i condomini, ecc.) offre risposte e risultati differenti al ‘venditore’ di turno.

D’accordo, non si tratta di una vendita cosiddetta ‘convenzionale’ nella maggior parte dei casi anche se in comune, gli elementi sono molti fra queste ‘tipologie di vendite’.

Cosa vendere. Quando il termine vendita ‘esce’ dai suoi confini tradizionali.

Un soggetto che cerca una relazione affettiva, una serie di amicizie, la possibilità di instaurare un insieme di rapporti di affari, ecc., di fatto : cerca di vendere!

Accade però che la maggior parte delle persone, sia parzialmente od ampiamente insoddisfatta dei risultati ottenuti.

Anzi, possiamo pure dire che milioni di soggetti non riescono a trovare soddisfazione dalle ‘loro proposte’ e questo aspetto, tende a ripetersi per diversi campi di azione.

Cerchiamo ora di capire il perché!

Che cosa si vende. A chi si vende?

Quando vogliamo ‘far breccia’ sugli altri (per affetto, amicizia, ecc.) oppure, nel business, quando ad esempio si punta a stabilire dei proficui rapporti di affari riuscendo ad aumentare i contatti e le relazioni avviate, di fatto, si sta attuando un tentativo di vendita.

Per molti, il termine vendita, assume un connotato del tutto negativo, ossia, il tentativo di ‘fregare’ qualcuno, la volontà di ‘piazzare’ qualcosa a qualcun altro, ecc..

Insomma, vendere per ‘molti’, è sinonimo di ‘barare’!

Non sempre però la vendita va assimilata a qualcosa di ‘forzato’ e/o ‘negativo’.

Cercare di far breccia nel cuore della propria fidanzata, riuscire a garantirsi l’affetto del proprio partner o figlio, ecc., non costituiscono certo degli esempi negativi.

Ottenere un buon consenso fra i propri colleghi e/ o soci di affari, non significa certamente : tentare di fregarli!

Quindi, giusto per uscire da schemi mentali antiquati, noi, tutti i giorni, effettuiamo dei tentativi di vendita che talvolta, portano a dei risultati positivi mentre altre volte, si ottengono dei riscontri del tutto insoddisfacenti rispetto alle aspettative iniziali.

images

Vendere con successo. Che cosa il mercato richiede?

 

 

Perché molte volte i risultati della vendita non sono per nulla soddisfacenti?

Proviamo a porci nei ‘panni’ dei nostri ‘acquirenti’ :

 

siamo davvero certi che ciò che stiamo vendendo corrisponde alle reali aspettative dei nostri ‘possibili clienti/compratori’?

A volte, per presunzione, per ignoranza, per la poca capacità di comprendere le necessità altrui, ci ‘impuntiamo a voler vendere’ qualcosa che nessuno richiede.

Infatti, sono molte quelle situazioni in cui teniamo ‘chiusi gli occhi’, anche davanti all’evidenza e questo, accade in ogni tipo di vendita :

quando avviamo dei business ‘senza capo ne coda’ e che non hanno le basi per andare aventi, eppure, ci vogliamo illudere che siamo dinanzi a dei progetto interessante;

in tutti quei casi in cui ci illudiamo che un nostro ‘affetto’ (un partner, una moglie, un fidanzato, ecc.) debba per forza accettare ciò che noi proponiamo senza battere ciglio, evitandoci invece di ascoltare i bisogni dell’altro;

quando ci crediamo ‘i più furbi’, i più intelligenti, i più simpatici, ecc. e ci aspettiamo che tutti ammirino e sostengano la nostra proposta, i nostri discorsi, ecc. senza battere ciglio;

ecc..

Imparare ad ascoltare. Capire cosa richiede il nostro pubblico.

Un bagno di umiltà, una buona capacità di ascolto, una predisposizione alla flessibilità ed anche la disponibilità a tornare sui nostri passi quando serve, ecc., rappresentano alcuni dei comportamenti/azioni utili a diventare ‘propositivi’ ed interessanti per gli altri’.

Tutti, senza distinzione, hanno qualcosa da ‘vendere’, non solo nel campo del business.

Il successo di un individuo, si misura anche nella sua capacità di andare incontro a quelle che sono le vere domande e richieste spesso non espresse ma certamente presenti.

Cominciare ad ascoltare, porsi delle domande, osservare senza pregiudizi, ecc., costituiscono dei fattori basilari se si vuole entrare in ‘sinergia’ con il proprio ‘mercato’ e conseguentemente, ottenere dei riscontri positivi.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • Imparare ad ascoltare.Imparare ad ascoltare. La capacità di ascoltare, è una delle doti più importanti che una persona può possedere. Saper ascoltare, non significa stare in silenzio ad 'assorbire' le chiacchiere o gli sfoghi, […]
  • Diventare agente di commercio? Diventare agente di commercio? Buon lunedì, Come di può vedere dal titolo, oggi parliamo della lavoro dell'agente di commercio e della sua funzione all'interno del circuito economico. Una professione antica […]
  • Cosa vendere oggi.Cosa vendere oggi. Vendere con successo sul mercato, richiede grande competenza e buone capacità di adattamento alle continue 'sollecitazioni e modifiche' dello status quo. Settori che da redditizi in […]
  • Business di successo : comunicare con efficacia.Business di successo : comunicare con efficacia. Abbiamo affrontato molte tematiche su come impostare un business di successo. Abbiamo considerato molti aspetti critici ed altri che invece, vengono sottovalutati quando avviamo o […]
  • Cosa vendere.Cosa vendere. Siamo arrivati alla quarta parte di questo argomento. Nei post precedenti, abbiamo analizzato il mercato attuale rispetto a soli pochi anni fa, evidenziando come i cambiamenti rapidi […]
  • Cosa vendere per fare soldi.Cosa vendere per fare soldi. In un mercato globale e locale che è in continuo cambiamento, stare dietro alle dinamiche che influenzano le 'mutazioni' diventa estremamente importante se non si vuole trovarsi […]

Altri articoli :