Cosa resterà..

maggio 25, 2014 | Redazionale

Buon lunedì

in questi giorni a Milano si sono verificati duri scontri fra centinaia di tassisti ed alcuni autisti concorrenti in merito ad una sorta di ‘liberalizzazione’ che un’applicazione Web (Uber) sta provocando in uno dei settori maggiormente ‘protetti’ come quello dei tassisti.

Non entriamo in merito alla questione specifica(anche per mancanza di tempo e spazio) in quanto sono in corso tra l’altro alcune dispute legali connesse all’interpretazione di alcune norme giuridiche in vigore ma una cosa è certa, questo ‘caso’ che ha ‘toccato’ i tassisti, poteva aver riguardato allo stesso modo una delle tante altre aree ancora protette che prima o poi, verranno coinvolte da fenomeni più o meno similari ( ad esempio : la categoria degli avvocati, le farmacie, ecc.).

Quindi, aspettiamoci in futuro nuovi ‘casi similari’ che coinvolgeranno altri comparti che ancor oggi sono ‘sotto protezione’.

Meglio gestire il cambiamento oppure, esserne travolti?

Su affaripropri.com si parla molto di cambiamenti(abbiamo dedicato in questi anni tanti post a questo argomento), sia a tutti quei cambiamenti che coinvolgono l’economia (nel suo complesso) e quindi, il mondo delle imprese ed il comparto del business in generale che ogni forma di trasformazione della nostra società e di noi stessi.

La capacità di gestire il cambiamento, cogliendo le opportunità che derivano dal cavalcare le ‘ondate’ di novità, costituisce un fattore di straordinaria rilevanza per chi fa impresa e per coloro che vogliono trarre vantaggio in ogni aspetto della propria esistenza.

Cosa resterà. Resistere ai cambiamenti.

Di fronte ad un’onda urto, ad un muro d’acqua, ecc., difficilmente, si può pensare di resistere semplicemente alzando delle palizzate o con qualche barriera improvvisata.

Il rimedio, in taluni casi, rischia di essere ancora peggiore del danno in quanto tale.

Da una parte, bisogna imparare ad osservare, prevenire e gestire in ogni fase di cambiamento, sia in ambito privato che in quello del business.

I cambiamenti, non devono essere visti solo come problemi o limiti alla nostra libertà ed alle nostre certezze attuali.

Nella realtà dei fatti però, sono in pochi coloro che riescono a comprendere l’importanza di questo concetto.

La paura e l’insicurezza accompagnano l’essere umano (sia inteso come soggetto privato che in qualità di uomo di business) e così, l’emotività ed i sentimenti di paura, tendono a bloccare la capacità di agire e reagire in maniera opportuna, generando talvolta seri danni e limitando gli stessi soggetti.

Accettare che il cambiamento sia parte della nostra vita.

Bisogna partire dal presupposto che non esiste nulla di statico e di ‘eterno’ e tutto, è destinato a ‘muoversi’ e modificarsi.

Dopo aver fatto proprio questo principio, è certamente più facile affrontare il tema del cambiamento nella propria vita ed in ambito professionale.

Le grandi battaglie e le grandi sfide, non si vincono chiudendosi semplicemente in difesa con la speranza che un evento esterno muti la situazione.

index

Cambiare per andare avanti.

Cambiare, non significa dimenticare i propri principi, i valori portanti della propria vita od abbandonare ciò che si sta facendo!

Cambiare vuol dire in molti casi, continuare a gestire con successo la propria vita, il proprio business, accettando e facendo propri una serie di mutazioni ed evoluzioni che fanno parte integrante della vita e del business.

Proprio dai cambiamenti (e principalmente dai più grandi di essi ), si creano i presupposti per nuove opportunità di crescita e di business.

Saper cavalcare l’onda prima di altri, anticipare e gestire queste fasi, costituisce un elemento di indubbia forza.

Nonostante questi concetti, accettare i cambiamenti, può lo stesso risultare difficile perché a volte serve del tempo per predisporre delle azioni di ‘armonizzazione’ ed adattamento, in particolare, quando da anni o decenni si è abituati ad una certa ‘formula’ consolidata, a vivere secondo certe rendite di posizione, a muoversi in ambienti ben conosciuti, ecc..

Abbandonare il noto per l’ignoto provoca paure e tensioni!

Ricordiamoci però una cosa :

tutto cambia e nulla è per sempre!

Talvolta, i cambiamenti possono essere rinviati o posticipati, come si suol dire ma questo, non sempre è possibile e comunque non per sempre!

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • I sogni nel cassetto.I sogni nel cassetto. Buon lunedì, più o meno, tutte le persone hanno nel corso degli anni maturato una serie di progetti, alcuni sogni che sono rimasti chiusi per molto nel cassetto, delle idee che […]
  • Cambiare.Cambiare. Buon lunedì, prendiamo spunto da un paio di email ricevute nei recenti 4 mesi, inviate da piccoli imprenditori (uno dei due, operante nel campo dei servizi e l'altro, un artigiano) che […]
  • Voglia di cambiare.Voglia di cambiare. Adattamento e cambiamento. Parlare di economia, di nuovi lavori, di nuovi investimenti ed opportunità, senza capire il senso della parola cambiamento, vuol dire solo parlare di fuffa. Il […]
  • Imprese del futuro.Imprese del futuro. Imprese del futuro. Buon lunedì, tre settimane fa, abbiamo accennato al caso di Uber, l'applicazione che consente di prenotare un'auto con autista ottenendo sconti e vantaggi rispetto […]
  • Uscire dagli schemi.Uscire dagli schemi. Buon lunedì, i grandi innovatori, siano essi :imprenditori,politici, artisti,scienziati, gli esploratori creativi di ogni genere, ecc., sono stati sempre coloro che hanno saputo 'uscire […]
  • Aprire un giornale on line : la crescita dei giornali locali.Aprire un giornale on line : la crescita dei giornali locali. Buon lunedi', Dal titolo, si intuisce chiaramente uno degli argomenti che tratteremo questa settimana. Ho seguito alcuni anni or sono, lo sviluppo di due siti Web, per conto di […]

Altri articoli :