Il business dei pagamenti on line.

maggio 5, 2014 | Redazionale

Buon lunedì,

in questi anni, si è assistito ad una sempre maggiore limitazione dell’uso del contante a favore di altre forme di pagamento.

Non ci perdiamo ora ad elencare le motivazioni ufficiali o quelle ufficiose che stanno spingendo verso questi mutamenti.

Tutto ciò, in ogni caso, ha portato a dei cambiamenti che potremmo definire epocali, mediante i quali le persone, anche per piccoli pagamenti, utilizzano sempre di più : carte di credito, assegni, pagamenti on line, ecc..

Le persone, le imprese, i professionisti, ecc., impiegano sempre meno soldi liquidi e privilegiano le transazioni mediante altri canali.

Dal punto di vista della gestione di queste nuove tendenze, chi ci ha guadagnato è stato senza dubbio il soggetto bancario!

Le banche (e le strutture ad esse connesse) lucrano sulle commissioni, sui depositi, ecc..

In questo fase storica però, altri soggetti, hanno ‘percepito’ la possibilità di fare business in un settore che offre ancora enormi spazi di crescita.

Una serie di soggetti economici hanno chiaramente subito un contraccolpo da questo cambiamento, basti ad esempio pensare a chi gestiva la custodia e la sicurezza dei ‘contanti’ come le agenzie di vigilanza.

Altri operatori invece, hanno creato una serie di nuovi business (software house, società che si occupano di moneta elettronica, imprese specializzate nel trasferimento del denaro on line, società di recupero crediti per gli insoluti su carte di credito e debito, ecc.).

index

Pagare con i telefonini. Applicativi per effettuare pagamenti con i telefoni.

Fra le compagnie telefoniche mobili, colpite nei paesi occidentali da una crisi connessa alla saturazione del mercato(ormai tutti dispongono di uno o più telefonini ed anche di abbonamenti) ed anche alla fine di una serie di rendite di posizione (la prossima fine del roaming, la guerra sulle tariffe per accaparrarsi i clienti che sono sempre più ‘infedeli’ e passano da una compagnia ad un’altra, la nascita di applicativi che permettono l’invio gratuito dei messaggini, ecc.), c’è la tendenza a guardare con sempre maggiore attenzione alla possibilità di proporre ai loro clienti una serie di pagamenti attraverso la bolletta del telefonino in alternativa alle carte di credito.

Un giro potenziale di affari enorme che fa ‘gola’ a tutti in quanto il telefonino è diffuso in tutta la popolazione e si adatta a moltissime forme di micro e piccoli pagamenti.

In questo ambito di business, c’è attualmente un vasto spazio per sviluppatori di applicativi, addetti alle vendite di questi sistemi, ecc., insomma una serie di soggetti che oltre naturalmente alle compagnie telefoniche potrebbero trarre vantaggi se esplodesse questo business.

Creare una criptovaluta.

Un altro business che sta espandendosi alla velocità della luce, è quello relativo alle cosiddette criptovalute, fra le quali la più conosciuta è quella del Bitcoin.

Pur trattandosi di un mercato sul quale esistono pareri diversi (chi lo considera in crescita esponenziale e coloro che al contrario ritengono le criptovalute una moda passeggera), è indubbio che già ora sono in parecchi i soggetti che stanno investendo e guadagnando questo questo innovativo mercato.

Sono nate in questi ultimi mesi una serie di soluzioni alternative e concorrenziali al Bitcoin che stanno ‘contagiando’ centinaia di migliaia di acquirenti/investitori/utilizzatori.

Senza voler offrire consigli o pareri, sicuramente, nei prossimi 18 mesi, questo mercato sarà destinato a crescere.

Il business dei pagamenti senza contante.

In ogni caso, queste evoluzioni a seguito del sempre minor uso del contante, stanno evidenziando una insieme di potenziali business (da quelli più semplici, come coloro che gestiscono l’assistenza sui poss a quelli più innovativi come le criptovalute) che rappresentano solo una fase di passaggio (e probabilmente ancora iniziale) di un lungo percorso che ci porterà tantissime novità e di conseguenza, andrà a cambiare molti equilibri attualmente in essere, avvantaggiando alcune imprese (ed offrendo innovative opportunità per neo imprenditori) e dall’altra però, emarginando una serie di business e soggetti economici che verranno ‘tagliati fuori’ dai nuovi scenari.

Per chi saprà inserirsi grazie alle proprie competenze in questi segmenti, le possibilità di fare affari ci sono certamente.

Buon lavoro.

 

Articoli correlati:

  • La differenza tra :Vivere con dei sogni e vivere di illusioniLa differenza tra :Vivere con dei sogni e vivere di illusioni Il sogno e la realta' ed i venditori di illusioni. Raggiungere i nostri obiettivi, vivere ed assaporare le nostre emozioni, e' ben diverso che vivere di illusioni. Buon […]
  • Che attività apro.Che attività apro. Buon lunedì, in Italia, similarmente a molti altri paesi europei di vecchia industrializzazione (Francia, Spagna, Grecia, Irlanda, Gran Bretagna, ecc.), sta accadendo una cosa […]
  • Aprire un’agenzia di sicurezza.Aprire un’agenzia di sicurezza. Buon lunedì, in tema di servizi e prodotti richiesti dal mercato(anche e sopratutto in un periodo di crisi come quello attuale), oggi, ci soffermiamo in particolare sul comparto […]
  • I business del futuro.I business del futuro. Buon lunedì, la ricerca dell'idea giusta, del progetto in linea con i tempi, del business del futuro, di un'attività che possa garantire dei margini di crescita consistenti nel medio […]
  • Me ne vado dall’Italia.Me ne vado dall’Italia. Buon lunedì, quanti sono coloro che hanno lasciato il Belpaese per andare a vivere e lavorare all'estero(trasferendosi definitivamente) con l'obiettivo di avviare un'attività nuova […]
  • Business del futuro.Business del futuro. Buon lunedì, prendiamo spunto da una riflessione che un noto quotidiano nazionale ha pubblicato on line qualche giorno fa, relativamente agli oggetti di uso comune che sono destinati a […]

Altri articoli :