Imprese del futuro.

giugno 15, 2014 | Redazionale

Imprese del futuro.

Buon lunedì,

tre settimane fa, abbiamo accennato al caso di Uber, l’applicazione che consente di prenotare un’auto con autista ottenendo sconti e vantaggi rispetto alla ‘chiamata’ tradizionale di un taxi.

L’arrivo sul mercato di questo applicativo ha creato conseguentemente molte tensioni in tutta Europa fra i tassisti (le molte manifestazioni e gli scioperi avvenuti in questi giorni lo testimoniano) in quanto Uber è considerato in prima battuta (dai suoi avversari) un concorrente ‘scorretto’ che di fatto obbliga la ‘categoria’ dei tassisti a concorrere con un insieme di soggetti aggiuntivi e dover ‘ridiscutere’ le tariffe e le regole di mercato sin qui adottate.

Uber, rappresenta solo un esempio di come il Web e la tecnologia cambierà radicalmente un insieme di rendite di posizione e di equilibri che nel tempo(spesso, nel corso di decenni) si sono formati.

Non basteranno le manifestazioni delle associazioni di categoria per ‘stoppare’ una serie di cambiamenti e di questo, ne sono convinti anche gli stessi operatori del settore (che proprio per questa ragione manifestano preoccupati).

Business futuri. I cambiamenti non si fermano davanti a nulla.

La Rete e le sue molte applicazioni, stanno accelerando la fine di tantissime rendite di posizione ed equilibri che spesso duravano da numerosi anni.

In questi recenti anni, abbiamo assistito alla nascita di numerosi e ‘visitati’ portali Web operanti in ogni campo :

immobiliare, turismo, vendita auto e moto, assicurazioni, mutui, incontri personali, vendita di vari prodotti, social, ecc..

Tutto ciò, ha stravolto in soli pochi anni le centinaia di formule di business fin qui in ‘essere’ ed anche conseguentemente la ‘vita’ di quei soggetti imprenditoriali che per parecchio tempo avevano operato e prosperato senza troppi cambiamenti all’interno di queste attività.

Se pensiamo ad esempio al caso delle agenzie assicurative ed immobiliari, alle agenzie di incontri, alle agenzie viaggio, ai vari mediatori operanti in svariati campi, ecc., tutto questo cambiamento, si è abbattuto talvolta come uno tsunami, rimettendo in discussione quelle certezze che nessun regolamento o liberalizzazione legislativa avevano previsto.

Questo, ha creato paure e panico fra gli addetti ai lavori di fronte alla ‘fine’ di quelle certezze.

images

Il business del futuro. I settori coinvolti.

Seppure siano parecchi quei settori e segmenti coinvolti da queste innovazioni, dobbiamo aspettarci in ogni caso l’arrivo nel breve periodo di una serie di altri applicativi che coinvolgeranno ulteriormente (ed in misura ancor maggiore) altri nuovi comparti di business che oggi sono ancora ‘poco’ ‘influenzati’ da queste tecnologie e che faranno ‘la fortuna’ di nuovi imprenditori e dall’altra, queste evoluzioni, restringeranno sempre di più il campo ad altri soggetti che magari operano già da tempo su quel mercato.

Questo, significa che per coloro che dispongono delle idee e della capacità di riuscire a sviluppare dei business innovativi, le possibilità di ‘lanciarsi’ sul mercato con successo sono assai concrete e queste opportunità, si giocheranno nei prossimi mesi/anni sulla base anche della tempistica (cioè : di chi arriva prima sul mercato con soluzioni utili ed innovative e che saranno apprezzate dai potenziali acquirenti).

Fare business. Nessuno è ormai più immune ai cambiamenti!

Certamente, occorre aspettarci da parte di una serie di categorie (‘colpite’ da queste innovazioni) una forma di dura ‘resistenza’ che verrà attuata in differenti modalità ma questo, non impedirà di certo ai cambiamenti di giungere e di espanersi ed anche agli imprenditori più innovativi di ‘inventarsi’ dei business di successo, utilizzando appunto il Web e le nuove tecnologie.

Le rendite di posizione sono finite!

Per chi ha delle idee, è il momento di farsi avanti, prima che qualcun altro lo faccia al suo posto.

Se da una parte ‘c’è la crisi’, dall’altra, c’è sempre chi con idee e soluzioni nuove riuscirà ad inserirsi con successo sul mercato, anche in ambiti apparentemente tradizionali e che in termini di giro di affari non stanno crescendo.

Nuove idee imprenditoriali. La figura del nuovo imprenditore.

Più che sui grandi capitali, i neo imprenditori ‘digitali’, dovranno mettere in campo la flessibilità, le idee e la creatività ma sopratutto, la capacità di offrire qualcosa di valido e facilmente ‘apprezzabile’ dal pubblico.

Partire per primi, anche in campo tecnologico, consente di garantirsi per un certo tempo una sorta di vantaggio rispetto ai concorrenti che immediatamente dopo cercheranno di inserirsi sulla ‘scia” del successo ottenuto.

Sono ancora molti i settori che offrono spazi di ‘innovazione’ e che quindi, sono in grado di ‘accettare’ proposte valide.

Buon lavoro.

 

Articoli correlati:

  • I business futuri.I business futuri. Buon lunedì, c'era una volta (magari soltanto 20 anni fa) l'edicolante che vendeva i giornali(riviste, fumetti, ecc.), il benzinaio che riforniva le auto di benzina e gasolio(e qualche […]
  • I business del futuro.I business del futuro. Buon lunedì, la ricerca dell'idea giusta, del progetto in linea con i tempi, del business del futuro, di un'attività che possa garantire dei margini di crescita consistenti nel medio […]
  • Business del futuro.Business del futuro. Attività del futuro. I cambiamenti sociali, demografici e culturali e l'impatto sul modo di fare business, con la nascita di nuove opportunità. Buon lunedì, parliamo oggi di futuro, o […]
  • Attività del futuro.Attività del futuro. Lavori del futuro. Parlare di business oggi(oltre che di opportunità in visione futura), significa sopratutto capire cosa sta accadendo intorno a noi e cioè, prendere atto di tutta una […]
  • Quali saranno le attività redditizie 2012/2013.Quali saranno le attività redditizie 2012/2013.   Buon lunedì, si parla ormai apertamente di recessione per buona parte dei paesi dell'Europa Occidentale (Francia, Italia, Gran Bretagna, ecc.) a partire dall'inizio del […]
  • Business futuri e la disintermediazione in ogni settoreBusiness futuri e la disintermediazione in ogni settore Buon lunedì, oggi vorrei portare l'attenzione ad un fenomeno che sta interessando praticamente tutti i settori economici e sociali: la disintermediazione. Cioè, sta succedendo […]

Altri articoli :