Affitto ramo di azienda.

ottobre 7, 2014 | Fare impresa

Una delle formule per la gestione di un business che in questa fase economica può essere considerata interessante, è quella dell’affitto del ramo di azienda o di azienda nel suo complesso.

In concreto, un’azienda come un qualunque bene (o quasi), si può affittare ad altri soggetti in cambio di un canone.

In concreto, un concedente (il proprietario dell’azienda) attribuisce l’intera gestione dell’azienda ad un altro soggetto (che definiremo affittuario) in cambio del pagamento di un canone come se si trattasse di un bene qualsiasi.

index

Affittare un’azienda. I vari punti di vista.

Affittare a terzi la propria impresa oppure, prendere in affitto un’impresa od un ramo aziendale, può comportare vantaggi e/o svantaggi a seconda di una serie di situazioni.

Cerchiamo di comprendere da tutti e due i punti di vista quando ne vale la pena (e quindi rappresenta un’opportunità) e quando invece costituisce una criticità e quindi, come regolarsi di fronte a determinate situazioni.

Prendere in affitto un’azienda. Le opportunità.

Entrare in un business, trattando un noleggio favorevole (un canone limitato) e contemporaneamente, stabilendo una serie di clausole per il futuro, può costituire un’opportunità molto interessante nel caso in cui si disponga di un progetto di business che consenta all’impresa di aumentare i profitti rispetto al passato.

In una fase di crisi(ad esempio come quella attuale), le aziende che sono alla ricerca di un compratore o di un affittuario sono tante, senza dubbio.

Un’offerta ampia e molto variegata che coinvolge molti settori in vi sono dinamiche diverse (ed anche prospettive differenti).

Si tratta certamente di saper individuare quelle imprese che all’interno di un determinato settore o segmento hanno le caratteristiche per generare utili importanti.

Quindi, chi è alla ricerca di un’opportunità, in genere, va a selezionare le offerte presenti su un determinato settore per ‘scandagliare’ l’eventuale presenza di ‘perle’.

Affittare un’azienda. Quando conviene?

Ci sono casi in cui la gestione di un’impresa arriva ad un punto(critico) che obbliga il proprietario a gettare la spugna (per una serie di ragioni).

Le motivazioni sono per lo più connesse ai scarsi risultati ma possono dipendere anche da ragioni strettamente personali (problemi di salute, mancanza di eredi naturali in grado di portare avanti il progetto aziendale, l’impossibilità di trovare un compratore alle condizioni richieste, presentarsi di fronte ai creditori in maniera più credibile, ecc.).

L’affitto di un’azienda, di fatto, consente al concedente di ottenere un vantaggio (un canone periodico) e gestire in molti casi delle situazioni contingenti (una crisi interna, l’impossibilità di continuare a gestire in prima persona l’attività, la presenza di problemi legati ad un passaggio generazionale, ecc.).

Diventa vantaggioso dare in affitto un’impresa se la nuova gestione riuscirà a far accrescere il valore dell’attività, sia in termini valore del bene che in termini di miglioramento della competitività aziendale.

In caso contrario, con una una gestione poco interessata al miglioramento dell’impresa nel suo complesso ma indirizzata solo a far fatturato (spremendo le risorse interne al massimo), con un’ottica di breve termine(giusto il tempo della durata del contratto), si rischia lo ‘svuotamento’ del bene con conseguenze funeste.

Prendere in affitto un’azienda.

Prendere in affitto un’impresa od un ramo aziendale, deve essere la conseguenza di un business plan ben studiato che punta a far profitto ma ha anche previsto (in alcuni casi) una serie di ulteriori accordi vantaggiosi con il concedente nel caso in cui il business dovesse acquisire parecchio valore in più proprio durante la gestione dell’affittuario.

Affitto di azienda. Le altre questioni.

Trattandosi di un contratto previsto anche dal codice civile, sembra tutto perfetto e facilmente gestibile in base a delle normative chiare.

In realtà, non sempre è così, in quanto le situazioni concrete in cui si applica, prevedono un insieme di situazioni differenziate e che richiedono un approfondimento che andrebbe analizzato assieme ad un consulente esperto prima di prendere decisioni definitive.

Alla data attuale, sono in essere vari contratti di affitto di azienda o di ramo aziendale.

Diciamo pure che si tratta di una formula utilizzata più che in passato in varie situazioni.

L’affitto del ramo di azienda o dell’impresa nel suo complesso, è solo uno strumento :

le opportunità ed i vantaggi di questa soluzione, sono connessi alla capacità di quegli imprenditori che sapranno impiegare questa formula nei casi specifici (e già gli esempi concreti attualmente sono parecchi).

Nel prossimo episodio, ascolteremo la testimonianza di un consulente che ci spiega qualche segreto per trarre vantaggio da questa formula facendo riferimento ad alcuni casi concreti :

in pratica, quando conviene prendere in affitto un ramo di azienda od un’impresa nel suo complesso.

Continua.

Articoli correlati:

  • Rilanciare un’attività.Rilanciare un’attività. I casi concreti in cui i dipendenti di un'azienda si comprano l'impresa nella quale lavorano non sono certo frequenti, anzi, sono abbastanza rari. Le motivazioni che spingono i […]
  • Cambiare settore di attività.Cambiare settore di attività. La flessibilità, ha costituito da sempre un fattore di successo. Questo termine, a volte utilizzato in maniera impropria per varie logiche di interesse, in realtà, rappresenta una […]
  • Fare impresa.Fare impresa. Creare un business di successo, significa anche e sopratutto evitare di fare degli errori importanti nel corso della pianificazione, avvio e gestione dell'impresa. Nel corso della prima […]
  • Dipendenti che rilevano l’impresa in cui lavorano.Dipendenti che rilevano l’impresa in cui lavorano. L'alternativa alla chiusura di un'attività in difficoltà, non è connessa solo all'arrivo di nuovi imprenditori(che dovrebbero subentrare con nuovi capitali) ma può in alcuni casi […]
  • Aprire un allevamento di lumache.Aprire un allevamento di lumache. Torniamo sulla 'terra'(in tutti i sensi), dopo esserci occupati per molto tempo di business tecnologici e di settori innovativi. Parliamo di agricoltura ed in particolare, di uno […]
  • Cessione aziendeCessione aziende Quanto vale un'attività oggi? Seconda parte. Investire e/o comprare delle attività imprenditoriali, licenze commerciali, studi professionali, ecc., richiede una buona competenza nel […]

Altri articoli :