Attività commerciali in gestione.

novembre 6, 2014 | Fare impresa

L’alternativa rispetto ad avviare ex novo un’attività, è quella di prenderne in gestione una già operativa.

Il vantaggio è sicuramente connesso allo sforzo di non dover avviare e gestire tutta la fase di start up ma di contro, come del resto abbiamo evidenziato nel post scorso, ci sono una serie di criticità che vanno verificate e considerate seriamente.

La scelta di prendere in gestione un’attività, è strettamente connessa agli obiettivi, alla possibilità finanziaria, alla disponibilità di imprese Valide ‘attive sul mercato ‘(da prendere in gestione), ecc..

index

Prendere in gestione un negozio.

Oggi, si incontrano moltissime attività che sono poste sul mercato per essere date in vendita od in gestione.

Quante di queste sono realmente redditizie ed in grado di avere una prospettiva futura?

Non moltissime!

Parecchie attività, vengono abbandonate dai loro titolari, apparentemente per ragioni serie (impegni e problemi personali, necessità di denaro per far fronte ad altri esigenze, ecc.).

Nella realtà, le cose sono un po più complesse :

il cambiamento nella struttura del commercio, in atto ormai da qualche anno, il calo dei consumi che ha colpito tante attività, l’aumento della pressione fiscale che ha raggiunto dei livelli record, ecc., ha falcidiato un elevato numero di imprese ancora efficienti sino a poco tempo ed in grado di garantire un giro di affari importante per i loro gestori.

Quale attività prendere in gestione?

Difficile se non impossibile fare una lista astratta di imprese da considerare e/ o da escludere solo in base alla categoria / settore ed alla localizzazione.

Sicuramente, il campo di attività, la zona in cui opera un’impresa, nonché l’insieme dei dati del bilancio, ci permettono di farci un’idea importante ma sicuramente, tutti questi dati non offrono in ogni caso una certezza assoluta in merito alla scelta da prendere.

Ad esempio, se un’azienda ha ottenuto ancora discreti risultati due anni or sono e quest’anno ha invece perso un 25 per cento del suo giro di affari, pur rimanendo ancora in attivo, chi ci garantisce che non si trovi in una fase progressiva di calo tale da pregiudicare nell’ambito di un solo anno la sua redditività?

Prendere in gestione un’attività. Le verifiche da fare.

Occorrerebbe infatti conoscere sia le dinamiche di quel settore che di quell’attività specifica per farsi un’idea più reale.

Ma voi credete davvero che la stragrande maggioranza di chi prende in gestione un negozio od una piccola attività faccia queste verifiche?

Nella maggior parte dei casi, i futuri gestori, si limitano a controllare gli incassi passati (che però fotografano solo il passato di quel business) ed al massimo, verificano la merce in magazzino e lo stato di salute delle attrezzature e degli arredi.

Nulla di più.

Indubbiamente, queste verifiche, sono dei controlli che vanno necessariamente effettuati ma in più, bisognerebbe anche capire lo ‘stato di salute’ dell’attività guardando alla tipologia dei clienti, a come spendono ed a che livello sono fidelizzati ed a come, specie recentemente, la concorrenza si è mossa sul mercato, ecc..

In concreto, evitare di sedersi sugli allori del passato, illudendosi che prendere in gestione un’attività costituisca una certezza, una sorta di rendita garantita e non invece :

solo una base da cui ripartire, spesso, con nuove idee, strategie per riposizionare l’attività in base alle necessità del mercato in evoluzione.

Nella prossima puntata, affronteremo ulteriormente questo argomento con altri temi.

Continua.

Articoli correlati:

  • Aprire una rosticceria.Aprire una rosticceria. Come aprire una rosticceria. Oggi, torniamo ad affrontare il tema dell'avvio di quelle numerose piccole attività tradizionali che continuano ad incontrare spazi interessanti in un mercato […]
  • Creare una start up.Creare una start up. Le start up costituiscono quei progetti che spesso sono contraddistinti da una elevata componente tecnologica ed innovativa. Nel corso della prima parte, si è parlato di start up e di […]
  • Coworking.Coworking. Il concetto di coworking è da qualche anno giunto anche in Italia e fa riferimento al modo(diverso dal passato) in cui differenti consulenti, imprenditori, professionisti, ecc. lavorano […]
  • Quale negozio aprire oggi.Quale negozio aprire oggi. Negozi da aprire. In questi recenti anni, abbiamo ricevuto molte richieste di supporto in merito all'apertura di piccole attività commerciali e di servizi, sia da parte di aspiranti […]
  • Rilanciare un’attività.Rilanciare un’attività. I casi concreti in cui i dipendenti di un'azienda si comprano l'impresa nella quale lavorano non sono certo frequenti, anzi, sono abbastanza rari. Le motivazioni che spingono i […]
  • Come diventare amministratore di condominio.Come diventare amministratore di condominio. La professione di amministratore di condominio è un'attività che prevede impegni lavorativi non sempre connessi (o comprimibili) all'interno degli orari tradizionali d'ufficio. Le […]

Altri articoli :