Cosa vendere per fare soldi.

novembre 27, 2014 | Fare impresa

In un mercato globale e locale che è in continuo cambiamento, stare dietro alle dinamiche che influenzano le ‘mutazioni’ diventa estremamente importante se non si vuole trovarsi ‘tagliati fuori nel giro di pochi anni dal business.

Nel corso delle puntate precedenti, abbiamo cominciato ad ascoltare un titolare di un call center che ci ha illustrato come il suo settore rappresenti un ottimo osservatorio per individuare i comparti in crescita ed anche quelli che sono da ‘abbandonare’ perché risultano sempre meno redditizi.

L’imprenditore del call center infatti, ci ha elencato alcuni campi di attività emergenti ed altri che lo sono sempre meno e tutto questo, rappresenta senza dubbio un modo per selezionare un campo di attività rispetto ad un altro.

Quindi, saper stare all’interno di un settore che fa guadagnare ed abbandonare al più presto quelle attività che in pochi anni si trasformano in fallimentari o poco remunerative, indipendentemente dal fatto che siano settori a cui si è legati magari da tempo, diventa prioritario.

In concreto, non importa nulla se vostra madre o vostro padre hanno fondato l’azienda in quel settore!

Se scoprite che non conviene più, sarà meglio mollare (poco romanticamente ma molto intelligentemente) quel comparto e concentrarsi su altro!

Business is business!

index

Cosa vendere ora. Non cosa si vendeva 5 anni fa.

L’intervista della puntata scorsa ci ha aiutato a capire come anche in un periodo (un lasso di tempo breve) di pochi anni, siano avvenuti dei cambiamenti enormi e quanto di conseguenza sia importante adeguarsi velocemente per evitare di trovarsi ‘fuori dal business’ senza quasi accorgersene.

Per molti imprenditori tradizionali che erano abituati ad operare con tempistiche più ‘lente’ (tipiche degli anni passati), il fallimento od il ridimensionamento del proprio business è stato vissuto talvolta come uno shock molto forte.

Non hanno voluto capire che quel settore in cui operavano era finito o comunque era ‘agli sgoccioli’ ed hanno preferito ignorare i segnali che anno dopo anno erano giunti loro.

Ritorneremo a discutere nella prossima puntata di questi aspetti, ora, diamo spazio come anticipato nel post scorso all’intervista con un direttore alle vendite che ha operato in vari campi in questi recenti anni.

Il suo nome è Gianni, un brizzolato esperto di vendite con un ottimo curriculum.

Chi sei?

Mi considero un buon venditore, un esperto di reti di vendita, un consulente nella gestione della forza vendita.

Parlaci della tua esperienza e di come è cambiato il modo di vendere.

Ho iniziato a vendere circa trentacinque anni fa, molto prima dell’avvento di Internet e quando la grande distribuzione era ancora poco presente rispetto ad oggi.

Un ‘mondo’, dal punto di vista del business e delle vendite in particolare, completamente diverso da oggi.

Che cosa è cambiato in maniera evidente?

Per chi gestisce una forza vendita o per chi è titolare di aziende commerciali che basano la loro forza sulla vendita, tutto è cambiato, a partire dai clienti che non sono più gli stessi.

Ci pensi che una volta i rappresentanti visitavano le piccole attività commerciali ed artigianali ed oggi invece, queste tipologie di aziende sono nella maggior parte con l’acqua alla gola, oppure, chiuse od in altri casi, ti trovi di fronte a reti in franchising che comprano tutto dalla casa madre.

Il ruolo del venditore è oggi molto più marginale che in passato.

Come vedi il futuro della vendita.

Sicuramente diverso per molte cose ma rimarrà importante ancora la figura del venditore per vari segmenti (pensa agli anziani, a determinate nicchie, ecc.).

La disintermediazione (che trova la sua massima espressione nel Web), unita alla grande distribuzione hanno agito in maniera pesante, tagliando via spazi di volta in volta crescenti alle vendite effettuate con rappresentanti.

Che cosa vendere oggi?

Vuoi un elenco o ti accontenti di una descrizione più generica?

Continuiamo l’intervista con il nostro ospite nel corso della prossima puntata, durante la quale approfondiremo ulteriormente il tema : cosa vendere e come vendere oggi.

Continua.

Articoli correlati:

  • Cosa vendere oggi.Cosa vendere oggi. Vendere con successo sul mercato, richiede grande competenza e buone capacità di adattamento alle continue 'sollecitazioni e modifiche' dello status quo. Settori che da redditizi in […]
  • Cosa vendere per guadagnare.Cosa vendere per guadagnare. Un tema cruciale per chi si occupa di business in generale, è quello della necessità di individuare i bisogni e le richieste del mercato, sia quelli attuali che in particolare, i trend […]
  • Cosa vendere.Cosa vendere. Aprire un'agenzia di venditori. Vendere attraverso la tradizionale forza vendita. Negli anni settanta ed ottanta ma ancora nel decennio successivo, le strutture commerciali di imprese e […]
  • Cosa vendere per guadagnare.Cosa vendere per guadagnare. Cosa vendere per fare soldi. Da 30 anni a questa parte, è cominciata la parabola discendente degli agenti di commercio o dei 'venditori', come più concretamente vengono definiti coloro […]
  • Cosa vendere.Cosa vendere. Siamo arrivati alla quarta parte di questo argomento. Nei post precedenti, abbiamo analizzato il mercato attuale rispetto a soli pochi anni fa, evidenziando come i cambiamenti rapidi […]
  • Cosa vendo.Cosa vendo. Cosa vendere oggi? Questo, rappresenta il quesito che un buon 'commerciale' ma anche un imprenditore si deve porre costantemente per poter rimanere sul mercato con successo. Nelle […]

Altri articoli :