Idee per lavorare da casa.

gennaio 27, 2015 | Lavorare a domicilio

Il lavoro del ‘commerciale’ rappresenta una delle più impegnative ma anche flessibili professioni da sempre.

In tempi di cambiamenti epocali(come quelli che da circa 20 anni sono in corso), molte di queste funzioni possono essere svolte anche dal proprio domicilio senza per forza spostarsi continuamente e fare migliaia di chilometri al mese.

Nella puntata scorsa, abbiamo presentato l’opportunità di lavorare dal proprio domicilio in qualità di venditore od agente di vendita.

images

Lavori on line da casa. Il mestiere del venditore.

La professione del venditore non è affatto banale e neanche semplice in quanto la concorrenza è vasta e molti settori sono attualmente ‘inflazionati’, eppure, c’è la possibilità di svolgere questo lavoro dal proprio domicilio, curando ‘le vendite’ per conto di imprese per le quali si collabora ottenendo in alcuni casi risultati molto interessanti.

Come del resto abbiamo anticipato nel corso della puntata scorsa, diamo spazio alla testimonianza di un agente di vendita che da oltre 28 anni esercita questa professione e che da due anni, ha deciso di abbandonare la ‘formula tradizionale’, cioè, quella che consiste nel girare con la propria auto presso le sedi delle imprese dei clienti per abbracciare una modalità nuova che prevede la gestione del lavoro in buona parte (non del tutto) dal proprio domicilio.

Cerchiamo ora di capire attraverso una serie di domande che andremo a porre, che cosa significa questo cambiamento e come funziona questa formula innovativa.

Ciao, presentati e raccontaci come ti guadagni da vivere.

Faccio il venditore da sempre, da quasi trent’anni, durante i quali ho venduto un po di tutto e ho avuto la possibilità di lavorare per varie imprese con strutture ed ambienti diversi.

Ora, da quasi due anni continuo a fare il venditore per conto di due imprese italiane ma in maniera diversa rispetto al passato.

Cosa cambia nel tuo lavoro rispetto a prima?

Prima del cambio o meglio della rottura come la definisco io, andavo in giro per le aziende a presentare i prodotti e servizi delle imprese per cui collaboravo e cercavo di vendere, vendere e vendere.

Ora, continuo a vendere, vendere e sopratutto a vendere ma la maggior parte del mio lavoro, si volge dalla stanza di casa mia, di fronte ad un computer ed un telefono.

Diciamo che molto è cambiato rispetto a prima.

Come è maturata questa scelta?

Io la definisco una necessità di sopravvivenza per poter continuare ad andare avanti, garantendo a me ed alla mia famiglia un reddito anche per i prossimi 15 anni.

Negli ultimi 15 anni infatti, il reddito percepito annualmente dal sottoscritto (e dalla stragrande maggioranza dei miei colleghi) ha avuto un tendenziale calo derivante da un mix di quattro fattori :

le imprese per cui lavori generalmente ti pagano sempre di meno (hanno azzerato i rimborsi spese, hanno ridotto le provvigioni ed i premi, ecc.);

sono aumentate le imposte ed i contributi a carico dei professionisti e sono contemporaneamente diminuite le detrazioni fiscali;

sono aumenti i costi per muoversi : i parcheggi a pagamento sono ormai ovunque; è impossibile non prendere delle multe durante il lavoro(divieti di sosta, velocità, ecc.); le autostrade ed i carburanti costano una cifra crescente anno dopo anno, ecc.;

e sopratutto :

è diminuito il lavoro!

Si gira sempre di più e si vende sempre di meno e questo, non riguarda solo alcuni casi specifici ma è una constatazione generale.

A questo punto, non si poteva più andare avanti per molto.

Ho studiato una soluzione per : ridurre le spese e rendere più profittevole il mio lavoro, riuscendo anche ad avere maggiore tempo per me e la mia famiglia.

Inoltre, oggi riesco a dare una mano a mia moglie con i nostri figli e posso seguire anche la mia anziana madre qualche ora la settimana.

Prima, la vita stava diventando impossibile ed alla soglia dei 50 anni, occorre rivedere i propri ritmi in base alle energie e forze che non sono quelle di un uomo di 30 o 35 anni.

Sei stato chiaro su tutto.

Ora però spiegaci come hai improntato il tuo lavoro e come hai trovato le imprese con cui collabori.

…..

Si continua con l’intervista nel corso della prossima puntata.

Continua.

Articoli correlati:

  • Come lavorare on line da casa.Come lavorare on line da casa. In tema di business e professioni che possono essere svolte da casa, oggi, dedichiamo spazio a quella del venditore, ossia, della figura professionale più ricercata su annunci ed […]
  • Professione Youtuber.Professione Youtuber. Lavorare da casa può avere molti significati ed i soggetti impegnati dal proprio domicilio con una o più attività, sono davvero tanti. Nella puntata scorsa, abbiamo cominciato ad […]
  • Guadagnare da casa.Guadagnare da casa. Sono moltissimi coloro che a livello dilettantistico si sono messi a realizzare video per postarli in Rete ed ottenere così numerose visite. L'obiettivo per molti realizzatori di questi […]
  • Lavorare da casa.Lavorare da casa. Lavorare a distanza. Seconda parte. Nel corso della prima parte, abbiamo introdotto l'argomento del lavoro a distanza (o dal proprio domicilio) che con l'avvento della Rete, sembra […]
  • Lavorare da casa. Lavorare a domicilio. Lavorare da casa. Lavorare a domicilio. Quando la casa diventa il tuo ufficio. La casa degli italiani, negli ultimi 10 anni, si è sempre di più trasformata nel domicilio lavorativo per moltissimi professionisti, free lance, […]
  • Lavorare on line da casa.Lavorare on line da casa. Sono anni che sentiamo parlare di autoimprenditorialità, di capacità di autocrearsi un'occupazione e di flessibilità lavorativa. In concreto, c'è un invito a trovare idee e soluzioni […]

Altri articoli :