Business di successo.

febbraio 12, 2015 | Fare impresa

Qual è la causa dei tanti fallimenti che siamo abituati a vedere in giro, della chiusura di molte attività che magari dall’oggi al domani tirano giù la saracinesca, dell’impossibilità di andare avanti per molte attività (storie) imprenditoriali nonostante non manchino i clienti, il lavoro ed il settore in cui si opera non sia del tutto in crisi?

5index

Colpa della crisi. Gestire un business con successo.

A volte, specie in questi ultimi anni, ci si è abituati (troppo spesso purtroppo)a dare colpa di ogni problema aziendale ad un ‘nemico’ esterno individuato nella Crisi, un capro espiatorio certamente ‘reale’ ma che non può essere sempre tirato in ballo per giustificare anche : gli errori, la superficialità, tutta una serie di mancanze, ecc. nella gestione dell’impresa da parte dell’imprenditore e/o dei suoi soci.

Se poi si va ad analizzare nello specifico (e lo faremo ancor meglio dal prossima post) che cosa è davvero successo dall’inizio del percorso aziendale in poi, allora, ci si rende davvero conto che a ‘carico’ dell’imprenditore e dei suoi collaboratori (senza voler processare nessuno, sia chiaro) ci sono tanti errori e leggerezze che hanno provocato il risultato finale fallimentare.

E’ solo colpa della crisi? Fare qualche errore in meno.

Ma davvero è sempre così?

Proviamo ora, anche con l’aiuto di una serie di esempi di tentare di fare un po’ di chiarezza anche per evitare (tante volte) di nascondersi dietro a delle diversificate scuse ( più o meno reali) e quindi, concentrarsi piuttosto sulla soluzione dei veri problemi.

La somma di tanti errori porta senza dubbio al fallimento!

Farne qualcuno di meno, forse, evita di chiudere e permette di avere ancora la forza di riprendere ed andare avanti.

Occorre in molti casi ridurre gli errori e/o limitarne il loro ‘peso’, riuscendo in tempo a ‘correggere’ la rotta prima che sia troppo tardi.

Questo, certamente non significa che non esistono cause esterne, talvolta poco prevedibili ed alle quali, non sempre si può reagire con prontezza.

Business di successo. Limitare le conseguenze degli errori.

Saper gestire le problematiche giorno per giorno, evitando che alcune di queste criticità poco o mal gestite (per tempo) possano pesare sulla gestione complessiva del proprio business, è un compito che un imprenditore deve saper ‘fare e pianificare’.

Gli errori si commettono nelle numerose e variegate fasi dell’azione imprenditoriale :

a partire dall’analisi di un nuovo business, l’imprenditore deve saper scegliere, decidere e valutare se una formula imprenditoriale, un certo settore, un preciso segmento, ecc. sono validi o meno.

Tante volte infatti, un progetto imprenditoriale parte già sconfitto, in quanto non ha futuro e l’imprenditore si lancia con impegno in una battaglia persa ancora prima di partire;

la scelta dei collaboratori, dei soci, dei consulenti, ecc. e quindi dei vari soggetti con cui lavorare a stretto contatto, è basilare per il successo (o meno) del proprio progetto.

Partire ‘zoppi’ sin da subito con un socio inadeguato, con dei collaboratori poco preparati per svolgere qual compito, ecc., sono fra le cause primarie del fallimento di tanti progetti che magari ‘sulla carta’ sembravano interessanti;

la flessibilità, la capacità dell’imprenditore di saper cambiare ‘in corso d’opera’ le proprie strategie, di rimettersi in discussione anche di fronte ai propri soci e collaboratori, senza aver paura di perdere la faccia, è una dote di successo incredibile.

Tutto è in movimento e niente è per sempre ed è frequente dover rimettere mano a piani spesso progettati nel corso di mesi e che di punto in bianco possono non essere più adeguati alla situazione del momento;

sapere prendere atto di quando è il momento di farsi da parte, di uscire dal gioco, di capire che è meglio smettere di insistere e bruciare risorse, è una dote che dimostra grande competenza ed intelligenza da parte dell’imprenditore.

Quando ci si accorge che una fase è terminata del tutto, è bene prenderne atto senza lanciarsi contro ‘gli scogli’;

ecc..

Parlare di successo negli affari, vuol dire quindi, saper fare meno errori rispetto ai propri concorrenti, bruciare meno risorse, perdere meno opportunità, saper gestire con più capacità i propri collaboratori, affrontare meglio il mercato, ecc..

Nel corso della prossima puntata, analizzeremo, anche con la testimonianza di alcuni imprenditori, i vari errori che sommandosi, portano dritti al fallimento.

Continua.

Articoli correlati:

  • Errori imprenditoriali : indebitarsi troppo.Errori imprenditoriali : indebitarsi troppo. Nelle prime due puntate, abbiamo evidenziato quanto sia deleterio accedere in maniera sconsiderata al credito bancario in alcune fasi della gestione dell'impresa, in particolare, per […]
  • Errori imprenditoriali. Fare debiti per coprire altri debiti.Errori imprenditoriali. Fare debiti per coprire altri debiti. E' ben noto a tutti che una buona gestione aziendale è il frutto di un equilibrio fra le varie componenti del bilancio. Il cash flow (il flusso di cassa), cioè, il flusso dei soldi che […]
  • Creare un business.Creare un business. Creare una start up di successo. Dall'idea all'impresa. Trasformare un'idea in un business di successo. 'Buongiorno sono Roberto Taba... ho un'idea di successo...o almeno penso che possa […]
  • Fare impresa.Fare impresa. Creare un business di successo, significa anche e sopratutto evitare di fare degli errori importanti nel corso della pianificazione, avvio e gestione dell'impresa. Nel corso della prima […]
  • Il business migliore.Il business migliore. Quanti sono quei business innovativi che 'durano' soltanto l'arco di pochi mesi o pochi anni? Ne abbiamo parlato più volte in passato, classificandoli come i 'business meteora' e […]
  • Idee di successo : trovare idee per mettersi in proprio.Idee di successo : trovare idee per mettersi in proprio. In un sondaggio di circa due anni or sono, tra cinesi benestanti e ricchi, venne chiesto agli intervistati da quale cameriere avrebbero desiderato farsi servire, per avere un […]

Altri articoli :