Come inventarsi un lavoro.

marzo 26, 2015 | Fare impresa

Inventarsi un lavoro redditizio.

In questi anni recenti, abbiamo assistito ad un aumento della disoccupazione e della chiusura di molte imprese che hanno ‘buttato’ fuori dal circuito del lavoro centinaia di migliaia di persone, stravolgendo la loro vita, annientando in molti casi i sogni, procurando il peggioramento della situazione di salute per quelle persone, ecc..

Non sempre è facile reinserirsi a 40, 50, 58 anni nel mondo del lavoro e degli affari, spesso, dopo ‘traumi’ che derivano da licenziamenti duri o da ‘fallimenti’ aziendali e personali da cui talvolta è difficile rialzarsi facilmente.

Siamo andati alla ricerca di coloro che nonostante tutto e tutti, hanno saputo guardare avanti, trovando non solo la forza di ricominciare qualcosa di nuovo ma spesso di completamente differente da ciò che per anni o decenni hanno esercitato.

Ricominciare da capo, partendo da situazioni spesso di ‘formale inferiorità’ che non hanno impedito a quelle persone di sapersi guardare intorno ed individuare nuove opportunità per mettersi in proprio, per creare reddito e benessere non solo economico ma anche psicofisico che ha consentito a questi soggetti di ricominciare a vivere in tutti i sensi.

index

Inventarsi un lavoro oggi. E’ possibile?

E’ sempre possibile ripartire, anche da quelle situazioni veramente difficili (come le interviste che pubblicheremo dalla prossima puntata testimonieranno).

Serve piuttosto mantenere un equilibro interno che consenta di :

fare un punto della situazione;

ripianificare la propria esistenza alla luce dell’attuale situazione;

guardarsi intorno per capire in base alle proprie competenze, ambizioni, risorse, che cosa è possibile fare ed in quale direzione muoversi, alla luce delle richieste di un ‘mercato’ costituito da migliaia di nicchie, centinaia e centinaia di segmenti in cui poter sviluppare una propria nuova attività o lavoro;

trovare e mantenere (in maniera continuativa) l’entusiasmo necessario per portare avanti i propri nuovi progetti

ecc..

Si! E’ possibile ripartire e ritornare al centro della scena e questo, non è soltanto un bel discorso denso di ottimismo generico ma lo dimostrano chiaramente gli esempi di coloro che non si sono fatti abbattere e sono ripartiti, magari in altre direzioni rispetto all’esperienza professionale acquisita nel corso di anni e spesso, in maniera diversa dal passato.

Inventarsi un nuovo lavoro. Cosa fare.

Luca, Alberto, Giuseppe, Sara, ecc. sono solo alcuni esempi di chi, anche dopo batoste molto dure che hanno provocato loro anche ‘sbandamenti’ seri, hanno saputo riprendere il cammino, rialzandosi e sviluppando nuove attività che permettono loro non solo di ricavare dei redditi ma di sentirsi di nuovo attivi e sicuri dopo un periodo ‘nero’.

Chi prima del crollo era un artigiano, chi invece svolgeva l’attività di agente di commercio, per non parlare dell’impiegato e della negoziante, ecc., sono tanti gli esempi che abbiamo trovato in giro.

Non si tratta di grandi imprese nel senso della quantità(giro di affari, numero di clienti, ecc.) ma certamente, ci troviamo di fronte a persone che non si sono ‘lasciate andare’ ed hanno ritrovato la forza e la voglia di rimettersi gioco.

Partendo da chi fornisce legna da ardere, a chi ricicla materiale da imballaggio, a chi offre la propria esperienza per consegnare mobilia per conto di negozi e punti vendita, ecc..

Abbiamo trovato anche chi sta organizzandosi per consegnare pasti a domicilio offrendo il proprio servizio a ristoranti e pizzerie per non parlare dei servizi alla persona.

La crisi e le difficoltà, hanno aguzzato la vista di tanti ‘esodati’ dai loro precedenti affari ed occupazioni e così, sono nate molte iniziative interessanti che sono sorte proprio grazie alla necessità/forza/ voglia di rimettersi in gioco.

Nella prossima puntata, ascolteremo le testimonianze di alcune persone che si sono inventate un’attività e da cui abbiamo tratto le ragioni di questo post.

Sarà interessante non solo capire la formula di quei business, quanto sopratutto comprendere la forza e la modalità con cui queste persone sono ripartite dopo essere ‘colassate’.

Continua.

Articoli correlati:

  • Inventarsi un lavoro redditizio.Inventarsi un lavoro redditizio. Inventarsi un lavoro in tempi di crisi. Seconda parte. Inventarsi un lavoro, specie dopo averlo perso in maniera traumatica od avere chiuso la propria ditta e l'attività che per anni […]
  • Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi.Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi. Idee redditizie contro la crisi :aprire una agenzia di divorzi. Torniamo a parlare di quelle attività che vedono crescere il proprio business mese dopo mese in maniera esponenziale: […]
  • Quale attività aprire oggi.Quale attività aprire oggi. Le attività Web ed il loro impatto sulle piccole e medie imprese tradizionali. Da qualche anno, stiamo assistendo ad una vera e propria trasformazione epocale dei nostri consumi, del […]
  • Business vegani.Business vegani. In tutto il mondo occidentale (e non solo), sta avanzando un sorta di tendenza/filosofia/dieta/atteggiamento/, ecc. (dategli il voi il termine che preferite) seguito/a da un numero […]
  • Dipendenti che rilevano l’impresa in cui lavorano.Dipendenti che rilevano l’impresa in cui lavorano. L'alternativa alla chiusura di un'attività in difficoltà, non è connessa solo all'arrivo di nuovi imprenditori(che dovrebbero subentrare con nuovi capitali) ma può in alcuni casi […]
  • Terza età.Terza età. Il business dei trattamenti di bellezza della terza età. Viviamo attualmente in una società che dal punto di vista della sua composizione, è sempre più rappresentata da persone 'meno […]

Altri articoli :