Fare un business.

maggio 17, 2015 | Redazionale

I vecchi business ancora validi che resistono, seppur in forma minore.

Buon lunedì,

che cosa rimane delle vecchie formule imprenditoriali del passato?

E’ possibile ancora creare un business ripercorrendo vecchie formule o modi ‘antichi’ di fare impresa (magari solo di 20 o 30 anni fa) e costruirci intorno dei business redditizi nonostante i cambiamenti che stiamo vivendo e che sono sotto gli occhi di tutti?

Se osserviamo le attività che riescono ancora a dare profitti e continuità, ce ne sono ancora parecchie (ma proprio tante!) che si rifanno alle vecchie formule, seppure siano sempre meno ed anno dopo anno, il loro numero si riduca.

index

Fare business oggi.

Come uno tsunami, la rivoluzione tecnologica e la globalizzazione si sono abbattute su ogni mercato e settore finendo con il trasformare e rivoluzionare ogni campo di attività, rimettendo in discussione qualsiasi precedente equilibrio.

Oggi, incontriamo quindi un’economia dove i protagonisti sono diventati i computer, le app, i byte, le nuove modalità di comunicazione, ecc., i nuovi servizi alla persona, ecc. e tutto questo, sta mettendo ai margini molte di quelle vecchie formule ‘manifatturiere’ e distributive che per anni hanno rappresentato il ‘modello’ primario per fare impresa.

Eppure, qualcosa del ‘vecchio’ continua a permanere ed a garantire fatturati interessanti ancor oggi.

Infatti, alcuni settori e segmenti, nonché parecchie formule di business tradizionali, mantengono ancora degli spazi profittevoli, seppur in continua riduzione anno dopo anno.

Proviamo a capire quali sono queste vecchie formule di business ancora operative e quelle nicchie ‘antiche’ che attualmente fatturano cifre molto importanti (non più però come in passato) e garantiranno agli imprenditori per parecchi anni ancora un giro di affari valido.

I vecchi business. Le formule e le imprese tradizionali in un mondo globalizzato e tecnologico.

Prima di tutto, proviamo a guardarci intorno (è la cosa da fare sempre se vogliamo capire in che direzione muoverci e sopratutto, comprendere cosa stanno ‘facendo gli altri’), ‘fotografando’ il presente, sempre in un’ottica di futuro a breve (almeno 5 o 10 anni).

Accanto a portali e piattaforme Web che pubblicano informazioni, indirizzi, servizi di ogni tipo, continuano a permanere (seppure in misura molto ridotta rispetto a pochi anni fa) alcune guide cartacee che contengono indirizzi di attività, elenchi di abbonati telefonici, guide turistiche, manuali di vario tipo, ecc..

Un mercato che si sta restringendo ma che continua ad esistere proprio grazie alla presenza di un numero elevato di anziani che non usa (o lo fa assai raramente) il Web e preferisce ancor oggi consultare gli elenchi cartacei  per cercare informazioni.

Coloro che ‘vanno in giro’ a vendere alle attività commerciali gli spazi per queste guide, sono ben consapevoli che un segmento ampio di popolazione utilizzerà ancora per diversi anni questo canale informativo e quindi, le imprese ed i professionisti che vogliono ‘essere visibili’ a questi segmenti di popolazione, ‘comprano’ spazi su queste guide, piuttosto che on line.

I clienti anziani. Un mercato ancora molto florido.

Anche la vendita di spazi televisivi ad orari diurni in cui gli anziani guardano la tv, non è affatto entrato in crisi, anzi, per le televisioni commerciali è stato il modo per riuscire a ‘garantirsi’ un giro di affari importante in una fase storica difficile.

Milioni di persone anziane sono connesse al ‘tubo catodico’ per molte ore al giorno(contrariamente al pubblico giovanile) e quindi, per le aziende che intendono vendere al ‘popolo’ degli anziani, la televisione rappresenta ancora oggi lo strumento ‘principe’ per entrare nelle case.

Anche le piccole attività commerciali di quartiere (il fornaio, il macellaio, ecc.) vivono grazie a questa ‘fetta’ di popolazione anziana che contrariamente ai giovani è fidelizzata e maggiormente fidelizzabile in quanto tende ad ancorarsi ad abitudini e modalità comportamentali del passato.

Vogliamo poi parlare della telefonia fissa (rifiutata sempre di più dai giovani e che vede invece fra i clienti primari gli ‘anziani’), per non parlare del mondo delle balere e delle sale da ballo che presenta due dati opposti :

chiudono le discoteche tradizionali rivolte ad un pubblico giovane;

vengono trasformate le precedenti discoteche in balere per un pubblico maturo/anziano e/o sale da ballo per balli latino americani.

Fare impresa oggi. Antichi business in un mercato attuale.

Questi, sono solo alcuni degli esempi fra i tantissimi che si possono fare relativamente alla permanenza di vecchi business e/o alla trasformazione/adattamento di vecchie formule imprenditoriali verso un nuovo tipo di offerta.

Torneremo su questo argomento con ulteriori approfondimenti a breve.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • Vivere alla giornata.Vivere alla giornata. Business oggi. Fare business ed investire oggi. Quando si parla di 'fare impresa' e di 'investire con successo', occorre sempre rapportarsi alla situazione reale in cui stiamo vivendo […]
  • Aprire un’attività 2014.Aprire un’attività 2014. Buon lunedì, nei nostri post, dedichiamo periodicamente una parte dello spazio a disposizione del sito a tutte quelle attività cosiddette 'innovative' (le più in voga al momento) o […]
  • Selezionare.Selezionare. buon lunedì, arriva il momento per molte imprese e professionisti (in particolare, durante i momenti di crisi e di forte ristrutturazione) di effettuare una selezione della loro […]
  • Rilanciare un’attività ed ampliare il proprio giro di affari.Rilanciare un’attività ed ampliare il proprio giro di affari. Buon lunedì, abbiamo visto in molti dei nostri post, quanto sia importante per un imprenditore fare le scelte nei tempi e nei modi migliori. Inoltre, occorre riuscire a superar […]
  • Professioni del futuro.Professioni del futuro. Buon lunedì, è stato da poco pubblicato uno studio dedicato a quelle professioni che sono a rischio 'sopravvivenza' nel mondo. In questa analisi, sono elencati numerosi mestieri […]
  • Aprire un giornale on line.Aprire un giornale on line. Buon lunedì, in questi recenti anni, abbiamo assistito ad una vera e propria 'rivoluzione' nel campo dell'editoria tradizionale. La crisi e la successiva chiusura di molte 'testate' […]

Altri articoli :