Me ne vado.

maggio 3, 2015 | Redazionale

Mollare tutto e cambiare vita.

Buon lunedì,

quante persone(tra le più diverse), nel corso della loro vita hanno avuto la tentazione di mollare tutto e ricominciare da zero da un’altra parte?

Per alcuni, si trattava di andarsene via fisicamente, anche a vivere e lavorare a qualche centinaia(o migliaia) di chilometri di distanza, per altri, voleva dire invece sopratutto riprendersi la propria vita, avviando nuove e differenziate esperienze di lavoro, di business, di relazioni umane, ecc. e questo, anche senza dover cambiare paese e città e stravolgere completamente la propria vita, affrontando situazioni del tutto nuove.

Inoltre, guardando a coloro che vogliono chiudere con il passato, poi, chi di loro ha davvero il coraggio di rimettere tutto in discussione?

Ed ancor di più, davvero pensate che ‘buttando’ tutto all’aria, questo, costituisca la soluzione più vantaggiosa e rapida, specie, quando ci si trova in uno stato di impasse oppure, in una fase di ‘zero felicità e soddisfazioni’ che portano a volte le persone a voler rimettere tutto in discussione per ricominciare qualcosa di nuovo e di diverso?

Partendo da queste due domande, proviamo ora a comprendere se davvero con l’azione di ‘andarsene via’ si possano risolvere i problemi sempre, oppure, tutto questo, sia solo un modo di ‘scappare’ di fronte a dei problemi (e a volte e delle responsabilità che non si sono sapute gestire) e che appaiono non risolvibili a primo impatto.

Vogliamo essere chiari : a volte, conviene davvero mollare tutto e fare delle scelte diverse da quelle presenti ma non sempre l’emotività del momento aiuta a prendere quelle decisioni chiare e vantaggiose che sarebbe opportuno cogliere!

Partiamo anche dall’osservazione di molte esperienze (ne conosciamo direttamente alcune decine) relative a persone che da sole od in coppia, hanno ‘mollato’ la vita precedente e ricominciato tutto da zero da un’altra parte.

Talvolta(per alcuni di loro), è andata tutto sommato bene, altre volte invece, abbiamo invece assistito ad un ‘ritorno’ indietro da parte di chi aveva ‘strappato’ con il passato ma poi, non era riuscito ad inserirsi nella nuova vita futura.

4index

Io me ne vado. Davvero funziona?

Ogni situazione è diversa dalle altre e pensare di definire delle regole che sono uguali per tutti, è pura fantasia.

Ogni persona ha un suo carattere, una differente capacità di affrontare e gestire le problematiche, i cambiamenti e conseguentemente, gli adattamenti da attuare.

In più, non tutti i problemi e le situazioni che appaiono a prima vista insormontabili lo sono poi per davvero quando le questioni le si affronta con una visione diversa.

Purtroppo, l’emotività, la tensione accumulata ed altre situazioni aggiuntive, non consentono spesso di amministrare queste azioni.

In questi anni, specie in Italia, è cresciuto ampiamente il numero di coloro che hanno deciso di lasciarsi dietro la ‘vecchia vita’ e con essa : un lavoro, un’attività professionale od imprenditoriale a volte, molte amicizie e relazioni, ecc..

Alcuni (decine e decine di migliaia) hanno scelto nuovi continenti o comunque, paesi molto lontani dall’Italia, anche e non solo in senso geografico.

Per tutti, significa rimettersi in gioco, dover ricreare delle relazioni, dei contatti, ritrovare un nuovo equilibrio, magari, in un ambiente completamente nuovo e non sempre aperto e dialogante in tutti gli aspetti.

Raggiungere gli obiettivi.

Al di là delle buone intenzioni però, non tutti riescono in questo ‘passaggio’ ed in molti, rimangono a metà del guado, non riuscendo ad andare avanti, incontrando difficoltà ad adattarsi o forse, perché le scelte di cambiare non sono state accompagnate adeguatamente da un piano di azione, cioè, non si è pensato in maniera approfondita a cosa si stava facendo, mettendo in conto anche i rischi, le problematiche che si sarebbero incontrate. Insomma, ci si è lasciati guidare solo dall’emotività.

Non sono infatti pochi gli improvvisati, coloro che si lanciano in nuove iniziative e cambiamenti senza riflettere e programmare le varie fasi della transizione, trovandosi poi a dover gestire situazioni da impreparati.

Non tutte le persone sono infatti uguali e quindi, è difficile stilare una linea guida standard per chiunque.

Possiamo però partire da alcuni punti che tutti dovrebbero almeno prendere in considerazione prima di buttare all’aria il proprio presente per inseguire un sogno e non invece un progetto che è nato intorno ad un sogno

Nei prossimi post, daremo spazio anche alla testimonianza di persone che hanno abbandonato : lavori, relazioni, sicurezze, opportunità di vario tipo, ecc. per andarsene via in altre città, paesi e continenti (a volte) ed ascolteremo dalla loro esperienza e dalle loro riflessioni dirette se davvero ne valeva la pena e quali sono le cose che bisogna imparare a considerare prima di mettere in atto determinate azioni.

Buon lavoro.

Articoli correlati:

  • Trasferirsi all’estero.Trasferirsi all’estero. Basta me ne vado. La scelta di mollare ed andare a vivere all'estero. Il sentimento di stanchezza e la voglia di mollare tutto per trasferirsi all'estero, coinvolge ormai un pubblico di […]
  • Vivere secondo i propri sogni.Vivere secondo i propri sogni. Buon lunedi', La primavera è arrivata e con essa, come ogni anno, la natura ci presenta il suo spettacolo che si rinnova sempre, con la sua esuberanza, il suo vigore e la sua forza […]
  • Aprire un negozio : gli errori piu’ comuni.Aprire un negozio : gli errori piu’ comuni. Buon lunedi' oggi torniamo a parlare dei comportamenti da tenere quando stiamo pensando di aprire un'attivita'. Aprire un negozio : gli errori piu' comuni. Quando stiamo valutando […]
  • Scappare all’estero : aprire un’attività all’estero.Scappare all’estero : aprire un’attività all’estero.  Buon lunedì, in parecchi dei nostri post, abbiamo approfondito le tematiche relative all'apertura di un'attività all'estero (Ungheria, Repubblica Domenicana, Moldavia, Svizzera, Romania, […]
  • Raggiungere gli obiettivi. Evitare le scuse.Raggiungere gli obiettivi. Evitare le scuse. Nel corso della prima parte, abbiamo sottolineato come troppe volte le persone tendono a disperdere le proprie energie ed il tempo a loro disposizione di fronte ad impegni ed azioni che […]
  • Vivere all’estero.Vivere all’estero. Buon lunedì, per la prima volta, dopo decenni, stiamo assistendo ad una vera e proprio fuga dal Belpaese. Centinaia di migliaia di italiani hanno lasciato la Nazione negli ultimi 4 […]

Altri articoli :