Cambiare lavoro a 50 anni.

agosto 23, 2015 | Formazione personale

Ricominciare a 50 anni.

La vita biologica si amplia in media per tutti gli individui ma ancor di più, si sta allungando la vita lavorativa delle persone(sia uomini che donne), in particolare, nelle nostre società occidentali dove ormai andare in pensione prima dei sessant’anni diventa un miraggio e quindi, occorre rimanere produttivi per un periodo aggiuntivo della propria vita.

Per alcune persone questo fattore diventa anche uno stimolo a migliorarsi ed a trovare nuove strade, mentre per altri soggetti invece, può rappresentare un ostacolo, una difficoltà che va superata anche perché il lavoro consente di rimanere inseriti in un contesto sociale e ricevere un compenso adeguato(oltre ad una serie di gratificazioni aggiuntive) ad un’età in cui la maggior parte degli individui non ha ancora maturato il diritto alla pensione e neanche ha accumulato abbastanza risorse per poter ritirarsi da ogni attività professionale/lavorativa in maniera definitiva.

Una situazione comune per molte centinaia di migliaia di persone che provengono da esperienze diverse e che in modo differente, devono affrontare il cammino del loro riposizionamento sul mercato del lavoro o del business.

In una fase storica dove la mobilità sociale e le trasformazioni economiche stano cambiando in maniera radicale ogni campo di attività, saper riposizionarsi professionalmente vuol dire anche riuscire a garantirsi una qualità di vita adeguata per gli anni a venire.

index

Ricominciare a vivere a 50 anni.

Gli esempi che si potrebbero fare sono molti :

le tante imprese che chiudono e lasciano a casa persone over 50 dopo molti anni di onorata carriera e professionalità;

i piccoli imprenditori ed i professionisti che devono reinventarsi dopo anni e/o decenni di esperienza lavorativa in un determinato settore di attività e che la crisi ed altri fattori hanno portato a dover chiudere le loro attività;

donne e uomini che a causa di un problema di salute devono ripianificare la loro vita professionale in modo del tutto diverso dal passato;

ecc..

Nuovo lavoro a 50 anni.

Un fenomeno, una situazione sociale anche nuova rispetto al passato che accoglie impreparati : istituzioni, imprese e singoli (imprenditori, professionisti, lavoratori, ecc.).

I singoli soggetti coinvolti spesso hanno competenze professionali importanti che potrebbero essere rimesse in gioco ma non sempre appare semplice un loro reinserimento in tempi rapidi e senza traumi nel mercato del lavoro e del business in generale.

Il primo fattore (come tra poco vedremo) è appunto quello ‘mentale’, cioè, riuscire a riposizionarsi mentalmente ancor prima che sul lato pratico.

La disponibilità al cambiamento e l’accettazione di una serie di novità nella propri vita deve essere vista come un arricchimento per migliorare e non come un peso ulteriore od una vessazione da vivere con sofferenza.

Che lavoro fare a 50 anni.

La prima domanda è appunto : ‘cosa fare dopo i 50 anni quando gli stessi cinquantenni sino a 20 o 30 anni prima in quello stesso periodo della loro vita cominciavano a pianificare il loro buon ritiro ed invece ora, occorre invece pensare a trovare delle nuove aree in cui essere operativi professionalmente.

Fra gli aspetti che vanno considerati nell’ambito di un possibile reinserimento professionale sul mercato, possiamo elencare :

il bagaglio professionale e le competenze sino a qui acquisite e che possono essere spese nella futura attività professionale/imprenditoriale;

gli spazi che il mercato offre.

E’ importante riuscire a captare le opportunità che esprime il mercato e di conseguenza sapersi reinserire con successo;

le ambizioni, aspettative e ciò che si vorrebbe fare in futuro.

Non sarebbe male approfittare del cambiamento per riuscire a fare qualcosa che magari so sogna da anni in un campo del tutto nuovo ed appagante;

ecc..

Ricominciare a 50 anni.

Superare la fase di crisi e transizione iniziale che è successiva alla chiusura della precedente attività professionale, costituisce già il primo fattore critico da affrontare.

Nei prossimi post, dedicheremo una serie di spazi a persone che pur provenendo da esperienze differenti, hanno avuto la capacità di reinventarsi e riposizionarsi in maniera del tutto nuova rispetto al passato, superando la fase di crisi iniziale.

Articoli correlati:

Altri articoli :