Quale attività aprire oggi.

agosto 15, 2015 | Fare impresa

Le attività Web ed il loro impatto sulle piccole e medie imprese tradizionali.

Da qualche anno, stiamo assistendo ad una vera e propria trasformazione epocale dei nostri consumi, del nostro modo di acquistare, di consumare e distribuire ma anche di vivere giorno per giorno le nostre emozioni.

Mai, in passato una ‘rivoluzione’ come quella innescata dal Web negli ultimi anni aveva così inciso in maniera pesante sull’ordine e sulla situazione preesistente, cambiando gli equilibri che esistevano (nel business, nella vita di tutti i giorni, ecc.), trasformando radicalmente anche la mentalità e la filosofia delle imprese.

1index

Le attività del futuro. Tutto sta cambiando.

Oggi, prenotare un vacanza via Web è all’ordine del giorno ma anche la possibilità di approfondire tutti gli aspetti del nostro futuro soggiorno turistico in luoghi lontani, attraverso una serie di siti che pubblicano commenti e recensioni di viaggio, rappresenta una novità rispetto a pochi anni fa quando per informarsi bisognava comprare riviste, libri o affidarsi solo al proprio agente di viaggio.

Come conseguenza, comprenderete che: riviste, depliant, libri, ecc. che pubblicavano queste informazioni (ed i loro editori) rischiano di essere spazzati via.

Vogliamo poi parlare delle assicurazioni on line o della piattaforma Uber(della quale si è detto molto sui media anche e sopratutto per le proteste dei taxisti) che viene considerata ormai una start up da quasi 60 miliardi di dollari di valore e se guardate bene poi alla fine, serve solo a prenotare un taxi ed un viaggio breve in auto (per coloro che osservano in maniera superficiale il fenomeno e non riescono ad inquadrarlo in senso più ampio).

No! E’ in atto una vera e propria rivoluzione che sta trasformando il modo di fare business in tutti i campi : nessuno escluso!

Gestire un’attività commerciale. Il futuro delle imprese tradizionali.

Capirete bene come a seguito di questi mutamenti epocali sia cambiata la vita di una piccola(o piccolissima) impresa come : un’agenzia di assicurazioni, un’agenzia viaggio, un hotel, un taxi ma anche a breve : un’impresa artigiana come : idraulico, elettricista, centro assistenza, pavimentista, ecc. di fronte alla nascita di decine e decine di piattaforme Web(che in questa fase storica stanno nascendo come funghi), impostate sul modello di business :

confronto prezzi, offerta al ribasso, ecc..

Per molti imprenditori attualmente attiviti (come è già accaduto per le attività già coinvolte da questa ‘rivoluzione’) significherà rivedere il proprio modello di business, tagliare ulteriormente costi, accettare la sfida del Web offrendo qualcosa di diverso rispetto agli altri.

Business futuri. Il rischio del low cost.

Da una parte, per molte imprese tradizionali si profila il rischio di veder ridurre ulteriormente la propria redditività e quindi, la sopravvivenza stessa.

Abbassare i prezzi per poter star dietro alla concorrenza ad ogni costo, molte volte vuol dire rischiare di chiudere nel giro di poco tempo.

Infatti, la prima conseguenza dell’arrivo di queste piattaforme è stata quella del taglio dei prezzi al pubblico (molto gradito ai consumatori) ma poi, la seconda conseguenza è la nuova selezione che verrà attuata nei confronti delle imprese che potranno sopravvivere anche per gli anni a venire.

I colossi del Web sbarcano in ogni settore.

Non esistono più i settori garantiti o sicuri, leviamocelo dalla testa!

Tutto oggi è in discussione.

Se abbiamo sino ad ora presentato degli esempi che riguardano le piccole (o micro) e medie imprese, non significa che i grandi business e le multinazionali siano al sicuro da questa rivoluzione Internet che proprio ora fa partire la sua terza fase.

Pensate ad esempio all’arrivo di Amazon nel comparto della spesa a domicilio.

Già oggi, in questo settore sono presenti grandi multinazionali che operano nella grande distribuzione ma con l’entrata di Amazon, significherà una concorrenza(una vera e propria guerra) al ribasso che obbligherà i grandi brand ad elaborare nuove strategie per garantirsi la sopravvivenza in un segmento (quello della spesa a domicilio) che è destinato a crescere in termini di numeri nei prossimi anni.

Aprire un negozio. E’ finita un’epoca.

E’ finita l’epoca che uan persona (in molti casi una donna) si apriva il negozietto per avere un reddito sicuro, una vita tranquilla, una certezza per il futuro.

Oggi (e sempre di più per il futuro), gestire una piccola impresa richiederà doti di imprenditoriali notevoli.

In quanti sono pronti per questa sfida?

Articoli correlati:

  • Quali saranno le attività del futuro. Quale attività aprire oggi?Quali saranno le attività del futuro. Quale attività aprire oggi? Una notizia che proviene dal Giappone, ci riporta alla realtà dei fatti, obbligandoci a riflettere in merito a quali possono essere i settori in grado di offrire reali opportunità in […]
  • Quali sono i settori che non risentono della crisi?Quali sono i settori che non risentono della crisi? Buon lunedì, i dati pubblicati da alcuni centri studi, certificano che la spesa media degli italiani è scesa di quasi il 7% ed ha colpito per la prima volta in maniera pesante anche i […]
  • Il futuro dei negozi. Cosa cercano i consumatori.Il futuro dei negozi. Cosa cercano i consumatori. Buon lunedì, quanto conta oggi il prezzo nella scelta dei consumatori? E quali saranno le prospettive per molte attività? La ricerca del prezzo più basso sta diventando il modello di […]
  • Business del futuro.Business del futuro. Attività del futuro. I cambiamenti sociali, demografici e culturali e l'impatto sul modo di fare business, con la nascita di nuove opportunità. Buon lunedì, parliamo oggi di futuro, o […]
  • I business futuri.I business futuri. Buon lunedì, c'era una volta (magari soltanto 20 anni fa) l'edicolante che vendeva i giornali(riviste, fumetti, ecc.), il benzinaio che riforniva le auto di benzina e gasolio(e qualche […]
  • Le attività del futuro.Le attività del futuro. Buon lunedì, i dati di una delle principali associazioni di artigiani rivelano che in merito alle nuove imprese artigiane, ad esempio : i sarti, i piccoli riparatori, ecc. stanno […]

Altri articoli :