Aprire un blog di cucina.

ottobre 31, 2015 | Finestra sulla Rete

Creare un blog di cucina.

In televisione attualmente, è ormai tutto un susseguirsi di programmi di cucina con decine di cuochi che si alternano in numerose trasmissioni ed uscite e che di fatto, diventano delle star mediatiche, inseriti spesso all’interno di palinsesti che hanno poco a che vedere con la cucina e l’alimentazione in generale.

La cucina a volte diventa una scusa per parlare di altro, per introdurre altri argomenti, per il gossip, per amalgamare contenuti diversi, ecc..

Non più quindi semplici cuochi, bensì, esperti di buon vivere e comunicazione ma anche personaggi onnipresenti in numerose manifestazioni e trasmissioni che non sono solo dedicate alla cucina propriamente detta.

Un fenomeno che riguarda ormai moltissimi paesi : Italia, Francia, Usa, Romania, ecc. che ha messo in moto un giro di affari enorme che include : libri, sponsorizzazioni, siti Web, corsi, prodotti distribuiti con marchi legati a queste trasmissioni, trasmissioni di intrattenimento di vario tipo, elettrodomestici e soluzioni varie, ecc..

Alcuni di queste star, devono la loro fortuna(a volte anche in maniera preponderante) ad un sito Web che ha permesso loro di farsi conoscere ed apprezzare al grande pubblico.

Oggi quindi, trattiamo l’argomento del business on line connesso alla cucina ed al personal brand in qualità di cuochi.

Creare un sito di cucina.

In questo momento, realizzare un blog od un sito grazie agli strumenti attualmente presenti, non è affatto difficile.

Un piccolo investimento, l’acquisto di un dominio e di un pacchetto hosting ed ecco che il nostro blogger culinario può già cominciare la sua avventura.

In teoria, milioni di potenziali utenti attendono ricette, consigli e soluzioni per piatti tradizionali ed alternativi e e così, centinaia di neo blogger in questi recenti anni sono nati, specie, dopo il successo di Giallo Zafferano che rappresenta l’esempio massimo del successo di un blogger indipendente che da zero ha creato un canale di comunicazione con centinaia di migliaia di utenti e fans.

Se in teoria può risultare facile realizzare un blog di cucina, anche carino, più difficile invece, è creare un progetto Web di successo con decine o centinaia di migliaia di lettori, la capacità di raccogliere pubblicità costantemente e lo sviluppo di un brand di successo che riesca a distinguersi fra le decine e centinaia di progetti simili presenti in Rete.

5images

Fare un sito di cucina. Gli strumenti.

Una location adatta in cui effettuare le riprese della preparazione dei piatti (magari proprio la cucina di casa), una telecamera, una macchina digitale, ecc. ed ecco che la base del lavoro è pronta in poco tempo.

Postare ricette, soluzioni di vario tipo, fidelizzare i propri utenti, ecc., rappresenta il lavoro primario del blogger di cucina.

Certo, anche le conoscenze Seo, la necessità di sapersi muovere sui social network ed una buona dose di comunicativa, sono fattori determinanti per il successo.

Nel bel mezzo delle centinaia e migliaia di iniziative simili, è importante rivolgersi a nicchie e segmenti meno battuti rispetto alla massa.

Quindi, puntare su strategie di diversificazione come ‘taglio comunicativo’ ed argomenti trattati, può essere un’idea per migliorare la propria visibilità rispetto alla competizione che ha raggiunto livelli eccezionali in questo campo.

Guadagnare con un blog di cucina. La concorrenza.

Proviamo ora ad analizzare le criticità di un progetto di questo a partire da un insieme di fattori che ora andremo ad elencare :

la concorrenza è il primo fattore critico da segnalare.

Il numero dei siti e blog presenti in Rete è enorme e quindi, per prima cosa è importante riuscire a definire una strategia di comunicazione e promozione che consenta al blogger di essere visibile fra i primi siti;

la capacità comunicativa.

I cuochi ed i blogger di cucina sono ormai diventati delle star, degli attori, ecc..

Occorre sapersi quindi distinguere!

Non basta quindi postare belle immagini e descrizioni, occorre andare oltre e ‘lavorare’ molto sul personal branding;

i ricavi.

La pubblicità sotto forma di sponsor e banner costituisce la primaria fonte di guadagno.

Servono pertanto due cose :

molte visite e (come abbiamo già detto) una cura dell’immagine notevole per attrarre pubblicità di qualità;

ecc..

Articoli correlati:

Altri articoli :