Prima che sia troppo tardi.

luglio 24, 2016 | Formazione personale

Rimandare. Sino a quando pensate di poterlo fare?

Non c’è giorno che non entriamo in contatto con persone che passano il tempo a lamentarsi della propria situazione di vita.

C’è gente che fa della commiserazione e della ricerca del conforto altrui una vera e propria ragione di vita.

Viviamo in una società di piagnoni, di gente che passa il tempo a lamentarsi (indipendentemente dalla reale condizione personale).

Una situazione paradossale per certi individui che se osservati bene, alla fine, non hanno reali problemi di cui piangere.

Oggi sfioreremo un argomento che per la maggior parte degli individui rappresenta un tabù(un qualcosa di cui non parlare) : la morte.

L’unica certezza della nostra vita! Il vero e unico punto di riferimento concreto.

La morte che nel concreto si presenta come un funerale, dove le persone amiche e conoscenti del defunto si incontrano e ricordano la persona scomparsa, costituisce un monito a non perdere tempo, a non sprecare altro tempo e ci ricorda meglio di tutto che la vita è unica e purtroppo, nel suo complesso è anche breve.

Ed è proprio durante un funerale che si riesce a capire meglio questo concetto.

Quante opportunità non colte, quanto tempo ed energie sprecate per nulla, quante risorse sono state indirizzate male e poi….

Quante cose l’amico scomparso avrebbe potuto ancora fare, quante opportunità ha lasciato da parte, dedicando invece tempo alle cose inutili e poco appaganti, quanto tempo ha perso dietro a persone e cose che non meritavano?

prima che sia troppo tardi

Perdere tempo. Una delle peggiori cose che le persone fanno.

Il tempo a nostra disposizione non è infinito, anche se durante la giovane età, sembra che esso sia ampio e non ci si cura di questo aspetto.

A volte, in quella fase della vita, il tempo pare talmente tanto, da farci dimenticare l’importanza di concentrarci maggiormente sulle cose concrete.

Passiamo la vita, spesso da giovani (ma anche più avanti) a perdere tempo in cose banali, evitando di concentrarci invece nelle cose utili, profittevoli e vantaggiose (da tutti i punti di vista) per noi e così, gli anni passano, le opportunità pure e la nostra voglia di fare, di agire, anche a causa delle tante opportunità che ci siamo lasciati fuggire(e quindi delle delusioni accumulate) tende ad assuefarsi e ci chiudiamo sempre di più in atteggiamenti rabbiosi (ma verso chi?) anziché riconoscere le nostre responsabilità e cercare di riprendere in mano la nostra vita (non è mai troppo tardi..) e godere di ciò che abbiamo, pianificando per il meglio il nostro futuro.

Ci arrabbiamo, litighiamo per delle banalità, sprechiamo risorse ed energie per cose che non meritano e poi, tutto si spegne all’improvviso.

La cassa in legno nel mezzo della sala (della chiesa se preferite) ci deve ricordare che non possiamo permetterci di perdere altro tempo inutilmente.

Questa immagine per quanto cruda, rappresenta un monito ai presenti a non perdere di vista le cose più utili, più valide.

Dobbiamo agire ora, subito, senza sprecare ulteriore tempo!

Prima che sia troppo tardi. Non rimandare.

Quanto sarebbe utile educare le giovani generazioni a non sprecare tempo(sin dai primi anni di vita), a vivere e godere delle gioie della vita e a concentrarci sul meglio.

Spesso, preferiamo invece scappare, non affrontare determinati aspetti e situazioni che invece potrebbero consentirci un miglioramento del nostro status, della nostra qualità di vita.

Ora e non domani!

Ognuno è responsabile della propria vita e quando si arriva al traguardo, non si torna indietro.

No signori, non basta nascondersi dietro un talismano, serve piuttosto cercare di tirare fuori la nostra voglia di fare, i nostri obiettivi e sopratutto fare!

Articoli correlati:

  • Riprendere in mano la propria vita.Riprendere in mano la propria vita. Saper delegare nella vita è importante, sia nei piccoli aspetti privati come negli affari. Un buon imprenditore, è colui che sa delegare molte competenze, riuscendo a concentrarsi […]
  • Non è mai troppo tardi.Non è mai troppo tardi. Non mollare mai. La notizia della vittoria del campionato di calcio inglese da parte di una piccola squadra (il Leicester) guidata da un allenatore italiano considerato(da molti) ormai a […]
  • Essere felici. La ricerca della felicità giorno per giorno.Essere felici. La ricerca della felicità giorno per giorno. Se ad un certo punto della nostra vita ci domandassimo quanto giorni abbiamo realmente trascorso felici e contemporaneamente, considerassimo anche le giornate in cui abbiamo goduto di poca […]
  • Inseguire i sogni.Inseguire i sogni. Non rinunciare ai sogni. Non rinunciare alla vita. Parlare di impresa, di fare business, di sviluppare nuovi progetti, di guardare in avanti, di realizzare i propri obiettivi nella vita e […]
  • Resistere.Resistere. Tenere duro o mollare? Quando è necessario essere flessibili per capire cosa fare. Le persone di carattere non si lasciano demotivare facilmente dai problemi(specie, nella prima fase […]
  • Essere felici.Essere felici. Come chiaramente si evince dal titolo, oggi, parleremo della felicità e dell'abitudine ad essere felici. Essere felici. Una pratica quotidiana. Imparare ad essere felici, ricercare la […]

Altri articoli :