Diventare consulente in ristrutturazione aziendale.

ottobre 29, 2016 | Consulenti aziendali

Professione consulente. Chi sono i consulenti che si occupano di ristrutturazioni aziendali.

In epoca di grandi cambiamenti(sociali tecnologici, ecc.) ma sopratutto economici, la figura del traghettatore o di colui che deve mettere le cose a posto nelle aziende in crisi per sistemare tutti quei problemi e mancanze non gestite da altri, è molto importante.

Fra le figure dei molti consulenti d’impresa che esistono in ogni ambito economico, quella del consulente in ristrutturazione aziendale rappresenta senza dubbio una delle più utili, anche se non sempre adeguatamente apprezzata, sia dagli imprenditori e manager(in primis) che da coloro che in qualità di dipendenti e collaboratori dell’impresa sono l’oggetto di una necessaria(e talvolta pesante) ristrutturazione aziendale(e quindi, anche penalizzati in termini generali da eventuali ristrutturazioni a 360 gradi).

Si tratta di una figura di consulente che deve operare solo nell’interesse dell’impresa e che ancor prima di agire si trova a confrontarsi/scontrarsi con pressioni che giungono da varie parti, rischiando di non avere carta bianca o spazi di manovra sufficienti (con limiti ovvi) per mettere a posto le cose(e sopratutto nei tempi utili).

In effetti, il fattore del tempo è basilare in un’azione di ristrutturazione aziendale al fine di consentire al business di rimanere ancora fattibile e non tagliato fuori dal mercato.

Chi è il consulente in ristrutturazione aziendale?

Si tratta senza dubbio di un esperto in vari ambiti aziendali, una figura dotata di esperienza e conoscenze diversificate che deve trovare delle soluzioni rapide e concrete di fronte ad un panorama spesso già (del tutto od in parte) compromesso.

Il tempo spesso è un fattore chiave per riuscire a salvare un business prima che sia troppo tardi.

La necessità di ristrutturare e ricollocare un’impresa od un ramo di essa sul mercato prima che essa sia tagliata completamente fuori, richiede talvolta tempi non eccessivamente lunghi.

Fra le competenze che questa figura deve possedere, incontriamo: un’adeguata conoscenza di bilanci, di strategie aziendali, essere un ottimo mediatore, trattarsi di una persona con una buona capacità analitica, ecc..

In concreto, la sua provenienza professionale può essere anche differente : un ex imprenditore, un commercialista/revisore dei conti, un consulente d’impresa con esperienze maturate in ambito strategico ma anche un ex manager aziendale, ecc..

Senza dubbio, una persona con esperienza maturata all’interno od a stretto contatto con le imprese per parecchio tempo.

Non quindi un semplice contabile od un esperto di una branchia specifica, qualcosa di più e di maggiormente ampio senza dubbio.

Una figura eclettica e competa.

Diventare consulente in ristrutturazione aziendale. Il lavoro.

In epoca di grandi e piccole crisi aziendali questa figura professionale, come abbiamo detto sin da subito, si rivela molto utile.

Al lato pratico però, si tratta di un professionista che viene chiamato troppe volte al capezzale di un malato terminale, poiché in molti casi, quanto questo professionista giunge(dopo che si è deciso di affidarsi a lui) l’impresa è di fatto già fallita, tagliata fuori dal mercato o difficilmente riposizionabile integralmente e quindi salvabile.

Inoltre, fra coloro che hanno ricoperto ruoli all’interno dell’impresa (imprenditori, manager, soci, maestranza ma anche gli stessi sindacati) si crea una sorta si gara a difendere vecchie rendite di posizione al fine di non essere messi da parte dal cambiamento (necessario ed in arrivo con la ristrutturazione).

Il consulente in ristrutturazione aziendale deve quindi :

conciliare le pressioni che subisce e nello stesso tempo, riuscire a salvare il possibile, ricollocando l’impresa o ciò che di essa rimane sul mercato.

Diventare consulente d’impresa. Il consulente in ristrutturazione. Un lavoro impegnativo.

La solitudine del consulente in ristrutturazione costituisce uno dei rischi maggiori, nel caso il mandato che viene attribuito precedentemente, poi, non sia adeguatamente supportato da un appoggio forte all’azione stessa di questo professionista.

Infatti, il consulente si trova a dover fronteggiare :

un’opera di ristrutturazione del business spesso difficile( o quasi al limite);

la necessità di mettere d’accordo i creditori su un rimborso parziale e diluito del debito aziendale;

ottenere fiducia dai clienti e dai fornitori per poter rilanciare l’impresa;

mettere in campo strategie nuove e costruire una squadra di collaboratori che dovranno poi andare avanti con il lavoro negli anni a venire;

chiudere con il passato (sia con persone, strategie, filosofie sbagliate, ecc.) e definire una linea nuova da portare avanti e sopratutto, da far condividere con i lavoratori e la proprietà.

Articoli correlati:

  • Consulenza commerciale.Consulenza commerciale. Tutte le aziende hanno bisogno di vendere. Seconda parte. Riprendiamo dalla prima puntata in cui abbiamo introdotto questo argomento : la figura del consulente commerciale ed il suo ruolo […]
  • Consulente commerciale.Consulente commerciale. Strategie di marketing. Di cosa hanno bisogno le aziende sempre e comunque? Di vendere! Vendere. Si tratta una necessità continua e basilare che qualunque professionista, impresa ma […]
  • Studio Legale FredianiStudio Legale Frediani Lo Studio Legale Frediani si occupa dal 2002 esclusivamente di diritto informatico privacy per le imprese, le aziende e gli pubblici. Lo Studio è attivo su tutta Italia,  opera tramite […]
  • Studio ScuderiStudio Scuderi Finanza agevolata, organizzazione aziendale, amministrazione aziendale Tel: 320.1860008        095.7899472 Fax: 095.7899472 E-mail: info@studioscuderi.net
  • Idee per aprire un negozio : aprire un negozio di prodotti biologici, come differenziarsi.Idee per aprire un negozio : aprire un negozio di prodotti biologici, come differenziarsi. Torniamo sull'argomento dedicato all'apertura di un negozio di prodotti biologici. Il settore del biologico copre ormai ogni segmento produttivo e l'immagine del biologico che il […]
  • Mettersi in discussione.Mettersi in discussione. Arriva per tutti nel corso della vita il momento (od i momenti) in cui diventa importante fermarsi e prendere tempo (..e non perdere tempo..!) per ripensare alla propria esistenza (al […]

Altri articoli :