Mercato di nicchia.

ottobre 1, 2016 | Fare impresa

Prodotti di nicchia. Uscire dagli schemi.

Per i postini ed i corrieri, l’avvento ed il boom delle vendite on line, sta rappresentando una nuova opportunità di lavoro, una rinnovata primavera per questa antica professione che a causa dell’utilizzo delle email, sms, ecc., stava ormai perdendo importanza ed utilità.

Dopo anni di crisi connessa alla riduzione ( o sparizione) delle cartoline cartacee, lettere tradizionali, raccomandate dentro una busta di carta, ecc., pareva che la figura del portalettere e/o di coloro che consegnano piccoli plichi fosse destinata al solo ricordo, come una foto in bianco e nero dentro una cornice di una vecchia casa.

Oggi invece, notiamo come sia esplosa la consegna giornaliera di pacchettini e micro plichi a seguito del boom delle vendite on line.

Questo tipo di consegne, stanno rappresentando una vera e propria opportunità per corrieri e portalettere tradizionali.

Vendere prodotti di nicchia. Distinguersi dai colossi delle vendite on line e dalla grande distribuzione.

Da questa premessa, si evidenzia come in pochissimo tempo l’e-commerce si sia sviluppato ed abbia raggiunto numeri eccezionali.

Il mercato delle vendite on line è attualmente nelle mani di poche grandi realtà che da sole rappresentano il 90% ed oltre dei prodotti venduti e consegnati.

In effetti, è accaduto che solo in pochi anni, colossi del calibro come Amazon, Ebay, ecc., hanno occupato i principali spazi di mercato, emarginando di fatto una numero elevato di portali Web che oggi sono in grossa difficoltà per il crollo delle vendite e la perdita di visibilità (ed in parte, hanno dovuto arrendersi chiudendo).

Questo, assomiglia un po anche alla nuova geografia del commercio tradizionale, in cui la grande distribuzione ha soppiantato i piccoli negozi, obbligando le piccole realtà a chiudere oppure a specializzarsi per evitare la concorrenza diretta (sullo stesso piano) con soggetti imprenditoriali molto più grandi e più forti (ovviamente).

Tutto ciò, mette in evidenza come per una piccola realtà, sia basilare riuscire a distinguersi, evitando di correre dietro alla massa e tentando di focalizzare la propria presenza su delle nicchie meglio difendibili e gestibili come business nel corso del tempo.

Nicchie di business. La ricerca di una o più nicchie non ancora occupate.

E’ evidente quanto oggi sia importante evitare di scontrarsi con realtà molto forti e dotate di elevata visibilità.

Puntare su nicchie o micro nicchie che nella realtà sono in grado si offrire interessanti opportunità, è l’unica strada per evitare una sconfitta che si avrebbe dopo un confronto diretto con imprese dotate di notevoli risorse.

Gli esempi di questo tipo li incontriamo in ogni ambito :

negozi di profumeria, palestre, vendita di prodotti alimentari, commercio di materiale informatico, distribuzione di libri, ecc..

L’elenco teorico di esempi sarebbe enorme!

Mercato di nicchia. Dove rivolgersi.

In ogni settore e segmento è possibile trovare nicchie!

E’ bene quindi, guardarsi intorno e studiare bene il proprio mercato.

Dalla palestra che non può e non vuole mettersi in competizione con la grande struttura, al sito Web che vende prodotti biologici certificati dedicati ad uno specifico gruppo di soggetti/clienti; dal piccolo pastificio artigianale che non può offrire prezzi alla pari della grande distribuzione, sino al frantoio oleario di dimensioni limitate che si rivolge ad un pubblico che sa apprezzare i prodotti di qualità; dal negozio(o sito Web) in cui trovi prodotti unici, al caseificio di ridotte condizioni che segue tutto il processo produttivo (dalla produzione del latte sino alla vendita del formaggio finale), ecc..

Concentrarsi su nicchie di prodotti e/o nicchie o piccoli segmenti di consumatori, garantisce già oggi a decine di migliaia di imprenditori (per lo più piccoli) la sopravvivenza e la redditività rispetto a quelle strategie che in passato erano portate avanti ma che nel tempo poi non hanno consentito la sopravvivenza dell’attività a causa della concorrenza elevata, dell’appiattimento dei prezzi, della perdita di visibilità, ecc..

Sempre più imprenditori, specie quelli piccoli o medio piccoli, se vogliono avere un futuro, dovranno seguire questo percorso.

Articoli correlati:

Altri articoli :